Roland Garros 2020, Rafael Nadal fa 13 a Parigi e raggiunge Roger Federer. Il Re della terra è sempre lui

Rafael Nadal fa 13. Detta così, potrebbe ricordare i tempi del Totocalcio. In realtà, l’asso spagnolo del tennis ha dato un nuova dimostrazione di quanto la terra rossa del Roland Garros sia per lui sinonimo di vittoria. Nella Finale di oggi contro il n.1 del mondo Novak Djokovic, un autentico dominio. Un’egemonia favorita da una giornata negativa di Nole (52 errori non forzati), ma da un Rafa che si è espresso su livelli decisamente alti: 31 winners e 15 gratuiti la dicono lunga. E quindi? Vittoria n.100 nei singoli match parigini su 102 partite disputate…

Numeri che possono dire tante cose se si pensa che per la quarta volta il maiorchino conclude il percorso parigino senza perdere un set. Dopo il 2008, il 2010 e il 2017, è stato il 2020 il quarto anno da percorso netto e lo spagnolo l’ha fatto in condizioni climatiche poco favorevoli per il suo tennis in top-spin. Nonostante tutto e il chiacchiericcio sulla velocità dei campi e le palline simile a dei sassi, il n.2 del ranking ha messo d’accordo tutti e nel match d’oggi non c’è stata storia. Anzi, Rafa ha fatto la storia, raggiungendo a quota 20 Slam Roger Federer e candidandosi con grande convinzione a superare il fuoriclasse svizzero in qualità di tennista più vincente di sempre.

La dimostrazione di forza di oggi è stata a tratti imbarazzante. I cambi di ritmo, le variazioni hanno creato tantissime crepe nella difesa del serbo. E’ stato così relativamente semplice per Nadal far sua questa partita e mandare un chiaro messaggio anche agli esponenti della nouvelle vague. Al di là di uno splendido Jannik Sinner che avrebbe potuto strappare almeno un parziale al campione spagnolo, è arrivata una nuova bocciatura per il gruppo dei giocatori che aspirano alla successione. Il “Re” della terra è sempre lui e la sensazione è che lo status quo sarà difficile da alterare.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Rafael Nadal Roger Federer Roland Garros 2020

ultimo aggiornamento: 11-10-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020: Joao Almeida resiste, ma in salita fa fatica. Incognita terza settimana

Giro d’Italia 2020: Vincenzo Nibali, giornata storta o condizione non ottimale? I dubbi dello Squalo