Superbike, GP Estoril 2020: Jonathan Rea è pronto per il sesto titolo e per la leggenda

Al capolavoro di Jonathan Rea, l’ennesimo della sua carriera, mancano solamente gli ultimi ritocchi. Il quadro è già ampiamente pronto, linee e colori sono stati piazzati a dovere,  manca quindi solamente la firma in calce all’opera. Il portacolori della Kawasaki, infatti, è ai nastri di partenza del fine settimana del Gran Premio dell’Estoril del Mondiale Superbike 2020 con l’obiettivo di chiudere i conti e vincere il suo sesto titolo iridato nella categoria dedicata alle moto derivate di serie.

Il nord-irlandese, a meno di clamorosi ribaltoni, andrà nuovamente a riscrivere i record della Superbike, con il suo titolo numero 6. Allungando ulteriormente su Carl Fogarty che ne aveva vinti 4, oppure Troy Bayliss che era a quota 3. Jonathan Rea invece è ad un passo dai 6. Uno dietro l’altro. Senza un attimo di respiro e soluzioni di continuità. Dal 2015 ad oggi, non c’è stata storia in questo campionato. I rivali sono stati tutti messi all’angolo, uno dopo l’altro, senza possibilità di replica. Ed è successa la stessa cosa anche in questo 2020.

Scott Redding, dopotutto, ha potuto ben poco contro il nativo di Ballymena. Cinque manche le ha portate a casa (anche l’ultima di Magny-Cours che gli ha permesso di rimandare l’ufficialità del titolo proprio all’ultima tappa dell’Estoril) con 13 podi totali. Un andamento eccellente, non c’è che dire, ma comunque troppo poco per mettere in discussione il dominio del portacolori della Kawasaki che guida la classifica generale con 340 punti, contro i 281 del ducatista.

All’Estoril, dove si era corso solamente nel 1988 e 1993, per Jonathan Rea occorrerà davvero svolgere il minimo sindacale per togliere lo champagne dal ghiaccio. Ci saranno 62 punti in palio e lui, con 59 di vantaggio su Redding, può dormire sonni assolutamente sereni. Il sesto titolo è pronto ad essere festeggiato a dovere, è solo questione di tempo. Vedremo come si svilupperà questo fine settimana che darà l’arrivederci ad una stagione tribolata ma intensa, con diverse nuove piste ma una grande costante: il campione del mondo, per la sesta volta, sarà sempre un ben noto nord-irlandese…

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SULLA SUPERBIKE

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuoto, Calendario 2020-2021: si parte con il Trofeo Nico Sapio, gli Assoluti a dicembre per la qualificazione olimpica

Giro d’Italia 2020, Tonina Pantani: “Sarò alla partenza e all’arrivo della 12ma tappa con un grande dolore nel cuore”