Moto2, una gara fortunata per l’Italia. Enea Bastianini e Luca Marini approfittano della caduta di Lowes: il sogno iridato resta vivo

Ci voleva un episodio per invertire la tendenza e per interrompere la cavalcata trionfale di un Sam Lowes fino a quel momento in stato di grazia verso il titolo mondiale in Moto2. Il britannico del Team EG 0,0 Marc VDS, protagonista di una prima parte di gara in crescendo, ha commesso a dieci giri dalla fine un piccolo errore con conseguenze però pesantissime sulla sua stagione. Gli italiani in lotta per il campionato hanno infatti approfittato della caduta di Lowes guadagnando punti cruciali nella lotta per la leadership di un Mondiale Moto2 2020 che si deciderà a questo punto tra Valencia e Portimao nelle ultime due tappe stagionali.

Il Gran Premio d’Europa, andato in scena quest’oggi sul circuito Ricardo Tormo di Cheste (Valencia), ha promosso Enea Bastianini in testa alla classifica generale con un vantaggio di 6 punti su Sam Lowes, 19 su Luca Marini e 29 su Marco Bezzecchi. Quest’ultimo, staccato di 48 punti dalla vetta alla vigilia del round valenciano, ha disputato una gara sensazionale portando a casa la seconda vittoria in carriera nella classe mediana grazie ad un passo straordinario e soprattutto ad una solidità mentale ritrovata dopo i due zeri di Aragon. Il riminese dello Sky Racing Team VR46 resta quindi aggrappato al sogno mondiale, ma è oggettivamente in una posizione ancora abbastanza sfavorevole che lo costringerà a vincere anche gli ultimi due Gran Premi per poter sperare di centrare il bersaglio grosso.

Scenario sicuramente più incoraggiante invece per gli altri due azzurri in lizza per il titolo: Bastianini (4° al traguardo dopo essere partito 15°) si è confermato consistente e tenace in gara portando a casa un altro buon risultato nonostante una pessima qualifica, mentre Marini (6° in rimonta, era 11° al settimo giro) ha finalmente ritrovato il feeling con la sua Kalex nella seconda parte della corsa mettendo in evidenza una grande progressione dopo tre weekend consecutivi oltremodo negativi. Certo, resta il rammarico per non aver agguantato il podio in una giornata caratterizzata dalle cadute di Lowes e Roberts, ma il bilancio conclusivo del fine settimana è comunque indubbiamente positivo specie se si considera l’andamento del GP (e della classifica generale virtuale) fino alla scivolata dell’inglese.

erik.nicolaysen@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO MotoGP, Andrea Dovizioso: “Buoni tempi, mi è mancata la prima parte di gara”

VIDEO MotoGP, GP Europa 2020: Valentino Rossi si complimenta con Davide Brivio