Pattinaggio artistico, colpo di scena alla Rostelecom Cup 2020. Elizaveta Tuktamysheva vince la tappa, disastro Trusova



Si è conclusa con un bel colpo di scena la Rostelecom Cup 2020, penultimo appuntamento dello straniante circuito Grand Prix 2020-2021 di pattinaggio artistico, quest’anno ridotto per via dell’emergenza sanitaria a quattro gare singole di valenza prettamente domestica. Dopo il libero della specialità del singolo femminile infatti a vincere con ampio merito la tappa è stata la veterana Elizaveta Tuktamysheva che, con un programma di alto livello, ha superato le più giovani e quotate Alena Kostornaia e Alexandra Trusova.

L’atleta di San Pietroburgo ha preso il largo facendo letteralmente impazzire la Mega Sport Arena di Mosca confezionando una performance brillante, riducendo le sbavature ai minimi termini inserendo due tripli axel – il primo ben eseguito combinato con il doppio toeloop, il secondo atterrato con step out – oltre che due tripli lutz di straordinaria bellezza di cui uno realizzato in sequenza con il doppio axel. Ruotando inoltre il triplo flip e il triplo rittberger, oltre che la combinazione doppio axel/triplo toeloop la russa ha dunque chiuso il segmento con il punteggio di 148.69 (77.17, 71.52) raggiungendo quota 223.39 nel totale. Giornata da incorniciare dunque per coach Alexei Mishin, il quale aggiungendo il successo della sua pupilla a quello di Kolyada in campo maschile può vantare il primato in entrambe le prove individuali.

Loading...
Loading...

Nulla da fare quindi per Alena Kostornaia, pattinatrice che senza il triplo axel (al momento non presente nei suoi layout) non aveva abbastanza punti in mano per poter superare l’avversaria: la Campionessa d’Europa in carica ha più o meno ripetuto quanto fatto sul ghiaccio di Kazan per la Coppa Di Russia, portando a casa gli elementi pianificati tra cui spiccano due tripli lutz (il primo chiamato sul quarto), due tripli flip (il primo redarguito con la chiamata di sottoruotato) e un doppio axel, raccogliendo 141.94 (68.50, 73.44) per 220.78 con una resa performativa generale, al contrario dello short in leggera crescita, in fase di stallo.

Giornata nerissima invece per Alexandra Trusova, artefice di una prestazione sottotono viziata da ben quattro cadute. L’atleta di Evgenii Plushenko nello specifico ha mancato l’appuntamento con tutti i quadrupli, fatta eccezione per un toeloop falloso e, soprattutto, con il triplo lutz, fattori che l’hanno addirittura fatta scivolare in quarta posizione con 128.12 (67.80, 68.32) per 198.93; ad approfittare dei passaggi a vuoto della nativa di Riazan ci ha pensato Anastasiia Guliakova, la quale ha sfoggiato un programma valutato 128.96 (61.44, 67.52) per 199.03 centrando il gradino più basso del podio.

CLASSIFICA FINALE INDIVIDUALE FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Elizaveta TUKTAMYSHEVA RUS 223.39 2 1
2 Alena KOSTORNAIA RUS 220.78 1 2
3 Anastasiia GULIAKOVA RUS 199.03 4 3
4 Alexandra TRUSOVA RUS 198.93 3 4
5 Elizaveta NUGUMANOVA RUS 191.52 5 6
6 Eva-Lotta KIIBUS EST 186.00 9 5
7 Sofia SAMODUROVA RUS 184.81 6 8
8 Viktoriia SAFONOVA BLR 184.57 7 7
9 Ekaterina RYABOVA AZE 167.85 8 9
10 Alina URUSHADZE GEO 150.68 10 10
WD Anastasiya GALUSTYAN ARM
WD Anna SHCHERBAKOVA RUS

fabrizio.testa88@gmail.com

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI PATTINAGGIO ARTISTICO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top