Ciclismo: il 9 dicembre i Mondiali virtuali. Le startlist e l’elenco dei partecipanti

La stagione del ciclismo su strada è terminata, si torna però a gareggiare a livello virtuale. La piattaforma online Zwift ospiterà infatti, la prima edizione dei Campionati del Mondo UCI eSports. Una manifestazione a livello virtuale, sui rulli, che si disputerà il prossimo mercoledì 9 dicembre con un percorso che misurerà circa 50 chilometri. In contemporanea si svolgeranno sia la gara femminile che quella maschile.

Presenti anche cinque italiani: Martina Alzini, Francesco Lamon, Michele Scartezzini, Alberto Bettiol e Domenico Pozzovivo. Tanti i nomi di rilievo: Victor Campenaerts, Rigoberto Uran, Tom Pidcock, Anna van der Breggen e Annemiek van Vleuten. Andiamo a scoprire le startlist complete:

Startlist maschile
Australia: William Clarke, Jack Haig, Benjamin Hill, Freddy Ovett, Cooper Sayers, Jay Vine, Nicholas White
Austria: Felix Ritzinger, Moran Vermeulen
Belgio: Victor Campenaerts, Eli Iserbyt, Maximilien Picoux, Jens Schuermans, Lennert Teugels, Julien Van den Brande, Harm Vanhoucke, Lionel Vujasin
Canada: Jordan Cheyne, Charles-Etienne Chrétien, Pier-André Coté, Matteo Dal-Cin, Lionel Sanders
Colombia: Esteban Chaves, Rigoberto Uran
Danimarca: Anders Foldager, Frederik Muff, Nicklas Pedersen, Michael Valgren Hundahl
Francia: Jordan Sarrou
Gran Bretagna: Edward Clancy, Tom Pidcock, Robert Scott, Maximilian Stedman, Andrew Tennant
Germania: Lucas Carstensen, Miguel Heidemann, Jonas Koch, Jason Osborne, Jonas Rapp
Giappone: Fumiyuki Beppu, Nariyuki Masuda
Irlanda: Christopher McGlinchey
Italia: Alberto Bettiol, Francesco Lamon, Domenico Pozzovivo, Michele Scartezzini
Norvegia: Edvald Boasson Hagen, Jonas Iversby Hvideberg, Vidar Mehl
Nuova Zelanda: Ollie Jones
Polonia: Paweł Bernas, Marceli Boguslawski, Michał Kamiński, Wojciech Pszczolarski, Adam Stachowiak, Patryk Stosz
Portogallo: Jorge Magalhães, Miguel Leite Salgueiro
Spagna: Carlos Barbero Cuesta, Victor De La Parte Gonzalez, Ivan Garcia Cortina, Juan Pedro Lopez Perez, Luis Angel Mate Mardones
Sudafrica: Ryan Gibbons, Daryl Impey
Svezia: Olof Åström, Samuel Brännlund, Johan Norén
Svizzera: Lars Forster
USA: Holden Comeau, Lawson Craddock, Brian Hodges, Jadon Jaeger, Ryan Larson, Tanner Ward, Tyler Williams, Cory Williams

Startlist femminile
Australia: Justine Barrow, Sarah Gigante, Jessica Pratt, Bre Vine, Vicktoria Whitelaw, Bree Wilson
Belgio: Mieke Docx
Canada: Olivia Baril, Angela Naeth, Georgia Simmerling
Colombia: Natalia Franco
Danimarca: Marie-Louise Hartz, Annika Langvad, Fie Østerby
Francia: Marie Le Net
Gran Bretagna: Elinor Barker, Megan Barker, Louise Bates, Danielle Christmas, Anna Henderson, Jenny Holl, Sarah Storey
Germania: Franziska Brausse, Lisa Brennauer, Tanja Erath, Hannah Ludwig, Christa Riffel, Finja Smekal
Giappone: Shoko Kashiki, Eri Yonamine
Italia: Martina Alzini
Norvegia: Kristin Falck, Borghild Løvset
Nuova Zelanda: Ella Harris
Paesi Bassi: Anna van der Breggen, Annemiek Van Vleuten, Kirsten Wild
Polonia: Sonia Cięciel, Magdalena Czusz, Aurela Nerlo
Portogallo: Maria Martins
Spagna: Lourdes Oyarbide Jimenez
Sudafrica: Ashleigh Moolman Pasio
Svezia: Emma Belforth, Marlene Bjärehed, Cecilia Hansen
USA: Krista Doebel-Hickok, Kristen Faulkner, Jacqueline Godbe, Kristen Kulchinsky, Laura Matsen-Ko, Courtney Nelson, Shayna Powless, Lauren Stephens, Christie Tracy

gianluca.bruno@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Sergio Perez: “Le qualifiche non sono veritiere, domani saranno le gomme a fare la differenza”

F1, Laurent Mekies: “Qualifiche difficili, confidiamo nella strategia per fare meglio in gara”