NASCAR Truck Series, GMS Racing e Sheldon Creed festeggiano!

Con un finale incredibile si è chiusa la stagione 2020 della NASCAR Gander RV & Outdoors Truck Series. La ‘F3’ della seguitissima serie statunitense ci ha regalato un’annata molto particolare, un campionato che ha premiato un giovane che potrebbe salire di categoria nei prossimi anni.

Dopo 23 competizioni, Sheldon Creed si è laureato per la prima volta campione della Truck Series, la prima realtà di avvicinamento alla Cup Series. Il #2 del GMS Racing si è imposto in cinque occasioni in questo 2020, l’ultima delle quali nell’imprevedibile finale del Phoenix Raceway. Il miglior esordiente del 2019 ha stracciato la concorrenza nel ‘Championship 4’, la finale del campionato disputata la scorsa settimana.

Il portacolori di casa Chevrolet ha raccolto il primo successo in carriera in Kentucky nell’estate di quest’anno, un sigillo che ha cambiato volto al campionato. Dopo questa affermazione, vittoria che gli ha permesso di accedere direttamente ai NASCAR Playoffs, Creed ha trovato il successo nell’inedito road course di Daytona (Florida) e successivamente nell’insidioso catino di Gateway (Illinois), risultati che lo hanno inserito tra i candidati per il successo.

Il californiano ha avuto come rivali per il titolo i propri compagni di squadra. I due principali rivali di Creed sono stati infatti Zane Smith #21 e Brett Moffitt #23, piloti che si sono contesi il ‘Championship 4’ di Phoenix. I Playoffs hanno visto la Chevrolet Silverado #2 in ottima forma, convincente su tutte le tipologie di pista. Il secondo posto di Las Vegas (Nevada) ed in Kansas hanno proiettato il 23enne nella semifinale dei Playoffs, il ‘Round of 8’. In queste tre prove, le ultime prima del decider di Avondale, Creed ha saputo vincere in Texas, una prestazione che gli ha assicurato un posto tra i ‘magici 4’.

L’ottima strategia e l’abilità nel sfruttare la ‘Dogleg’, il particolare tratto che caratterizza i primi metri dell’ex ISM Raceway, hanno permesso al nativo di Alpine (California) di beffare Smith, Moffitt ed Enfinger negli ultimi decisivi giri della stagione.

Al termine della 2020 l’unico che può definirsi ‘contento’, nonostante la sconfitta nell’ultima prova, è Zane Smith. Il #21 del GMS Racing ha scritto per due volte il proprio nome nell’albo d’oro del 2020 e si è laureato campione nella classifica destinata ai rookie.

Il 21enne californiano è pronto a rifarsi nel prossimo anno, insieme a Brett Moffitt e Grant Enfinger (ThorSport Racing ). Il primo completa per il terzo anno consecutivo la stagione nel ‘Championship 4’. Dopo aver vinto nel 2018, il #23 del gruppo chiude il 2020 ripetendo il terzo posto nella classifica finale nonostante una singola affermazione all’attivo in 23 corse disputate.

Dopo 10 anni, Grant Enfinger ha sfiorato nella notte di sabato il sogno di laurearsi campione della Truck Series. L’alfiere di casa ThorSport Racing, è arrivato in finale con gli stessi successi di Creed, ma non è mai stato in grado di impensierire le tre Chevrolet del GMS Racing. La Ford #98 esce dunque sconfitta nonostante i discreti risultati ottenuti.

La compagine di punta dell’Ovale blu è stata letteralmente schiacciata dalla concorrenza del GMS Racing, squadra capace di occupare tre dei quattro posti disponibili in finale. Oltre ad Enfinger, il migliore del ThorSport Racing, segnaliamo i mediocri risultati di Johnny Sauter #13, Matthew Crafton #88 e Ben Rhodes #99.

Se Ford rimpiange il mancato successo di Enfinger, Toyota esce ad ossa rotte dalla Truck Series 2020. Dopo aver vinto con Austin Hill #16 (Hattori) la ‘regular season’, le Toyota Tundra hanno faticato a tenere il ritmo nelle restanti prove della serie. Il vincitore della prima fase del campionato ha mancato l’accesso alla finale in seguito ad una pessima prestazione in quel di Martinsville (Virginia), round in cui ha chiuso 35°.

Stagione da dimenticare anche per il Kyle Busch Motorsport. La squadra del due volte campione della Cup Series ha primeggiato con Raphaël Lessard #4 ed ha sfiorato più volte la vittoria con Christian Eckes, secondo nella classifica riservata agli esordienti.

Nell’attesa dell’arrivo di nuovi interessanti giovani nella NASCAR Truck Series, si chiude un incredibile campionato che regala emozioni e ci permette, in molte occasioni, di scoprire le promesse del motorsport americano.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SULLA NASCAR

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Superbike: rinviato il Gran Premio d’Australia 2021. Phillip Island non ospiterà il primo round della prossima stagione

Motomondiale, GP Valencia 2020: calendario, programma, orari. Guida tv Sky, DAZN e TV8