Pagelle Inter-Milan 1-2, voti derby Serie A 2020-2021: Ibrahimovic migliore in campo, male la difesa nerazzurra

PAGELLE INTER-MILAN

INTER

Handanovic 6.5: Para il rigore ad Ibrahimovic ma sulla ribattuta dello svedese non può nulla, incolpevole anche sulla rete dello 0-2.

D’Ambrosio 5: Saltato troppo facilmente da Leao nell’azione dello 0-2.

De Vrij 6: Dei tre difensori interisti è l’unico che non combina guai.

Kolarov 5: Incredibilmente ingenuo, atterra Ibrahimovic in area di rigore causando il penalty che porta al vantaggio rossonero. L’azione del 1-2 parte da una sua iniziativa.

Hakimi 6: Molto attivo quando spinge, si divora il gol del 2-2 su un servizio delizioso di Vidal. Ammonito per proteste al 83′.

Brozovic 5: Condizione fisica non ottimale, non brilla neanche in cabina di regia. Ammonito al 64′ per un fallo tattico su Theo Hernandez. Dal 67′ Eriksen 5.5: non riesce minimamente ad incidere.

Vidal 5.5: Primo tempo sottotono. Nella ripresa serve un cioccolatino ad Hakimi, il quale spreca di testa. Si becca un cartellino giallo al 68′ per un duro intervento su Hernandez. Dal 83′ Sanchez S.V.

Perisic 6: Egoista in un paio di circostanze dove preferisce la conclusione telefonata rispetto al servizio per un compagno. Suo l’assist per Lukaku che permette all’Inter di accorciare le distanze.

Barella 6: Prova a dialogare con i compagni ma con scarso successo. Come sempre ci mette tanta corsa e tanta grinta.

Lukaku 6.5: Parte male, non si vede per 30′, poi trova la zampata del 1-2 su assist di Perisic.

Lautaro 6: Il più attivo dei suoi nel primo tempo, cala notevolmente nella ripresa.

 

MILAN

Donnarumma G. 5.5: Non perfetto in uscita sul cross di Perisic, Lukaku può siglare la marcatura a porta vuota.

Calabria 5.5: Si fa sorprendere dalla sovrapposizione di Perisic nel corso dell’azione del 1-2.

Kjaer 6: Non riesce a prendere le misure a Lautaro Martinez che lo anticipa sempre nella prima frazione di gioco. Provvidenziale il suo salvataggio sulla linea che nega allo stesso Martinez il gol del 2-2.

Romagnoli 6: Riesce a tenere quasi sempre il duello fisico con Lukaku, partita consistente per lui.

Theo Hernandez 6: Soffre le incursioni di Hakimi ad inizio partita. Nella ripresa gioca con più convinzione.

Kessié 6: Si destreggia con grande efficacia in entrambe le fasi di gioco. Ammonito per un fallo tattico al 45′, rischia il doppio giallo nel secondo tempo e viene graziato. Dal 87′ Tonali S.V.

Bennacer 6.5: Un motorino in mezzo al campo, recupera palloni e li smista in modo intelligente.

Saelemaekers 6.5: Strappo poderoso che brucia Brozovic e dà il là all’azione dello 0-2. Dal 62′ Castillejo 6: svolge bene i compiti difensivi richiesti da Pioli

Calhanoglu 6.5: Tra le linee fa malissimo alla difesa avversaria, un trequartista a tutto tondo.

Leao 7: Salta secco D’Ambrosio e serve un assist delizioso per lo 0-2 marcato da Ibrahimovic. Fa letteralmente impazzire il difensore avversario per tutto il tempo che è in campo. Dal 62′ Krunic 5.5: Errore del bosniaco che tutto solo davanti ad Handanovic manda alle stelle il possibile 1-3.

Ibrahimovic 7.5: Conquista il rigore, lo sbaglia, ma poi sulla ribattuta regala lo 0-1 al Milan. Si fa trovare al posto giusto pochi minuti più tardi e realizza il secondo gol di serata. Nella ripresa è fondamentale nel tenere i palloni lanciati lontano dalla retroguardia milanista.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL CALCIO

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rugby, Champions Cup: il Racing si suicida, Exeter vince ed è campione d’Europa!

VIDEO Inter-Milan 1-2: highlights, gol e sintesi. Decide Ibrahimovic, non basta Lukaku