Ciclismo, la NTT di Domenico Pozzovivo e Giacomo Nizzolo è salva! Decisivo il nuovo sponsor Assos

La NTT Pro Cycling è salva. Questa mattina a Johannesburg, il fondatore della squadra sudafricana, Douglas Ryder, ha ufficializzato una nuova sponsorizzazione con la società svizzera Assos.  leader nell’abbigliamento da ciclismo. La squadra ora si chiamerà Team Qhubeka ASSOS.

Una notizia che va a coinvolgere direttamente anche due importanti corridori italiani. Il primo è Domenico Pozzovivo, reduce da un Giro d’Italia positivo, che resterà dunque nella squadra sudafricana visto che ha ancora un anno di contratto. Il secondo è Giacomo Nizzolo, che in questo 2020 ha conquistato prima la maglia di campione d’Italia e poi soprattutto quello di campione d’Europa. Il 31enne velocista non ha ancora preso una decisione sul suo futuro, ma ora il rinnovo con la Qhubeka ASSOS potrebbe anche essere molto vicino. 

Giacomo Nizzolo: “Dove correrò? Ho due trattative con top team. Nel 2021 punto alle Classiche per vincerle”

Queste le prime parole di Douglas Ryder: “Sono davvero felice di aver ottenuto il sostegno di alcune persone e partner incredibili, tra cui Assos, che sono subentrati come sponsor principale. Il Team Qhubeka Assos parlerà esattamente di ciò per cui noi abbiamo deciso di lottare, essere un team di ciclismo ad alte prestazioni con un obiettivo preciso. Le ultime settimane per noi sono state incredibili, leggendo tutti i commenti dei fan e di come questa squadra si sia collegata con loro in modi diversi la nostra determinazione è cresciuta. Sono davvero felice di poter continuare a creare speranza e opportunità attraverso il nostro team e con Qhubeka Charity”.

Quest’ultima è un’organizzazione che ha raccolto fondi per distribuire per 30mila biciclette in Africa. Cosi si è espresso Derek Bouchard-Hall, CEO di Assos: “Ci è piaciuto molto entrare a far parte di questo team guidato da una mission. Lo slogan di Qhubeka secondo cui  le biciclette cambiano la vita, non potrebbe ispirarci di più. Assos è sempre stato e continua ad essere profondamente legato al ciclismo professionistico: siamo stati davvero entusiasti dall’opportunità di supportare lo sport durante la crisi COVID garantendo a questa importante squadra di poter continuare ad essere parte del World Tour”.

 

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Combinata nordica, cancellata la tappa di Coppa del Mondo di Otepää. La Coppa del Mondo femminile rischia di non iniziare…

Ciclismo: sei acquisti per l’Astana – Premier Tech. Arrivano Battistella, Sobrero e Piccolo