Pattinaggio artistico: Yuma Kagiyama si prende la leadership dopo lo short all’NHK Trophy 2020, segue Tomono. Male Sato

Con lo short program della specialità individuale maschile si è chiusa ad Osaka (Giappone) la prima giornata dell’NHK Trophy 2020, quarta e ultima tappa del circuito ISU Grand Prix di pattinaggio artistico, competizione itinerante quest’anno ridotta ai minimi termini a causa dell’emergenza sanitaria. Dopo una gara generale contrassegnata da diversi errori a portarsi agilmente al comando della classifica è stato uno dei protagonisti più attesi della rassegna, Yuma Kagiyama.

L’atleta del Sol Levante ha mandato in visibilio gli spettatori presenti al Towa Pharmaceutical Ractab Dome sfoggiando una prestazione notevole, inaugurata con una elevata e scorrevole combinazione quadruplo salchow/triplo toeloop, elemento che ha preceduto un quadruplo toeloop di ottima caratura. L’allievo allenato dal padre Masakazu e da Misao Sato ha però perso qualcosa per strada nell’ultimo salto, il triplo axel, ruotato solo da un giro e mezzo, macchiando una performance fino a quel momento lodevole: raccogliendo livello quattro sia nelle tre trottole pianificate che nella sequenza di passi e guadagnando comunque il miglior riscontro sulle componenti del programma, il terzo classificato all’ultima edizione dei Four Continents ha potuto comunque raggiungere quota 87.26 (47.31,39.56), scavando un solco sugli avversari.

In seconda posizione distanziato di quattro punti si è infatti piazzato Kazuki Tomono che, con un inizio difficile caratterizzato da una combinazione fallosa viziata da un arrivo non tenuto tra il quadruplo toeloop e il triplo toeloop, è riuscito poi ad atterrare nel migliore dei modi sia il quadruplo salchow che il triplo axel, ottenendo 83.27 (45.52, 37.75), tre punti in più di Lucas Tsuyoshi Honda, il quale ha optato per un layout conservativo realizzando il triplo axel, il triplo flip (redarguito con la chiamata di filo non chiaro) con il triplo toeloop e il triplo lutz in zona bonus chiudendo il segmento al terzo posto con 79.22 (22, 42.92).

Delude le aspettative Shun Sato, artefice di una prestazione dove non è riuscito a completare la combinazione con il quadruplo toeloop agganciandolo con un semplice toeloop cadendo poi successivamente nel quadruplo lutz e dovendosi accontentare quindi del settimo posto con 72.04 (37.19, 34.85), punteggio con cui potrà però certamente puntare ancora al podio in vista del programma libero.

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE MASCHILE

PL Name Nation Points
1. Yuma KAGIYAMA  JPN 87.26
2. Kazuki TOMONO  JPN 83.27
3. Lucas Tsuyoshi HONDA  JPN 79.22
4. Keiji TANAKA  JPN 76.57
5. Yuto KISHINA  JPN 74.44
6. Sena MIYAKE  JPN 74.34
7. Shun SATO  JPN 72.04
8. Kao MIURA  JPN 66.84
9. Sota YAMAMOTO  JPN 62.38
10. Nozomu YOSHIOKA  JPN 55.88

fabrizio.testa88@gmail.com

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI PATTINAGGIO ARTISTICO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, Lech/Zürs 2020: potere Vlhova, ma che Brignone! La velocità chiarirà le idee sulla Coppa

Boxe, Mike Tyson vs Roy Jones: un match di esibizione. Regolamento diverso dal solito: la guida completa