ATP Parigi-Bercy 2020, Marco Cecchinato crolla in due set contro Norbert Gombos

Si interrompe al primo turno la corsa di Marco Cecchinato all’ATP Parigi-Bercy 2020. Il tennista siciliano esce subito di scena contro Norbert Gombos, numero 105 del ranking mondiale, confermando la poca confidenza con il cemento, su cui ha vinto una sola partita in questo 2020. Partita in cui l’azzurro è stato molto falloso, cadendo per 6-2 7-6 in 79 minuti in un match per lui pieno zeppo di errori.

La giornata lascia subito presagire il peggio: il Ceck non trova il giusto feeling con il servizio e con il cemento, mai troppo congeniale alle sue caratteristiche. Il primo game è subito complicato, con il tennista azzurro che è subito costretto ai vantaggi; Gombos, da brava formichina, capitalizza subito la chance creatasi e conquista subito il break. Un break che non mollerà più, mantenendo solidità al servizio e profondità di colpi, con il siciliano che inizia ad andare fuori giri. Altro break subito nel settimo gioco e il primo set va via sul 6-2 in 27 minuti, con Cecchinato che non riesce proprio a sbrogliare la matassa.

Anche il secondo set inizia male per l’azzurro: al terzo gioco è già costretto a cedere la battuta a trenta, sbattendo violentemente la racchetta sul cemento per frustrazione. Il gesto di stizza funziona però come sussulto per il Ceck, che riesce finalmente a capire come attaccare il servizio avversario e si rimette immediatamente in carreggiata. Gombos si rimette subito sui binari della concretezza, tornando a servire in maniera antipatica per il nostro portacolori, e nell’undicesimo gioco si procura tre palle break che somigliano tanto ad un match point. Ceck è bravo a cavare il sangue dalle rape e a prolungare il game ai vantaggi, ritrovando una gran prima di servizio. Si arriva al tiebreak, dove però si conferma la tendenza dell’intera partita: slovacco che non soffre al servizio, al cospetto di un Cecchinato assai ballerino con i suoi migliori fondamentali. Per Gombos è dunque facile chiudere il game decisivo sul 7-2, grazie all’ennesimo errore dell’avversario.

Confronto davvero con poca storia: Gombos ha offerto solo due palle break al nostro portacolori, vincendo il 90% degli scambi con la sua prima di servizio e attaccando molto meglio la sua seconda (61%, 17/28). Marco invece ha servito male, offrendo tante occasioni al suo avversario durante il match (34/49 sulla prima di servizio, un misero 11/28 sulla seconda, 9 palle break complessive concesse).

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
ATP Parigi Bercy 2020 Marco Cecchinato Norbert Gombos

ultimo aggiornamento: 02-11-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, SuperLega: Perugia-Modena rinviata, troppe positività al Covid-19 tra i Block Devils. Salta la terza partita

Ciclismo, Dylan Groenewegen torna ad allenarsi dopo l’incidente al Giro di Polonia