F1, Mattia Binotto: “Grande felicità per il successo di Mick Schumacher e della FDA. La presenza di Alonso nei test? Non siamo d’accordo”

Una giornata speciale. La vittoria del tedesco Mick Schumacher nel campionato FIA di F2 ha regalato una grande emozione, per la storia del ragazzo e quanto ha saputo mettere in pista.

Un successo di cui può andar fiera la Ferrari, visto che l’Academy di cui Mick fa parte si arricchisce di un titolo e ha visto confrontarsi due racing driver per la palma del migliore. Il riferimento è al britannico Callum Ilott, giunto secondo nella classifica generale della categoria. A esprimere la sua soddisfazione, ai microfoni di Sky Sport, è stato anche il Team Principal della scuderia di Maranello Mattia Binotto: Una grande soddisfazione per quanto fatto da Mick e per tutta la Ferrari Driver Academy, dal momento che i nostri piloti si sono posti alla ribalta di questa categoria e di altre. Crediamo molto in questo progetto, ci stiamo investendo. Charles (Leclerc ndr.) è stato un esempio ed è giusto continuare su questa strada“.

Allargando il discorso ai temi riguardanti la Rossa, inevitabile il riferimento alla partenza del tecnico Simone Resta, in direzione Haas, nel 2021: “Gli elementi di analisi sono molti, in primis si deve partire dal budget cup. Se ne parla sempre tanto, ma fattivamente tra un mese scatterà il tetto di spesa e questo implica una riduzione d’organico, andando a riorganizzare il Reparto Corse. Questa scelta è anche un modo per rafforzare il rapporto tra Ferrari e Haas, cercando di creare quelle sinergie permesse dal regolamento, come ad esempio la valorizzazione dei piloti, come Schumacher. Può diventare anche un’occasione per i nostri tecnici. In questo contesto Enrico Cardile ricoprirà anche le funzioni di Resta, ma non nego che ci stiamo guardando attorno perché siamo consapevoli delle aree in cui siamo carenti“, ha sottolineato il Team Principal della Ferrari.

A chiosa Binotto ha precisato anche la propria posizione in merito alla presenza dello spagnolo Fernando Alonso nei test di Abu Dhabi del 15 dicembre a bordo della Renault. Secondo la Ferrari si tratta di una concessione poco corretta: “Non è una decisione giusta perché contraria allo spirito di questi test. Se è permesso a Fernando di girare, non capisco perché noi non possiamo allora permettere a Carlos (Sainz ndr.) di provare la nostra macchina. Vedremo nei prossimi giorni che cosa accadrà, visto che non manca la contrarierà da parte nostra e di altri team“.

giandomenico.tiseo@oasport.it

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Ferrari F1 2020 Mattia Binotto Mondiale F1 2020

ultimo aggiornamento: 06-12-2020


Lascia un commento

Tiro a segno, Campionato Giovanissimi 2020: i risultati delle gare con appoggio e a tiro libero

Rugby, Autumn Nations Cup: l’Inghilterra vince ai supplementari