Vuelta a España 2020, Primoz Roglic concede il tris a Suances e torna in testa. Terzo Andrea Bagioli

Primoz Roglic non si ferma più: lo sloveno timbra il cartellino per la terza volta in questa edizione della Vuelta a España 2020 sull’arrivo di Suances. L’alfiere della Jumbo-Visma ha vinto in volata, su uno strappo di circa due chilometri al 6%, davanti all’austriaco della Bora-Hansgrohe, Felix Grossschartner, ed all’azzurro Andrea Bagioli, della Deceuninick-Quick Step. Roglic, oltretutto, avendo guadagnato dieci secondi di abbuono e tre grazie ad un buco su Richard Carapaz (Ineos), torna leader della classifica generale.

La tappa è stata contraddistinta da un tentativo di quattro atleti composto dal belga Brent Van Moer (Lotto Soudal), dallo spagnolo Jonathan Lastra (Caja Rural Seguros), e dai neerlandesi Pim Ligthart ( Total Direct Energie) ed Alex Molenaar (Burgos BH). La fuga è stata ripresa a 16 chilometri dall’arrivo e da quel momento sono iniziate le fasi di avvicinamento allo sprint sullo strappo finale. Il portoghese Ivo Oliveira (UAE Team Emirates) ed il francese Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step) hanno provato ad anticipare la volata, ma il plotone non ha lasciato loro spazio.

A cinquecento metri dall’arrivo Roglic era ancora imbottigliato a centro gruppo, ma appena è stato lanciato lo sprint, lo sloveno ha rimontato prepotentemente posizioni su posizioni e negli ultimi cento metri ha preso la testa e nessuno è riuscito ad insidiarlo. Bagioli, dal canto suo, ha iniziato lo sprint poco prima del vincitore della Liegi-Bastogne-Liegi, che era alla sua ruota. L’azzurro si è un po’ piantato nel finale, ma è riuscito, comunque, a difendere un eccellente podio di tappa.

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golf, sospeso per oscurità il secondo giro del Cyprus Open 2020. Jamie Donaldson e Marcus Armitage in testa, ottimo 17° Lorenzo Gagli

Classifica Vuelta a España 2020, decima tappa: Primoz Roglic torna in vetta alla graduatoria! Carapaz con lo stesso tempo!