L’Italia batte la Bosnia Erzegovina 2-0 e si qualifica alla Final Four di Nations League. Decidono Belotti e Berardi

L’Italia si è qualificata alla Final Four della Nations League 2020-2021 di calcio. Gli azzurri hanno sconfitto la Bosnia Erzegovina per 2-0 allo Stadio Grbavica di Sarajevo e hanno così raggiunto l’obiettivo: primo posto nel gruppo A1 davanti a Polonia e Olanda (gli orange si sono imposti per 2-1 nello scontro diretto), con 12 punti all’attivo (frutto di tre vittorie e altrettanti pareggi). La nostra Nazionale prolunga la sua striscia di risultati utili consecutivi (17 vittorie, 5 pareggi) e il prossimo ottobre ospiterà gli atti conclusivi di questa competizione organizzata dalla UEFA: tra Milano e Torino si assegnerà il trofeo, alla Final Four parteciperanno anche Francia, Spagna, Belgio (gli accoppiamenti delle due semifinali verranno definiti nelle prossime settimane.

L’Italia ha dovuto fare a meno del CT Roberto Mancini (ancora positivo al Covid-19, ma sta bene), sostituito in panchina da Alberico Evani. Nonostante le tante assenze per infortuni e per isolamenti fiduciari, gli azzurri sono stati perfetti e non hanno avuto particolari problemi a portare a casa il successo contro il fanalino di coda del raggruppamento grazie ai gol di Andrea Belotti al 22′ e di Domenico Berardi al 68′. Gli azzurri chiudono al meglio questa tormentata stagione e iniziano a guardare al 2021, che prevederà non soltanto la Final Four di Nations League a inizio autunno ma soprattutto gli Europei in estate.

L’Italia è scesa in campo con il 4-3-3, confermando sostanzialmente la formazione vista tre giorni fa contro la Polonia. Tridente offensivo composto da Belotti, Insigne e Berardi; chiavi del centrocampo affidate a Jorginho, affiancato sugli esterni da Barella e Locatelli; Florenzi ed Emerson agiscono sulle fasce, Acerbi e Bastoni sono i centrali difensivi davanti all’estremo difensore Donnarumma. Coach Bajevic deve fare i conti con una lunga serie di assenze per positività al Covid-19 e risponde con un modulo speculare: Krunic, Prevljak, Tatar in attacco; Pjanic, Gojak e Cimirot a centrocampo; linea difensiva formata da Kadusic, Sanicanin, Hadzikadunic, Corluka davanti al portiere Piric.

L’Italia ha una ghiotta occasione al 6′: Belotti viene imbeccato da Insigne e calcia di prima intenzione col sinistro, ma sbaglia. Al quarto d’ora è ancora l’attaccante del Torino a rendersi pericoloso con un colpo di testa che finisce a lato di pochissimo. Belotti è indemoniato e al 22′ porta in vantaggio la nostra Nazionale: cross di Insigne dalla sinistra e destro vincente al volo del suo compagno di reparto (non segnava dal 15 novembre 2019, sempre contro la Bosnia). L’Italia domina in lungo e in largo e al 39′ sfiora il raddoppio, purtroppo il destro a giro di Lorenzo Insigne colpisce il palo esterno. Sul finire del primo tempo, però, la Bosnia ha una ghiotta occasione per Gojak, ma Donnarumma c’è.

Nell’intervallo entra Di Lorenzo per Florenzi, ma non cambia nulla dal punto di vista tattico. Gli azzurri controllano il campo con grande piglio. Al 60′ Acerbi sfiora il raddoppio (sinistro fuori di pochissimo), poi al 68′ arriva il meritato 2-0: assist di Locatelli, sinistro al volo di Berardi, al secondo gol consecutivo in Nazionale dopo quello siglato tre giorni fa contro la Polonia. A quel punto gli ospiti possono tranquillamente amministrare la situazione, all’82mo minuto c’è spazio anche per gli ingressi di Bernardeschi e Lasagna al posto dei due marcatori di giornata. L’Italia conquista la terza vittoria in sette giorni e si qualifica alla Final Four della Nations League.

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Bosnia Erzegovina-Italia 0-2, highlights, gol e sintesi Nations League: Belotti e Berardi portano gli azzurri alla Final Four

Tennis, ATP Finals 2020: Daniil Medvedev batte Novak Djokovic ed è già in semifinale