Vuelta a España 2020: nella volata di Madrid vince Pascal Ackermann al photofinish. Trionfo per Roglic

Passerella conclusiva per l’ultimo grande giro stagionale. È andata in scena oggi la diciottesima frazione della Vuelta a España 2020, con 139,6 chilometri dall’Hipódromo de la Zarzuela a Madrid. Ultimi istanti in trionfo, prima della festa sul podio per Primoz Roglic, e poi ovviamente la spettacolare volata finale. Ad imporsi, al photofinish, è un eccezionale Pascal Ackermann: seconda vittoria di tappa per il tetuonico in questa edizione della corsa iberica.

Primi 100 chilometri, com’era scontato che fosse, senza nessuna emozione. Andatura cicloturistica per il gruppo, consuete fotografie per i vincitori delle varie classifiche e tanto divertimento nel plotone. Il ritmo è cambiato con l’entrata nel circuito conclusivo. In tre si sono avvantaggiati a 30 chilometri dall’arrivo: Tim Wellens (Lotto Soudal), Jonathan Lastra (Caja Rural-Seguros RGA) e Willie Smit (Burgos BH), ai quali si è agganciato successivamente il kazako Gruzdev (Astana). Pochi secondi di margine per il quartetto, con la Deceuninck – Quick-Step che ha chiuso il gap al meglio. 

Velocità altissima, addirittura vicina ai 60 km/h di media nell’ultimo giro. A prendere in mano le redini del gruppo è stata la Bora-hansgrohe, che ha però lanciato presto Pascal Ackermann: il teutonico ha provato con lo sprint di testa, riuscendo a resistere con un colpo di reni impressionante alla rimonta di Sam Bennett (Deceuninck Quick-Step). L’irlandese questa volta si è dovuto arrendere di centimetri. Terzo il teutonico Max Kanter (Sunweb), poi Jasper Philipsen (UAE Emirates).

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, pagelle GP Europa 2020: Joan Mir si consacra, Quartararo affonda, Vinales fa quel che può, Rossi iellato

Vuelta a España 2020, tutte le classifiche dopo la diciottesima tappa: Roglic in trionfo, Martin miglior scalatore