Basket femminile, Serie A1 2020-2021: Venezia batte Bologna e vince il big match di giornata

Tre i match disputati oggi a chiudere la tredicesima giornata della Serie A1 di basket femminile e in campo scendevano le due prime della classe. E Venezia impone la propria legge, resta imbattuta battendo nettamente Bologna nel match del pomeriggio. In serata, invece, arrivano anche i successi di Campobasso e San Martino di Lupari.

È un match a senso unico quello che vede di fronte le due leader di classifica, con l’Umana Reyer Venezia che parte forte e rallenta solo nell’ultimo quarto, quando ormai per la Virtus Segafredo Bologna è troppo tardi. Dura poco meno di 5 minuti, infatti, la resistenza delle emiliane che dopo aver inseguito Venezia fino all’8-7 vedono le padrone di casa scappare via con Penna, Carangelo e Petronyte che mettono a segno un parziale di 12-0 che scava un solco già decisivo e si va al primo riposo sul 24-11 per Venezia. Prova una reazione Bologna e la tripla di Tava riporta le ospiti a -8, ma poi le venete accelerano di nuovo, vanno 37-22 a metà quarto, realizzano un altro parziale a doppia cifra e si va al riposo lungo sul 52-27. Il secondo tempo, dunque, è quasi garbage time, Venezia tocca anche il +37 e va all’ultimo riposo sul 76-43. Gli ultimi dieci minuti vedono le padrone di casa lasciare spazio a Bologna che può accorciare il divario, ma chiude comunque con un netto 90-69 a referto. E se la miglior marcatrice è l’emiliana Bishop, la differenza la fanno le sei ragazze di Venezia in doppia cifra, con Bestagno che chiude con 15 punti, seguita da Penna, Petronyte e Anderson con 14.

Colpo esterno importantissimo per Campobasso che a Lucca conquista la quarta vittoria stagionale e stacca con decisione la parte bassa della classifica. Primo quarto di sostanziale equilibrio per i primi 5 minuti, che si chiudono infatti sull’11-11, ma poi Campobasso prova l’allungo con le triple di Gorini e Marangoni, che con i punti di Wojta portano le ospiti a +9. Risponde la Jakubcova da oltre l’arco e si va al primo riposo con Campobasso avanti 25-19. Parziale positivo per Lucca a inizio ripresa, con la tripla di Miccoli che impatta il risultato dopo 3 minuti e mezzo di gioco e match che continua in equilibrio fino a poco meno di tre minuti di gioco. Con le toscane avanti di 2, infatti, Campobasso piazza un nuovo parziale di 9-1 e si va al riposo lungo con le ospiti avanti 40-34. Insistono Ostarello e compagne, che a inizio ripresa si portano anche sul +12, ma risponde Lucca che con una tripla ancora di Miccoli si rifà sotto sul 48-54. Ma una tripla di Sanchez e un canestro di Bonasia rilanciano le ospiti e si va all’ultimo stop con Campobasso ancora avanti 50-59. Prova Lucca a rientrare in partita, ma due triple consecutive di Ostarello fanno scappare via le ospiti sul +13 e, a 90 secondi dalla fine, ancora l’Ostarello va a segno da oltre l’arco e chiude i giochi con Campobasso che si impone 68-83. Miglior marcatrice, ça va sans dire, proprio l’Ostarello con 22 punti.

Vince, come da previsione, San Martino di Lupari contro Vigarano, che così resta in penultima posizione, mentre le padrone di casa si confermano nella top 8 della Serie A1. Partono, però, meglio le ragazze ospiti, che con la tripla di Valensin vanno subito avanti 4-9, mantenendo il +5 con il canestro da oltre l’arco di Sorrentino. Yurkevichus porta a sei punti il vantaggio di Vigarano, ma qui sale in cattedra la squadra di casa che con un parziale di 14-2 va al primo riposo avanti 24-18. Parte nuovamente bene Vigarano nel secondo quarto, torna a -2, ma questa volta le padrone di casa reagiscono subito e la tripla di Pasa vale il +10 dopo sei minuti di gioco. Insiste San Martino di Lupari e la tripla di Rosignoli nel finale fissa il punteggio del primo tempo sul 48-33. E le padrone di casa chiude definitivamente il match nel terzo quarto. Le triple di Anderson e Fietta danno il primo allungo con un parziale di 10-0 nei primi tre minuti di ripresa. Con sei canestri da oltre l’arco San Martino di Lupari spegne le speranze di Vigarano e va all’ultimo riposo avanti 72-45. Il quarto quarto, dunque, serve solo per le statistiche e alla fine le padrone di casa si impongono 86-62. Miglior marcatrice la Anderson con 19 punti, che precede Fietta (15), Pasa (15) mentre per le ospiti la top scorer è la Yurkevichus con 17 punti.

Credits: Ciamillo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo: a rischio la Vuelta a San Juan. In Argentina avrebbero esordito Ganna, Froome, Sagan e Viviani

Pallavolo, il futuro presidente Giuseppe Manfredi: “Fiducia e sensazioni positive per Tokyo. Riapriamo le palestre per i giovani”