Giro d’Italia 2020, quali saranno le prossime salite? Attesa per il Montescuro e Roccaraso, lotta tra i big

Il primo arrivo in salita del Giro d’Italia 2020 ha regalato tantissime emozioni e ha espresso verdetti importantissimi. I britannici Geraint Thomas e Simon Yates, grandi favoriti della vigilia, sono andati letteralmente alla deriva e sono usciti dalla classifica. Vincenzo Nibali e il danese Jakob Fuglsang sono stati i migliori tra gli annunciati big della vigilia, mentre il portoghese Joao Almeida ha vestito la maglia rosa e l’ecuadoriano Jonathan Caiceco si è assicurato la frazione con arrivo sull’Etna.

La classifica ha subito scossoni importanti e ora si attendono le prossime montagne. Quando si tornerà a salire concretamente al Giro d’Italia? Basterà aspettare un paio di giorni, perché mercoledì 7 ottobre è in programma una frazione da non sottovalutare: i 225 km da Mileto a Camigliatello Silano propongono l’insidioso Valico di Montescuro, un GPM di prima categoria lungo ben 24,2 km al 5,6% di pendenza media e la cui cima è posta a 11,6 km dal traguardo. I big potrebbero muoversi su quell’asperità e mescolare nuovamente le carte in tavola, lo stesso Simon Yates potrebbe provarci se dovesse recuperare la forma giusta. Successivamente sono previste due tappe semplici, gli arrivi di Matera e Brindisi saranno riservati o alle fughe o ai velocisti.

La tappa di Vieste è mossa, ma non sembra adatta agli uomini di classifica. Da non perdere la nona tappa, in programma domenica 11 novembre: secondo arrivo in salita di questo Giro d’Italia, si arriverà a Roccaraso (ultimi 2 km al 7,2% di pendenza media) dopo aver superato il Passo Lanciano, il Passo San Leonardo e il Bosco di Santantonio. Chi vestirà la maglia rosa al termine della prima settimana del Giro d’Italia 2020?

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Giro d'Italia 2020

ultimo aggiornamento: 05-10-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020, il grande cuore di Giovanni Visconti: va in fuga e sogna la vittoria, ma Caicedo lo beffa

Giro d’Italia 2020, Domenico Pozzovivo tonico in salita: obiettivo top-5 e sogno podio