Liegi-Bastogne-Liegi 2020: il borsino dei favoriti. Ci attende un altro duello tra Hirschi e Alaphilippe?

Non solo Giro d’Italia, domani. Questa domenica, infatti, si svolgerà anche l’edizione 2020 della Doyenne, la classica più antica del panorama ciclistico internazionale, la Liegi-Bastogne-Liegi. Sarà la prima gara di Julian Alaphilippe con addosso la maglia di campione del Mondo conquistata la scorsa settimana ad Imola. Il transalpino punta fortissimo a questa manifestazione che ancora manca nel suo palmares, ma dovrà vedersela contro una concorrenza a dir poco agguerrita. Il suo rivale principale sarà, probabilmente, quel Marc Hirschi, fresco re della Freccia Vallone, che ormai è la sua nemesi.

I due, tuttavia, dovranno stare attenti a non curarsi troppo l’un l’altro, poiché, altrimenti, rischiano di fare il gioco dei tantissimi altri grossi calibri che prenderanno parte alla Doyenne.
A cominciare dalla coppia slovena composta da Primoz Roglic e Tadej Pogacar, i quali, dopo essersi giocati tra di loro il Tour, non sono andati in vacanza, ma hanno deciso di provare a essere competitivi anche nelle gare in linea. Di seguito, con il nostro borsino, andiamo a scoprire i nomi dei favoriti e degli outsider dell’imminente Liegi-Bastogne-Liegi.

IL BORSINO DELLA LIEGI-BASTOGNE-LIEGI 2020

*** Julian Alaphilippe, Marc Hirschi
** Michal Kwiatkowski, Primoz Roglic, Tadej Pogacar, Michael Woods
* Maximilian Schachmann, Lennard Kamna, Adam Yates, Daniel Martinez, Rigoberto Uran, Valentin Madouas, Warren Barguil, Mikel Landa, Damiano Caruso, Dylan Teuns, Wout Poels, Tim Wellens, Tom Dumoulin, Benoit Cosnefroy, Guillaume Martin, Richie Porte, Daniel Martin

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020, Vincenzo Nibali: “Voglio essere protagonista, non ho né paura di vincere né paura di perdere”

Softball: le convocate dell’Italia per il raduno di Pescara. Primo ritrovo dall’inizio dell’anno