Sci alpino, Gino Caviezel in testa dopo la prima manche a Soelden. De Aliprandini a caccia del podio

Lo svizzero Gino Caviezel è in testa dopo la prima manche del gigante di Soelden. Una classifica, però, davvero cortissima, visto che i primi dieci sono racchiusi in neanche otto decimi. L’elvetico sorprende e chiude con il miglior tempo (1’08’13) al termine di una prova davvero pulita e senza sbavature prima sul muro e poi anche sul lungo piano finale.

Come detto una classifica davvero ravvicinata e lotta per il podio apertissima. In seconda posizione c’è lo sloveno Zan Kranjec, staccato di soli sei centesimi, mentre in terza posizione si trova Henrik Kristoffersen, che paga dieci centesimi a Caviezel. Il duello tanto atteso tra il norvegese ed Alexis Pinturault è vivissimo, visto che il francese è quarto con 15 centesimi di ritardo dalla vetta.

Quinto posto per il norvegese Lucas Braathen (+0.24), che precede gli svizzeri Loic Meillard (+0.28) e Marco Odermatt (+0.31). Ottavo l’altro norvegese Leik-Kristian Nestvold Haugen (+0.42), mentre al nono posto c’è un ottimo Luca de Aliprandini, che ha sciato davvero molto bene sul piano, chiudendo alla fine a 57 centesimi dalla vetta della classifica. A completare la Top-10 c’è l’americano Ted Ligety, distanziato di 77 centesimi.

Gli altri azzurri sono lontani in classifica, anche se il distacco non è elevato. Manfred Moelgg rientra in gara dopo il lungo infortunio e chiude a 1.46. Più attardati Giovanni Borsotti (+1.71) e Roberto Nani (+1.89). Daniele Sorio (+2.39) sfiora la qualificazione alla seconda manche, chiudendo a soli sette centesimi dal trentesimo. Oltre i tre secondi, invece,  Stefano Baruffaldi e Tommaso Sala.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI SCI ALPINO

andrea.ziglio@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Moto2, risultato warm-up GP Aragon 2020: Sam Lowes il migliore, Marco Bezzecchi 4° e Luca Marini 6°. Bastianini indietro

Tennis, Roger Federer: “Potrei tornare in campo agli Australian Open. Fin quando mi divertirò continuerò a giocare”