Giro d’Italia 2020: lo Stelvio fa grossi danni. Sunweb in trionfo: vince Hindley, Kelderman in rosa

Era la tappa più attesa, la diciottesima del Giro d’Italia 2020, con partenza da Pinzolo e arrivo a Laghi di Cancano, e non ha tradito le aspettative. Lo Stelvio, montagna più alta della Corsa Rosa, è stato ricco di sorprese. Il Team INEOS Grenadiers ribalta la classifica generale con uno scatenato Tao Geoghegan Hart, ma a vincere è il giovane Jai Hindley (Team Sunweb). Colpo doppio per lo squadrone tedesco che conquista anche la Maglia Rosa con Wilco Kelderman. 

Inizio in salita, con andatura ovviamente altissima in gruppo. Non c’è stato modo sul GPM di Campo Carlo Magno di formare la fuga giusta, mentre il tentativo si è creato successivamente, tra discesa e fondovalle. All’attacco in dieci: Alessandro Tonelli (Bardiani CSF Faizanè), Dario Cataldo, Sergio Samitier, Antonio Pedrero (Movistar), Ben O’Connor, Louis Meintjes (NTT), Filippo Ganna, Ben Swift (Ineos Grenadiers), Fabio Felline (Astana), Stephane Rossetto (Cofidis), Daniel Navarro (Israel Start-Up Nation), Thomas De Gendt, Matthews Holmes (Lotto Soudal), Joe Dombrowski (UAE Team Emirates). A loro successivamente si sono aggiunti Ruben Guerreiro (EF), Joe Dombrowski (UAE Team Emirates), Matthew Holmes (Lotto Soudal), Louis Meintjes (NTT), e due uomini della Movistar, Sergio Samitier e Antonio Pedrero.

Il plotone però non ha lasciato troppo spazio. A tirare infatti si è messo il Team Sunweb che, mantenendo un ritmo regolare, ha lasciato un margine risicato ai fuggitivi. Il momento decisivo è arrivato ovviamente sulla Cima Coppi di questo Giro, il Passo dello Stelvio. Davanti ci ha riprovato in solitaria il vincitore della tappa di ieri, l’australiano Ben O’Connor. Cambio di schema in testa al plotone con un Rohan Dennis (Team INEOS Grenadiers) maestoso che ha fatto il vuoto assieme al proprio capitano Tao Geoghegan Hart e alla coppia Sunweb formata da Jai Hindley e Wilco Kelderman. Subito in crisi tutti gli altri, a partire dalla Maglia Rosa Joao Almeida (Deceuninck – Quick Step), passando per Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) e Rafal Majka (Bora-hansgrohe). Dopo qualche chilometro altro colpo di scena davanti con anche Kelderman in difficoltà, rimasto da solo in cima dove ha scollinato per primo Dennis seguito da Geoghegan Hart e Hindley.

Il tutto si è andato a decidere sull’ascesa conclusiva: Dennis ha terminato il proprio lavoro, la vittoria di tappa se la sono andata a giocare Geoghegan Hart e Hindley. Nella volata ristretta l’australiano si è imposto piuttosto nettamente. Alle loro spalle un più che positivo Pello Bilbao (Bahrain-McLaren) che ha preceduto Jakob Fuglsang (Astana). A 2’17” un Kelderman in difficoltà che in ogni caso va a prendersi la Maglia Rosa. A quasi 5′ l’ex leader della classifica Almeida con Nibali.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Judo, Italia esclusa dal Grand Slam di Budapest. 3 azzurri positivi a Covid-19 all’arrivo in Ungheria

Ordine d’arrivo Giro d’Italia 2020, risultato di oggi: Jai Hindley su Tao Geoghegan Hart a Laghi di Cancano! Kelderman 5° e nuova maglia rosa