Biathlon, Lisa Vittozzi: “Ho cambiato tanto in estate. Ora aspetto i frutti del lavoro svolto. Resto sempre molto ambiziosa”

Ospite di Sport2Day (il nuovo notiziario sportivo di OA Sport, presente anche sulla webtv Sport2U e su tutti i canali social e che compie oggi un mese), giovedì 12 novembre 2020, Lisa Vittozzi, da Sappada, classe ’95, 2 vittorie e 13 podi individuali in Coppa del Mondo, una medaglia olimpica, quattro iridate, più una coppa di specialità (individuale) vinta nel 2018-2019, ha parlato della suo stato di forma attuale, delle novità inserite d’estate durante gli allenamenti e degli obiettivi per la stagione appena iniziata (e che per lei scatterà il 27 novembre da Kontiolahti, in Finlandia, un contesto di gara molto gradito nel recente passato).

Questi alcuni passaggi significativi dell’intervista che potete gustarvi integralmente nel video sottostante: “Mi sento molto bene e soprattutto non vedo l’ora di gareggiare perché è passato troppo tempo dall’ultima competizione ufficiale. Mi sono allenata molto bene quest’estate, la carica c’è e la voglia di partire con il piede giusto anche. Kontiolahti è un contesto di gara che gradisco, vi ho gareggiato otto volte, con  quattro podi, tra cui il primo della mia carriera in Coppa del Mondo, e sei piazzamenti nelle dieci. E’ una pista che mi caratterizza molto, con una salita ‘spaccagambe’ e se non sei nella migliore condizione di forma tendi sicuramente a pagare dazio. Il calendario? Giusto accorpare le tappe, adesso dobbiamo salvaguardare la salute. La mia è stata un’estate molto impegnativa, ho cambiato diverse cose, mi sono rimessa in gioco e non è semplice tornare alle basi. Il biathlon è fatto di tanti meccanismi, soprattutto al poligono, e se li vai a spezzare poi ricostruirli richiede duro lavoro e tanta forza di volontà. Sono molto orgogliosa di quanto fatto, spero che le gare dimostrino che mettendosi in gioco si possano ottenere dei bei risultati. Sono una persona molto ambiziosa, mi piace scoprire dove posso arrivare. Voglio scoprire quanto posso spingermi al limite”. 

LA VIDEO INTERVISTA INTEGRALE A LISA VITTOZZI INIZIA AL TERZO MINUTO

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Twitter: @gianmilan76

Mail: gianmario.bonzi@gmail.com

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto:

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, le convocate dell’Italia per gli slalom di Levi. Presenti Federica Brignone e Marta Bassino, debutta Serena Viviani

Sci di fondo: sette convocati dell’Italia per il Ruka Nordic. Pellegrino, De Fabiani e Laurent già partiti in Finlandia