Pagelle Giro d’Italia 2020, tappa di oggi: Diego Ulissi perfetto, Peter Sagan ci prova. Buoni segnali da Nibali

PAGELLE SECONDA TAPPA GIRO D’ITALIA 2020

Diego Ulissi, voto 10: settima meraviglia per lui nella Corsa Rosa. Partiva tra i favoriti, ma la condizione, dopo un Mondiale non al top, era un’incognita. Invece si fa trovare pronto su un arrivo perfetto alle sue caratteristiche: testa e gambe, con una tattica perfetta (supportato dal fido compagno Valerio Conti) e una sparata eccezionale negli ultimi 200 metri per prendersi la vittoria. Avrà altre opportunità, dovrà essere pronto a coglierle.

Peter Sagan, voto 8: fa subito capire che non è venuto al Giro d’Italia per fare da comparsa. Protagonista sul finale, rincorre e raggiunge Ulissi, ma l’azione su un tratto in salita abbastanza in pendenza gli fa perdere le energie per la volata finale che conclude solamente al secondo posto. Punti importanti per la Maglia Ciclamino, punterà però sicuramente ad un successo.

Mikkel Frølich Honoré, voto 8: in una Deceuninck Quick-Step che continua a sfornare talenti, ecco che viene fuori il danese. Tiene alla grande la ruota di Ulissi sull’ascesa finale, poi ovviamente contro due specialisti in volata può poco, ma coglie comunque un’eccellente terza piazza.

Luca Wackermann, voto 7,5: una quinta piazza di valore eccelso per l’uomo della Vini Zabù – KTM. Prova la sparata all’ultimo chilometro, quando viene ripreso non si arrende e continua del suo passo, cogliendo un super risultato. Ci riproverà di sicuro.

Michael Matthews, voto 6: prestazione sufficiente. Era il favorito di giornata, si limita a rimanere in gruppo, vincendo la volata dei battuti e chiudendo quarto.

Vincenzo Nibali, voto 7: attivissimo nella parte avanzata del plotone, il siciliano dà ottimi segnali in vista della scalata all’Etna di domani. Ottava piazza che dà morale.

Filippo Ganna, voto 7: giornata in controllo per la Maglia Rosa che mantiene il simbolo del primato. Domani tornerà ad essere gregario di lusso per Geraint Thomas.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Roland Garros 2020, Jannik Sinner nella top-20 dei tennisti più giovani nei quarti di finale di uno Slam

Giro d’Italia 2020, Vincenzo Nibali pimpante in testa al gruppo: lo Squalo dà segnali e ora tocca all’Etna