Thomas Bach: “Incoraggio i partecipanti alle Oimpiadi a vaccinarsi. Vogliamo convincere gli atleti ad accettarlo”



Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono state rinviate al prossimo anno a causa della pandemia. La speranza è che i Giochi riescano ad andare regolarmente in scena dal 23 luglio all’8 agosto, ma naturalmente si naviga a vista considerando l’emergenza sanitaria con cui tutto il mondo si trova a fare i conti. Thomas Bach, Presidente del CIO, è in viaggio in Giappone e ha fatto visita alla capitale, per incontrare gli organizzatori e le autorità locali. Il messaggio del numero 1 dello sport mondiale è stato molto chiaro: “Incoraggio tutti i partecipanti all’Olimpiade e gli spettatori a vaccinarsi – se nel frattempo un vaccino dovesse diventare disponibile – per presenziare ai Giochi del prossimo anno”. Bach ha inoltre aggiunto che un “ragionevole numero” di spettatori dovrebbe essere in grado di presenziare agli eventi sportivi, a prescindere dal vaccino.

Il Presidente del CIO non ha usato giri di parole: “Vogliamo convincere quanti più atleti stranieri possibile ad accettare il vaccino”. Lo scorso mese la commissione atleti aveva chiesto a Bach se ci sarebbe stato un obbligo di vaccinazione per gli atleti ed egli aveva risposto: “Non siamo ancora a questo punto. Ogni atleta dovrebbe guardare ai suoi colleghi e prendere in considerazione il vaccino perché la vaccinazione non è solo una misura individuale ma una protezione per la comunità e io penso che ognuno di noi ha una responsabilità in questa crisi nei confronti di tutte le persone che ci circondano”.

Loading...
Loading...

Va precisato che al momento Moderna e Pfizer hanno annunciato di essere arrivati a buoni risultati con i vaccini che stanno sperimentando, ma non è detto che tutti gli atleti accettino di sottoporvisi. Bach ha affermato che i dottori e il personale sanitario a Tokyo dovrebbero essere i primi a essere vaccinati. Oltre agli undicimila atleti ci sono migliaia di giudici, funzionari, vip e media stranieri pronti a viaggiare verso il Giappone per la rassegna a cinque cerchi.

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

One Reply to “Thomas Bach: “Incoraggio i partecipanti alle Oimpiadi a vaccinarsi. Vogliamo convincere gli atleti ad accettarlo””

  1. OLIMPIONICO ha detto:

    Giuste parole Bach ! I GIOCHI SONO SPERANZA, GIOIA, BELLEZZA, FORZA, LAVORO ! IO ADORO I GIOCHI OLIMPICI COME NATO NEL 1960, ESPERTO, FOTOGRAFO, INNAMORATO, TEDOFORO !

Lascia un commento

scroll to top