Basket, Serie A 2020-2021: Trento abbatte Sassari, doppio ko per le bolognesi

Sono stati tre gli anticipi disputati oggi per la settima giornata della Seria A 2020-2021. E sono tre sfide che non sorridono a Bologna, con la Virtus e la Fortitudo che cadono in casa contro Brindisi e Treviso, mentre con due quarti centrali devastanti Trento batte nettamente Sassari.

Terza sconfitta per la Virtus Bologna, che scivola in classifica, mentre Brindisi aggancia momentaneamente Milano in vetta alla classifica. Grande equilibrio a Bologna, con la Virtus che deve rinunciare ad Awudu Abass, mentre Brindisi entra in campo senza alcuna paura reverenziale. Così i primi minuti sono una sfida punto a punto, con le due formazioni che si studiano ed è la tripla di Thompson dopo 4 minuti a dare il primo mini strappo con gli ospiti che vanno a +4. Immediata la risposta delle V Nere, che impattano, ma è Brindisi a dettare il ritmo e si va al primo riposo con gli ospiti avanti 23-24. Continua il ballo nei primi minuti del secondo quarto, con la tripla di Teodosic che dà il 30-29 per i padroni di casa. Qui la musica di colpo cambia. Due triple di Udom, intervallate da altri canestri di Brindisi e da un blackout offensivo dei ragazzi di Djordjevic valgono un parziale di 12-0 per gli ospiti che scappano via. Weems ricuce parzialmente lo strappo, ma i pugliesi controllano la situazione e vanno al riposo lungo avanti 40-50.

La Virtus Bologna non riesce a chiudere il gap con l’avvio del secondo tempo e, anzi, Brindisi riesce anche ad allungare fino al +19 nella prima metà del terzo quarto. Teodosic e compagni, a questo punto, reagiscono proprio con due triple consecutive del loro leader e si va all’ultimo riposo con Brindisi avanti 65-76. La rimonta dei ragazzi di Djordjevic continua a inizio ultimo quarto, con Brindisi che fatica a trovare la via del canestro e il parziale di 10-2 porta le V Nere a un possesso di svantaggio. Canestro e libero di Pajola valgono il -2. Quando Brindisi sembra pronta a cedere, ecco che un nuovo parziale di 8-0 rilancia le chance degli ospiti che volano sul +10 con meno di due minuti da giocare. Ora Brindisi è in controllo, la Virtus alza bandiera bianca e gli ospiti mettono in cassaforte il match con la tripla di Willis. Si arriva al fischio finale con, dunque, Brindisi che si impone 88-98.

IL TABELLINO DI VIRTUS BOLOGNA-BRINDISI 88-98 (23-24, 17-26, 25-26, 23-22)
BOLOGNA: Teodosic 20, Weems 14, Adams 14
BRINDISI: Thompson 25, Harrison 20, Willis 14

Rialza la testa Trento, che si impone nettamente in casa contro Sassari e conquista la terza vittoria stagionale. Dà subito il ritmo al match Trento, che con un parziale iniziale di 9-2 obbliga Spissu e compagni a rincorrere. I sardi rispondono e impattano subito il match, portandosi anche avanti 9-11. La tripla di Browne ridà un +6 ai padroni di casa, gli ospiti non reagiscono e si va al primo stop con Trento avanti 17-13. È, però, la seconda metà di secondo quarto a dare la vera scossa alla partita. I ragazzi di Brienza nei primi minuti gestiscono il piccolo vantaggio acquisito, ma negli ultimi minuti imbrigliano l’attacco di Sassari, impediscono agli ospiti di trovare canestri facili, anzi di trovare proprio canestri, e con un parziale di 11-3 vanno al riposo avanti 45-32.

È l’inizio della fine per Sassari, che nel secondo tempo non trova la forza di reagire, con Trento che nel terzo quarto scappa definitivamente via. La tripla di Bendzius illude i sardi, ma i canestri dalla distanza di Browne e Maye portano Trento avanti 57-40. Sassari si blocca, nella seconda parte del quarto segna solo 9 punti, mentre i padroni di casa ne fanno 18 e si va all’ultimo riposo con la Dolomiti Energia avanti 75-49. L’ultimo quarto diventa, così, una formalità, con Sassari che riesce ad accorciare il gap, ma il divario è troppo e i ragazzi di Brienza devono solo controllare per portare a casa la vittoria per 92-78.

IL TABELLINO DI TRENTO-SASSARI 92-78 (17-13, 28-19, 30-17, 17-29)
TRENTO: Sanders 23, Williams 15, Browne 15
SASSARI: Bendzius 25, Burnell 18, Devecchi 11

Dall’obiettivo playoff all’incubo salvezza per la Fortitudo Bologna, che cade in casa anche con Treviso e ora è sola all’ultimo posto in classifica. La serata si conferma giocata sul filo dell’equilibrio anche nell’altro match bolognese, con Fortitudo e Treviso che combattono punto a punto almeno nel primo tempo. È Treviso, però, a dettare i ritmi della partita, guidando quasi sempre la sfida e due canestri di Akele danno il primo mini break sull’11-16. Una tripla di Banks a 90 secondi dalla fine del quarto dà il vantaggio alla Fortitudo, che va al primo riposo avanti 27-24. I padroni di casa allungano ancora fino al +7, poi però Treviso si ridesta con Logan che mette a segno il 5-0 che riporta gli ospiti sotto. La Fortitudo abbassa il ritmo, i veneti passano avanti, allungano fino al +5, poi la tripla di Aradori rimette Bologna a un canestro di distanza, ma un’altra tripla del solito Logan vale il 49-54 all’intervallo.

Treviso non rallenta a inizio ripresa e, anzi, è nuovamente Logan a trovare i canestri dalla distanza per il +11. Insistono gli ospiti, con Chillo che dà il nuovo massimo vantaggio sul 52-69, ma la Fortitudo non demorde e si riporta fino al -10, prima che un canestro ancora una volta di Logan manda tutti all’ultimo break sul 63-75. Ora per Treviso è il momento di controllare il match e difendere il buon vantaggio accumulato nella prima mezz’ora. E lo fa, ça va sans dire, con Logan che con un’ennesima tripla fa scappare via i suoi sul +17. I bolognesi provano a reagire, ma non vanno quasi mai sotto la doppia cifra di svantaggio e quando, a 90 secondi dalla fine, Chillo mette la tripla che riporta a +10 Treviso il match si chiude. Finisce 87-98 e Treviso stacca Bologna in fondo alla classifica

IL TABELLINO DI FORTITUDO BOLOGNA-TREVISO 87-98 (27-24, 22-30, 14-21, 24-23)
BOLOGNA: Banks 20, Withers 16, Saunders 15
TREVISO: Logan 35, Akele 18, Chillo 16

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI BASKET

duccio.fumero@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credits: Ciamillo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket femminile, Serie A1 2020-2021: Venezia batte Schio nel big match della 7a giornata, ok Bologna e Campobasso

Vuelta a España 2020: Mattia Cattaneo miglior italiano. Una top20 come punto di partenza