Ginnastica artistica, Ludovico Edalli si laurea Campione d’Italia all-around: pokerissimo del bustocco

Ludovico Edalli si è laureato Campione d’Italia nel concorso generale individuale. Il bustocco era il grande favorito della vigilia e ha trionato con ampio merito al PalaVesuvio di Napoli, imponendosi nell’all-around col punteggio complessivo di 81.750. Il 26enne è rimasto sotto di un paio di punti rispetto all’obiettivo che si era preposto prima della gara, ma ha comunque conquistato il tricolore ed è quello che contava in una stagione tormentata dall’emergenza sanitaria.

L’aviere dell’Aeronautica Militare ha portato a casa il quinto tricolore in carriera sui sei attrezzi dopo quelli del 2013, 2015, 2018, 2019 e ha ribadito ancora una volta di essere il migliore azzurro nel concorso generale, tanto che è già qualificato alle Olimpiadi di Tokyo (insieme a Marco Lodadio, argento mondiale agli anelli, oggi assente). Nell’albo d’oro agguanta un grande nome come quello di Savino Guglielmetti (pokerissimo negli anni ’30) e si porta a una sola lunghezza da due icone come Jury Chechi e Franco Menichelli, mentre Enrico Pozzo (7) e Guido Figone (8) sono decisamente più avanti.

Ludovico Edalli aveva incominciato la gara con una caduta al cavallo con maniglie (12.350) e poi aveva un po’ faticato agli anelli (13.200), ma a quel punto ha alzato l’asticella: 14.050 al volteggio, 14.550 alle amate parallele pari, buon 13.660 alla sbarra e 14.000 al corpo libero per chiudere in bellezza. Il ginnasta lombardo, già presente alle Olimpiadi di Rio 2016, ha avuto la meglio su Lorenzo Galli (80.550 per il Campione d’Italia 2017, tesserato per la Eur Roma), mentre Edoardo De Rosa (Ares) si è piazzato al terzo posto con 80.350, regolando per tre decimi Nicolò Mozzato (80.050). A seguire Bonicelli (79.800), Abbadini (79.450), Macchiati (79.350) e Casali (79.000).

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI GINNASTICA ARTISTICA

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Simone Ferraro/FGI

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Moto2, GP Europa 2020: Sam Lowes può ipotecare il Mondiale, Bastianini e Marini chiamati ad una grande rimonta per continuare a sperare

Ginnastica artistica, Campionati Italiani 2020: tutti i qualificati alle Finali di Specialità