Ginnastica artistica, Serie A: a Napoli si lotta per la Final Six, obiettivo scudetto. E le retrocessioni…

Sabato 17 ottobre si tornerà finalmente in pedana. Dopo quasi otto mesi di assenza forzata a causa dell’emergenza sanitaria, la ginnastica artistica è pronta per riprendersi il suo spazio e per tornare a essere grande protagonista. La Serie A dei grandi attrezzi riparte da Napoli, con la terza tappa in programma sabato 17 ottobre: si tratta di un appuntamento fondamentale perché decreterà le sei squadre che tra poche settimane si sfideranno sempre nel capoluogo campano per la conquista dello scudetto. Ma dove eravamo rimasti?

Guarda la Serie A di ginnastica artistica live su DAZN

La Brixia Brescia è saldamente al comando. Le Campionesse d’Italia hanno dominato le prime due prove e conducono con 60 punti speciali. Giorgia Villa, Asia D’Amato, Alice D’Amato, Martina Maggio sono pronte per continuare a vincere, purtroppo non saranno supportate da Elisa Iorio, assente a causa di un infortunio. La Leonessa insegue il terzo sigillo consecutivo in questa stagione, ma per conquistare il suo 18mo scudetto (il settimo di fila) dovrà comunque passare dalla Final Six.

A Napoli si lotterà, infatti, per qualificarsi agli atti conclusivi del campionato, dove verrà messo in palio il tricolore. Centro Sport Bollate (50 punti speciali) e Ginnastica Civitavecchia (46) sono messe molto bene per raggiungere questo obiettivo, mentre per gli altri tre posti è lotta apertissima tra cinque formazioni: WSA San Benedetto del Tronto (42), Artistica ’81 Trieste (38), Juventus Nova Melzo (38), Ginnastica Salerno (36) e Giglio Montevarchi (36). In pedana non rivedremo soltanto le Fate ma anche altre atlete di punta: Civitavecchia punta su Chiara Vincenzi, Giulia Bencini, Giulia Cotroneo, Manila Esposito (seconde ad Ancona); il Centro Sport Bollate è nelle mani di Giada Grisetti e Micol Minotti; Salerno, superlativa terza nell’ultima gara, ha in dote Emily Armi, Giulia Paglia e Giulia Leone; la WSA ha dalla sua Maria Vittoria Cocciolo; il Giglio Montevarchi può ovviamente fare affidamento sulla classe di una big come Lara Mori.

Discorso apertissimo per la retrocessione in Serie A2: le tre squadre peggiori diranno addio al massimo campionato. Al momento sono Corpo Libero Gym Team Padova (22 punti speciali), GAL Lissone (22), Audace Sport (14). Per salvarsi devono cercare di battere il Fanfulla 1874 Lodi, al momento a quota 30 punti ma privo dell’infortunata Desiree Carofiglio: recuperare comunque otto lunghezze sarà tutt’altro che semplice. Lo scivolone delle brianzole, capaci di vincere 12 scudetti (l’ultimo nel 2013), sarebbe clamoroso.

Al maschile, invece, la Spes Mestre conduce con 55 punti speciali (terza a Firenze, prima ad Ancona) e ha una lunghezza di vantaggio sulla Ginnastica Salerno (doppio secondo posto), leggermente più attardate la Ares (49, aveva vinto a Firenze) e la Virtus Pasqualetti Macerata (46). Queste quattro formazioni sembrano abbastanza certe delle qualificazione alla Final Six, mentre per gli altri due posti è lotta aperta tra Pro Patria Bustese (38), Ginnastica Civitavecchia (38), Giovanile Ancona (36) e Pro Carate (32). I brianzoli devono comunque stare attenti al rischio retrocessione perché il margine su Corpo Libero Padova (26) e Panaro Modena (26) è molto contenuto. Juventus Nova Melzo (20) e Ginnastica Sampietrina Seveso (14) sono praticamente già spacciate.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI GINNASTICA ARTISTICA

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Simone Ferraro/FGI

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020, Thomas De Gendt cambia idea: “Penso che la gara sia abbastanza sicura, mi scuso con RCS”

Giro d’Italia 2020, Mauro Vegni: “Faremo dei tamponi ulteriori, corridori testati praticamente ogni giorno”