Pagelle Inter-Real Madrid 0-2, Champions League: Perisic il migliore tra i nerazzurri, incubo Vidal

PAGELLE INTER-REAL MADRID CHAMPIONS LEAGUE

INTER

Handanovic, voto 6: appare sempre più insicuro su uscite e parate. Non ci sono particolari colpe però sulle due reti subite.

Skriniar, voto 5: forma tutt’altro che smagliante per il centrale slovacco, l’attacco madrileno buca spesso e volentieri dal suo lato.

De Vrij, voto 5,5: non ci sono estati errori clamorosi, ma in una giornata nella quale la difesa interista non ha brillato, non spicca neanche il roccioso difensore olandese.

Bastoni, voto 5,5: non riesce a ripetere le performance delle ultime uscite, tanta fatica ad impostare e anche a coprire, così come i compagni di reparto. Dal 46′ D’Ambrosio, voto 5,5: entra per fare il terzino a destra, ma nell’azione del gol di Rodrygo perde totalmente il suo uomo.

Hakimi, voto 4,5: sulla falsariga della partita di andata, tantissime imprecisioni e dubbi infiniti. Dov’è il giocatore che incantava sulla fascia a Dortmund? Dal 64′ Sanchez, voto 5,5: entra per dare brio alle offensive nerazzurre, ma il risultato è già compromesso.

Vidal, voto 4: inizia malissimo e con tanto nervosismo, che viene fuori tutto al 33′. È coinvolto in un episodio dubbio in area del Real, esagera con le proteste e arrivano due cartellini gialli per proteste in pochissimi secondi.

Gagliardini, voto 5: in grandissima difficoltà contro Modric e compagni. La differenza di esperienza e qualità è enorme ed ovviamente si fa sentire. Dal 77′ Sensi, s.v.

Young, voto 5: non spinge e soffre estremamente le avanzate di Lucas Vazquez, che dalla sua zona crea pericoli a raffica. Partita da dimenticare.

Barella, voto 5: è lui a colpire in pieno Nacho in occasione del rigore madrileno. Il suo incontro parte malissimo e non c’è spazio per svoltare.

Lautaro, voto 5: pochissimi palloni toccati per l’argentino, oscurato dalla difesa madrilena. Dal 46′ Perisic, voto 6,5: con il suo ingresso in campo dà una svegliata alla squadra, più che positiva la sua prestazione, di gran lunga il migliore dei suoi.

Lukaku, voto 5,5: prova a difendere palla e a far salire la squadra, ma non è appoggiato dai compagni e da solo può far poco. Dall’86’ Eriksen, senza voto. 

All. Conte, voto 5: la partita inizia malissimo, con la sua Inter in bambola, prosegue peggio, con l’episodio di Vidal che la compromette. L’incubo Champions League prosegue per il tecnico pugliese.

REAL MADRID

Courtois 6; Carvajal 6,5, Varane 6, Nacho 6,5, Mendy 7; Modric 6,5, Kroos 6,5, Odegaard 6,5 (dal 58′ Casemiro 6,5); Lucas Vazquez 7, Mariano 5,5 (dal 59′ Rodrygo 6,5), Hazard 6,5 (dal 77′ Vinicius s.v.). All. Zidane 6,5

gianluca.bruno@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket femminile: Schio passa con le big a San Martino di Lupari nell’anticipo di Serie A1

DIRETTA Inter-Real Madrid 0-2, Champions League LIVE: i Blancos espugnano San Siro, nerazzurri a un passo dall’eliminazione