Volley, SuperLega: Perugia batte Milano 3-1 e torna in testa alla classifica. Leon implacabile

Perugia vince il big match sul campo di Milano, valevole per l’ottava giornata di Superlega, con il punteggio di 3-1(21-25 25-20 25-21 25-22). Assoluto protagonista Wilfredo Leon capace di mettere a segno ben 27 punti. Tra i meneghini molto bene Stephen Maar che ha messo a referto 18 punti. Per gli umbri un successo molto importante che vale il ritorno al primo posto in classifica con 1 punto di vantaggio su Civitanova e consente alla squadra di Vital Heynen di allungare a +8 proprio sui lombardi (terzi con una partita giocata in meno).

Nel primo set partono meglio gli ospiti che sfruttano la potenza e la tecnica di Atanasijevic (8) per portarsi avanti 6-3. La reazione del lombardi è praticamente istantanea e grazie ad un attacco formidabile di Maar rimettono il naso avanti (9-8). La fase centrale del parziale è molto equilibrata e al muro di Ricci risponde il bolide di Ishikawa (16) che fissa il punteggio sul 16-15. L’equilibrio si rompe proprio nel finale con i ragazzi di Roberto Piazza che trovano il break decisivo salendo sul 23-20. A questo punto Milano deve solo gestire prima di chiudere 25-21.

Ad inizio del secondo set Leon si prende la scena consentendo a Perugia di partire bene (5-4). In questa fase di partita il cambio palla scorre abbastanza veloce e l’equilibrio la fa da padrone (11-11). Ancora il cubano cerca di creare lo strappo decisivo in favore degli umbri piazzando un paio di punti consecutivi che fissano il parziale sul 16-14. Milano cerca di rientrare con un monster block di Piano (19-18) ma la fase offensiva della squadra di Heynen è praticamente devastante con l’allungo determinante nel finale che fissa il punteggio sul 25-20 in favore di Perugia.

Avvio di terzo set abbastanza equilibrato fino al 5-5 poi Solè (10) con un grande attacco conduce gli umbri sul 9-7. I padroni di casa provano a reagire ma Leon e compagni riescono a tenere le distanze (13-9). Perugia resiste all’assalto di Milano e dopo un lunghissimo videocheck sale 18-15. I lombardi non mollano e con il bolide di Ishikawa si riportano in scia (21-20). Purtroppo per la squadra di Piazza il set finisce praticamente qui visto che gli ospiti dilagano e chiudono 25-21.

Anche il quarto set inizia come i precedenti con le due squadre che provano ad imporre il proprio gioco sull’avversario (5-5). Solè tira un gran bolide al quale risponde prontamente Basic (14-13). Inizia un estenuante punto a punto che non si interrompe fino al 18-18. A questo punto è Perugia a trovare lo strappo e si porta 21-18. I ragazzi di Heynen sono bravi a controllare e a bloccare sul nascere il tentativo di rimonta di Milano che cede 25-22.

salvatore.serio@oasport.it

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LPS-Cerquiglini

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Charles Leclerc riceve il Tapiro: “Hamilton? Non ci andrei in vacanza. All’ultima gara ho buttato via tutto”

Volley femminile, Novara firma il bis in Champions League: travolto l’Olomouc con turnover