Giro d’Italia 2020: Wilco Kelderman diventa il favorito n.1. Grande regolarista in salita, vantaggio importante su Nibali



Dopo il responso dell’odierna cronometro del Prosecco, quattordicesima tappa del Giro d’Italia 2020 che da Conegliano portava a Valdobbiadene per un totale di trentaquattro chilometri, il neerlandese Wilco Kelderman ha dinnanzi a sé l’opportunità di svoltare la sua carriera. Il corridore della Sunweb, che ha perso appena 16″ dalla maglia rosa Joao Almeida, si trova ad appena 56″ dalla testa della classifica generale. Tutti gli altri corridori che ambiscono al successo finale, invece, hanno un distacco superiore ai due minuti e mezzo nei confronti del lusitano.

Kelderman è un corridore ormai esperto che vanta diverse top-10 nei grandi giri. Da U23 era considerato un predestinato: vinceva in salita, a cronometro e anche in volate abbastanza numerose. Da professionista, tuttavia, tanta sfortuna e la difficoltà nel gestire la pressione non gli hanno permesso di realizzare tutto il suo potenziale. Giunto a 29 anni, però, Wilco, corridore dalla pedalata elegante come il battito d’ali di un cigno, può finalmente ambire a conquistare un successo di assoluto pregio.

Loading...
Loading...

Ad oggi, Kelderman, in salita, pare avere qualcosa in più di Joao Almeida, ma più passano i giorni e più il portoghese sembra prendere coscienza dei suoi mezzi. Se il neerlandese, però, dovesse replicare prestazioni come quelle di Val Martello al Giro d’Italia 2014 o del Col du Beal al Giro del Delfinato dello stesso anno, quando lottò alla pari con Froome e Contador, allora potrà mettere alle corde tutti i suoi rivali, incluso il leader della Deceuninck-Quick Step.

Wilco, oltretutto, ha dalla sua il fatto di conoscere bene le tre settimane, al contrario dell’attuale maglia rosa che è alla prima partecipazione a un grande giro. Per questo motivo, è altamente probabile che si sia gestito meglio in questi primi quattordici giorni che continuerà a farlo, mentre Almeida potrebbe pagare una gestione non ottimale delle energie.

Va sottolineato, infine, che Kelderman ha al suo fianco anche una squadra che potrà controllare la gara se il neerlandese prenderà la maglia rosa. La Sunweb, infatti, con corridori come Jai Hindley, Sam Oomen e Chris Hamilton è molto solida in salita e difficilmente gli altri uomini di classifica riusciranno a isolare Wilco. Il Giro, chiaramente, è ancora lunghissimo, ma dopo oggi Kelderman è un serissimo candidato ad alzare il trofeo senza fine a Milano.

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top