Giro d’Italia 2020, il coraggio di Joao Almeida. Ma Kelderman è già virtualmente padrone della corsa



Una salita finale di Piancavallo che ha fatto sfracelli. È successo di tutto nella quindicesima tappa del Giro d’Italia 2020, l’ultima prima del giorno di riposo che lancerà verso la terza settimana. Joao Almeida è riuscito a conservare con le unghia e con i denti la Maglia Rosa, che indossa ormai da tredici giorni, ma il rivale principale, Wilco Kelderman, è sempre più vicino ed ha il trend a proprio favore.

Da ammirare ovviamente il coraggio del giovane portoghese. Una cronoscalata individuale per lui, dopo che ha perso contatto dal trenino guidato da Jay Hindley con lo stesso Kelderman alla ruota. L’atleta della Deceuninck – Quick Step è arrivato stremato al traguardo, ma con una voglia immensa di riuscire a tenere sulle spalle il simbolo del primato. Purtroppo però ora arriveranno per lui tantissime salite e sarà quasi impossibile gestire i 15” rimasti di margine.

Loading...
Loading...

La corsa sembra essere già nelle mani di Kelderman, anche se ovviamente nel ciclismo può succedere di tutto. L’olandese ha dimostrato di essere inattaccabile, al momento, in salita e anche a cronometro, in più ha a disposizione la squadra più performante presente, con gregari di lusso (il già citato Hindley è stato mostruoso oggi).

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top