Sci alpino, lo sloveno Cater vince a sorpresa la discesa in Val d’Isere. Decimo Paris

Incredibile epilogo della discesa libera della Val d’Isere. A vincere a sorpresa è lo sloveno Martin Cater, che conquista la sua prima vittoria della carriera in Coppa del Mondo. Cater ha pescato il jolly con il pettorale numero 41, chiudendo la sua prova con il tempo di 2’04”67, regalando un successo in discesa che mancava alla Slovenia dal febbraio 2017, quando Bostjan Kline vinse a Kvitfjell.

Un podio davvero inaspettato, perchè al secondo posto ha chiuso l’austriaco Otmar Striedinger, staccato di 22 centesimi dal vincitore ed al suo quarto podio in carriera; mentre al terzo posto si è classificato lo svizzero Urs Kryenbuehl, alla sua seconda Top-3 in Coppa del Mondo, che ha accusato un ritardo di 27 centesimi

Una classifica comunque cortissima. Ai piedi del podio si piazza il norvegese Aleksander Aamodt Kilde (+0.36), che ha preceduto il francese Johan Clarey, quinto a 42 centesimi. Sesto lo svizzero Beat Feuz a 53,  che ha chiuso davanti al tedesco Andreas Sander (+0.57), l’austriaco Matthias Mayer (+0.59) ed all’altro tedesco Romed Baumann (+0.60).

Buon decimo posto per un convincente Dominik Paris, che ha accusato un ritardo di 62 centesimi. Peccato per un errore nella parte finale, che ha fatto perdere un po’ di velocità all’altoatesino, che avrebbe potuto ambire ad un piazzamento anche tra i migliori cinque.

Più indietro tutti gli altri italiani. A punti ci va Matteo Marsaglia, che centra una Top-20, chiudendo a 1.14 dalla vetta della classifica. Fuori dai trenta, invece, Guglielmo Bosca, Riccardo Tonetti, Christof Innerhofer e Davide Cazzaniga. E’ caduto, ma senza conseguenza, Emanuele Buzzi.

 

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Bob donne, tripletta tedesca a Igls! Nolte precede Kalicki e Jamanka, la nostra Andreutti chiude la top10

F1, la FIA pubblica l’entry-list provvisoria del Mondiale 2021: c’è Lewis Hamilton, assente Alexander Albon