Basket: Virtus Bologna, che rimonta! Dal -19 alla vittoria, sbancato il campo del Monaco. Primo posto matematico nel girone di EuroCup

Dopo il terremoto, la vittoria. La Virtus Segafredo Bologna va a espugnare l’arena sita sotto lo Stade Louis II di Montecarlo, battendo l’AS Monaco per 68-74 dopo aver recuperato uno svantaggio di 19 punti maturato nel corso della prima metà di gara. Ancora senza Marco Belinelli per un guaio muscolare, le V nere del reintegrato Sasha Djordjevic vincono con la carica di Milos Teodosic, che segna 8 dei suoi 12 punti nel vitale ultimo quarto. Top scorer è Julian Gamble a quota 15, seguito da Kyle Weems (13). Dall’altra parte 17 di Dee Bost, 13 di Marcos Knight e 10 di Mathias Lessort.

L’inizio di partita è favorevole a Monaco, che comincia bene un po’ con tutto il quintetto per salire in rapidità sul 10-4 nonostante Alibegovic dia spettacolo con una gran schiacciata direttamente da rimbalzo in attacco. Lentamente, ma inesorabilmente, Bost e Lessort iniziano a scavare un solco che diventa ampio con l’apporto della panchina, mentre la Virtus da tre non riesce a segnare (finirà con 0/11 all’intervallo). Dopo 10 minuti è 25-10.

Cambia ben poco la musica nel secondo periodo, con le V nere che vedono permanere i grossi problemi in attacco e che, in difesa, hanno i loro grattacapi soprattutto contro Knight, ma in generale la qualità del club biancorosso è quella di saper avere punti da tanti protagonisti diversi (Repic, O’Brien, Yeguete). La squadra allenata da Mitrovic trova il massimo vantaggio (40-21) con Inglis, prima del libero di Ricci che manda le squadre al riposo sul 40-22.

La Segafredo, pur non riuscendo subito ad attuare il riavvicinamento, perlomeno nel terzo quarto riesce a tornare in campo con una migliore convinzione. Ricci segna la prima tripla del match bianconero per il 43-30, Abass fa il suo esordio in termini realizzativi con i due punti del -12 che portano Mitrovic al time out e, mentre Bost supera la doppia cifra, lo svantaggio virtussino ritorna in singola con lo 0-7 che significa 54-45 a trazione italiana e Weems. Hunter, infine, firma i punti del 56-47 con cui si entra negli ultimi dieci minuti.

I padroni di casa sembrano poter ancora controllare la situazione, anche grazie alla tripla di Bost che, dopo il -6 bolognese, ristabilisce le 10 lunghezze di vantaggio. Nessuno, però, ha fatto i conti con Teodosic, che fino a quel momento ha segnato solo 4 punti, ma conosce i momenti migliori. Prima riporta a -5 i suoi, poi lascia la scena ad Abass e, infine, se la riprende, firmando la parità a quota 66 a 1’42” dalla fine. Lessort rimette avanti il Monaco dalla lunetta, ma Gamble si porta a casa mezzo mondo per pareggiare di nuovo, ed è Weems a siglare i due punti da rimbalzo in attacco su 0/2 proprio di Gamble per il 68-70. I padroni di casa non capiscono più nulla, rimediano due brutte palle perse e su altrettante coppie di liberi in favore di Teodosic e Markovic finisce 68-74.

AS MONACO-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 68-74 (25-10, 40-22, 56-47)

MONACO – Bost 17, Choupas, Demahis ne, Inglis 3, Knight 13, Ndoye 3, Ratton ne, Yeguete 4, Willis 2, O’Brien 8, Lessort 10, Rebic 8. All. Mitrovic

BOLOGNA – Tessitori 2, Deri ne, Abass 9, Pajola 4, Alibegovic 2, Markovic 2, Ricci 8, Adams 2, Hunter 5, Weems 13, Teodosic 12, Gamble 15. All. Djordjevic

federico.rossini@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, SuperLega: Trento strapazza Modena, Canarini in crisi nera. Verona espugna Ravenna

LIVE Monaco-Virtus Bologna 68-74, EuroCup basket in DIRETTA: le V-Nere vincono con un’incredibile rimonta