DIRETTA Vuelta a España 2020, prima tappa LIVE: Roglic batte Carapaz. Froome sprofonda, Dumoulin e Valverde attardati


CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DELLA TAPPA DELLA VUELTA DI SPAGNA

Loading...
Loading...

LA CLASSIFICA AGGIORNATA DELLA VUELTA DI SPAGNA

VIDEO HIGHLIGHTS TAPPA VUELTA DI SPAGNA

18.00 Grazie per aver vissuto con noi le emozioni della prima tappa della Vuelta a España 2020 e buon proseguimento di serata.

17.59 Chris Froome ha completamente mollato ed è uscito di classifica. Il sudafricano è arrivato al traguardo con 11’22” da Roglic.

17.56 La classifica generale dopo la prima tappa.

1 ROGLIČ Primož Team Jumbo-Visma 4:22:24
2 CARAPAZ Richard INEOS Grenadiers 0:05
3 MARTIN Dan Israel Start-Up Nation 0:07
4 CHAVES Esteban Mitchelton-Scott 0:11
5 GROSSSCHARTNE Felix BORA – hansgrohe ,,
6 MAS Enric Movistar Team ,,
7 CARTHY Hugh EF Pro Cycling 0:14
8 KUSS Sepp Team Jumbo-Visma 0:20
9 BENNETT George Team Jumbo-Visma 0:50
10 BAGIOLI Andrea Deceuninck – Quick Step 1:01
11 VALVERDE Alejandro Movistar Team ,,
12 GESINK Robert Team Jumbo-Visma ,,
13 IZAGIRRE Gorka Astana Pro Team ,,
14 NIEVE Mikel Mitchelton-Scott ,,
15 DE LA CRUZ David UAE-Team Emirates ,,
16 DUMOULIN Tom Team Jumbo-Visma ,,
17 FORMOLO Davide UAE-Team Emirates ,,

17.54 Il trionfo di Primoz Roglic sul traguardo di Arrate!

17.52 Prima tappa che ha consegnato la maglia rossa allo sloveno e ha già visto il tramonto di Chris Froome che ha accumulato moltissimi minuti di ritardo.

17.50 E’ stata una tappa fantastica con un finale fatto a ritmo forsennato. Il più brillante è stato senza ombra di dubbio Kuss, in controllo i due super favoriti Roglic e Carapaz.

17.48 Ottima prestazione anche per il nostro Andrea Bagioli giunto al traguardo con 51” di ritardo da Roglic.

17.46 Ecco la classifica della prima scoppiettante tappa della Vuelta a España 2020
1 ROGLIČ Primož Team Jumbo-Visma 100 80 4:22:34
2 CARAPAZ Richard INEOS Grenadiers 40 50 0:01
3 MARTIN Dan Israel Start-Up Nation 20 35 ,,
4 CHAVES Esteban Mitchelton-Scott 12 25 ,,
5 GROSSSCHARTNE Felix BORA – hansgrohe 4 18 ,,
6 MAS Enric Movistar Team 15 ,,
7 CARTHY Hugh EF Pro Cycling 12 0:04
8 KUSS Sepp Team Jumbo-Visma 10 0:10
9 BENNETT George Team Jumbo-Visma 8 0:40
10 BAGIOLI Andrea Deceuninck – Quick Step 6 0:51
11 VALVERDE Alejandro Movistar Team 5 ,,
12 GESINK Robert Team Jumbo-Visma 4 ,,
13 IZAGIRRE Gorka Astana Pro Team 3 ,,
14 NIEVE Mikel Mitchelton-Scott 2 ,,
15 DE LA CRUZ David UAE-Team Emirates 1 ,,
16 DUMOULIN Tom Team Jumbo-Visma ,,
17 FORMOLO Davide UAE-Team Emirates ,,

17.45 Alle spalle di Roglic arriva Carapaz, terzo Martin.

17.44 VINCEEEE ROGLIIIIIIIIICCCCC!!!! FAVOLOSO ATTACCO DELLO SLOVENO ALL’ULTIMO CHILOMETRO!!!! CHE SPETTACOLO!!!!

17.43 ATTACCA ROGLIC ALL’ULTIMO CHILOMETRO!!!!!

17.42 Il gruppetto di testa scollina siamo a 2 km dal traguardo. Si giocheranno il successo di tappa: Bennet e Chavez (Mitchelton Scott), Felix Großschartner (Bora), Richard Carapaz (INEOS Grenadiers), Mas (Movistar), Kuss e Roglic (Jumbo Visma) e Cartthy (EF).

17.41 Siamo allo scollinamento il gruppetto di testa è composto da otto corridori.

17.40 IMPRESSIONANTE KUSS!!! ATTACCA ANCORA!!!!

17.39 Nel secondo plotoncino Valverde, Bagioli e Formolo.

17.38 Nel gruppo principale ci sono Carapaz, Mas, Roglic, Cartthy, Chavez, Großschartner e Kuss.

17.37 Il gruppetto di Valverde insegue a 27”.

17.35 Ancora un attacco di Kuss, Carapaz il primo sulle ruote del corridore della Jumbo Visma.

17.34 Scatti e controscatti in testa al gruppo si staccano DUMOULIN E VALVERDE!!!!

17.33 ATTACCA SEPP KUSS!!!! La Ineos ad inseguire. Mancano 4,5 km al traguardo.

17.31 SI STACCA DANIEL MARTINEZ!!!! Il capitano della EF sta pagando lo sforzo fatto dopo la caduta.

17.29 Nelle prime posizioni oltre a Carapaz anche Roglic e il nostro Formolo. Ritmo alto della Ineos che non consente a nessuno di scattare.

17.27 Siamo a 6 km dal traguardo, in testa ancora la Ineos.

17.25 CI SIAMO: IL PLOTONE HA INIZIATO LE RAMPE DELL’ALTO DE ARRATE!!!

17.23 Nonostante le difficoltà del sudafricano la Ineos Grenadiers continua a fare il ritmo chiaro segno che il capitano designato sarà Richard Carapaz.

17.21 Chris Froome in difficoltà anche in discesa.

17.19 Ritmo indemoniato della Ineos Grenadiers in testa al plotone. Mancano 15 km al traguardo.

17.17 Terminata la salita Froome è riuscito a riprendere il gruppo.

17.15 Froome con grande orgoglio prova a riprendere la coda del gruppo ma se il sudafricano sta soffrendo in questa fase sarà durissima per lui sulle impegnative rampe dell’Alto de Arrate.

17.13 SI STACCA CHRIS FROOME!!!!!!!! Il sudafricano perde le ruote del gruppo sul GPM di terza categoria.

17.12 Caja Rural Seguros prova l’allungo. Il gruppo sta salendo fortissimo sono rimasti una cinquantina di corridori.

17.11 Michael woods (EF Pro Cycling) cade in coda al gruppo.

17.10 Terzo ritiro di giornata, abbandona la corsa Alexandre Geniez (AG2r La Mondiale).

17.08 I corridori stanno affrontando la penultima asperità di giornata l’Alto de Elgeta: 6,2 km al 5,2%.

17.06 Ritmo forsennato del gruppo che quando mancano 20 km al traguardo.

17.03 Astana Pro Team, Ineos Grenadiers e Groupaama FDJ in testa al gruppo a fare il ritmo.

17.00 Quentin Jauregu ripreso! A 25 km dal traguardo gruppo compatto.

16.57 Quentin Jauregu non si arrende e allunga con l’obiettivo di vincere il premio della combattività. Il transalpino è rimasto da solo in fuga.

16.54 Sale in testa al gruppo la EF Pro Cycling di Daniel Martinez.

16.51 Cavagna saluta i compagni di fuga e si rialza.

16.48 A 30 km dal traguardo Jasha Sütterlin (Sunweb), Rémi Cavagna, (Deceuninck), Quentin Jauregui (AG2R La Mondiale) e Jetse Bol (Burgos BH) conservano 30” sul gruppo.

16.44 Ripreso Sütterlin in testa alla corsa nuovamente un quartetto.

16.41 Il riepilogo della situazione: Jasha Sütterlin (Sunweb) al comando con 10″ sul trio composto da Rémi Cavagna, (Deceuninck), Quentin Jauregui (AG2R La Mondiale) e Jetse Bol (Burgos BH) il plotone insegue a 50″.

16.38 Jasha Sütterlin contrattacca e stacca gli altri fuggitivi. Ormai davanti non c’è più accordo.

16.35 Remi Cavagna è stato ripreso dai compagni di fuga.

16.32 Il transalpino della Deceuninck Quick Step porta a 15” il vantaggio sul gruppetto dei fuggitivi.

16.28 Remi Cavagna (Deceuninck Quick Step) prova l’allungo nel gruppo dei fuggitivi.

16.25 A 50 km dal traguardo il vantaggio dei cinque fuggitivi scende al di sotto di 1′.

16.22 I fuggitivi hanno appena superato il GPM di terza categoria dell’Alto de Kanpazar primo ancora una volta Quentin Jauregui (AG2R-La Mondiale) seguito da Jetse Bol (Burgos BH).

16.18 Le condizioni meteo sono tutt’altro che favorevoli.

16.15 In testa al gruppo sempre la Movistar che sta facendo il ritmo e tiene chiusa la corsa.

16.12 Caduta in salita di Stefan de Bot della NTT in salita.

16.09 I fuggitivi stanno affrontando le prime rampe del secondo GPM di terza categoria di giornata Alto de Kanpazar.

16.06 Tornano nel gruppo Zimmermann e Inkelar. Avevano subito una caduta nella discesa da Puerto de Udana.

16.03 Ricapitoliamo la situazione: in fuga un gruppetto di cinque corridori composto da Remi Cavagna (Deceuninck Quick Step), Jasha Sütterlin (Sunweb), Quentin Jauregui (Ag2r La Mondiale),Tim Wellens (Lotto Soudal) e Jetse Bol ( Burgos BH) il gruppo insegue a 1’20” a 65 km dal traguardo.

16.00 Stéphane Goubert, direttore sportivo di AG2R-La Mondiale, ha spiegato a lavuelta.es perché Mathias Frank ha lasciato la gara: “È stato malato negli ultimi giorni. Speravamo che migliorasse con il passare dei giorni, ma è ancora malato. E il tempo di oggi non ha aiutato”.

15.57 Brutta caduta in discesa per Kevin Inkelaar (Bahrain Mclaren).

15.54 A 70 km dal traguardo il vantaggio dei fuggitivi si attesta intorno a 1’30”.

15.51 Quentin Jauregui (AG2R-La Mondiale) conquista il GPM di terza categoria di Puerto de Udana, alle sue spalle l’olandese Jetse Bol (Burgos BH).

15.48 Nell’ultima fase di salita il gruppo di è disposto su tutta la sede stradale sintomo di un rallentamento del ritmo.

15.45 In testa al gruppo gli uomini della Jumbo Visma e della Movistar a fare il ritmo.

15.42 Secondo ritiro di giornata, lascia la gara Ilan Van Wilder (Sunweb).

15.39 Segnalato il ritiro dalla corsa di Mathias Frank (Ag2r La Mondiale).

15.36 Velocità media dopo 2 ore: 42,7 km/h

15.33 Gli attaccanti stanno affrontando la salita di Puerto de Udana: 6 km con una pendenza media del 2,3%.

15.30 I cinque di testa alla zona di rifornimento. Fra poco inizia Puerta de Udana, salita di terza categoria.

15.27 Rientrato in gruppo Daniel Martinez (EF Pro Cycling).

15.24 Mancano poco più di 6 chilometri all’imbocco di Puerta de Udana. Intanto Martinez si sta riavvicinando al gruppo principale, il suo ritardo è attorno ai 30”.

15.20 Il gruppo intanto non aspetta e torna a spingere per riprendere i cinque in avanscoperta, ora a 1’35”.

15.18 I due compagni di Martinez sono l’americano Logan Owen e l’olandese Julius Van Den Berg.

15.17 Martinez prova a prendere la scia della sua ammiraglia. Dopo un paio di chilometri trova due compagni ad attenderlo

15.13 Si rimette in marcia Martinez con un minuto di svantaggio sul gruppo. Che sfortuna per lui, che ha dovuto salutare la lotta alle posizioni buone al Tour de France per un’altra caduta all’inizio della corsa…

15.11 ATTENZIONE! Caduta per Daniel Martinez! (EF Pro Cycling) Il colombiano resta a bordo strada per farsi medicare!

15.10 C’è un uomo della Jumbo-Visma avanti da qualche chilometro, che ha ridato vigore all’azione del gruppo. Il tedesco Jasha Sütterlin (Team Sunweb), i francesi Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step) e Quentin Jauregui (AG2R-La Mondiale), il belga Tim Wellens (Lotto Soudal) e l’olandese Jetse Bol (Burgos BH) hanno 1’43 di vantaggio.

15.06 Ma dietro il gruppo riprende a spingere: il vantaggio della fuga oramai scende sotto i 2′

15.05 Continua ad esserci una buona collaborazione tra i cinque di testa.

15.01 Superati i -100 chilometri all’arrivo.

14.59 Ora avanti c’è anche la Burgos-BH, che prova probabilmente a far saltare qualche cambio in casa Movistar e Jumbo-Visma avendo Jetse Bol in fuga.

14.55 Rallenta un po’ il gruppo, concedendo spazio alla fuga: ora 2’27”

14.53 Adesso si comincia piano piano a salire. Il Puerto de Udana è ancora distante, ma la strada già presenta un po’ di pendenza che si accumula nelle gambe dei corridori.

14.48 Stabilizzatosi il vantaggio dei fuggitivi: il tedesco Jasha Sütterlin (Team Sunweb), i francesi Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step) e Quentin Jauregui (AG2R-La Mondiale), il belga Tim Wellens (Lotto Soudal) e l’olandese Jetse Bol (Burgos BH) sono avanti di 2’10”

14.44 Molto rapida la prima ora di corsa: 46.3 km/h.

14.41 Superati i 60 chilometri di corsa. La Puerta de Udana è situata a poco più di 35 km. Intanto pioviggina sui corridori.

14.36 Anche la Movistar a tirare il gruppo assieme alla Jumbo-Visma, come confermato anche da questo tweet della Vuelta. Gruppo a 2’10:

14.31 Il plotone non vuole concedere spazio ai cinque attaccanti e sta ricucendo piano piano, sotto la spinta della Jumbo-Visma. Ora il vantaggio è di 2’35

14.25 50 chilometri percorsi dalla fuga, per il tedesco Jasha Sütterlin (Team Sunweb), i francesi Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step) e Quentin Jauregui (AG2R-La Mondiale), il belga Tim Wellens (Lotto Soudal) e l’olandese Jetse Bol (Burgos BH) il vantaggio ora è di 3’10”

14.21 L’uomo più temuto della fuga è probabilmente Tim Wellens. Il belga ha nel suo palmares due vittorie di tutto rispetto al Giro d’Italia, entrambe in tappe in salita: la prima a Roccaraso nel 2016, la seconda a Caltagirone due anni dopo. Il corridore della Lotto Soudal potrebbe essere pericoloso in questa prima frazione.

14.17 L’unico tra i cinque fuggitivi ad aver assaporato la vittoria è Rémi Cavagna: lo scorso anno il corridore della Deceuninck-Quick Step si impose nella diciannovesima tappa, arrivando da solo sul traguardo di Toledo anticipando il ritorno del gruppo dopo 25 chilometri di fuga solitaria.

14.12 La Jumbo-Visma continua a tenere a bagnomaria i fuggitivi, ora con un vantaggio di 3’35”.

14.08 Siamo in un tratto abbastanza facile di questa prima tappa. La prima ascesa della Vuelta, il Puerto de Udana, è lontana ancora 61 chilometri.

14.04 Una foto del gruppo dal profilo Twitter della Vuelta:

14.01 Bagues si è rialzato e si è fatto riprendere dal gruppo principale.

13.58 146 km al traguardo e 3’40” di vantaggio per la fuga.

13.55 Ricordiamo i nomi dei cinque battistrada: il tedesco Jasha Sütterlin (Team Sunweb), i francesi Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step) e Quentin Jauregui (AG2R-La Mondiale), il belga Tim Wellens (Lotto Soudal) e l’olandese Jetse Bol (Burgos BH).

13.52 Il vantaggio degli attaccanti è salito a 3’14”. Bagües è ancora all’inseguimento dei cinque con un distacco di 55”.

13.49 Jumbo-Visma in testa al gruppo per i due capitani della formazione Primoz Roglic e Tom Dumoulin.

13.46 Prova ad evadere anche l’iberico Aritz Bagues (Caja Rural).

13.43 Il loro vantaggio è salito a 1’10” quando sono trascorsi 18 chilometri.

13.40 Arrivano anche Tim Wellens (Lotto Soudal) e Jetse Bol (Burgos BH).

13.37 15″ di vantaggio per il terzetto al comando.

13.33 Provano ad evadere Jasha Sütterlin (Team Sunweb), Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step) e Quentin Jauregui (AG2R-La Mondiale).

13.30 Ecco un nuovo attacco dopo soli cinque chilometri dalla partenza.

13.28 Si susseguono diversi tentativi di attacco, ma il gruppo non lascia fare.

13.25 Prova subito ad evadere un corridore della Burgos-BH.

13.21 PARTITI!!! Ha preso ufficialmente il via la settantacinquesima edizione della Vuelta a España!

13.18 Sono 176 i corridori che hanno preso il via della Vuelta 2020.

13.15 Intanto andiamo nel dettaglio della tappa focalizzandoci sul finale. Dopo i GPM di terza categoria (Puerto de Udana, Alto de Kanpazar, Alto de Elgeta), bisognerà scalare il durissimo Alto de Arrate (570 metri s.l.m.). Si tratta di un prima categoria di 5,3 km al 7,7% di pendenza media con il tratto centrale di 3 km costantemente in doppia cifra (punte del 13%). Dalla cima mancheranno 2,5 km pianeggianti per giungere al traguardo.

13.11 Ecco il gruppo ai nastri di partenza di questa prima frazione:

13.09 Tra qualche istante prenderà il via la tappa inaugurale della Vuelta 2020! I corridori si stanno dirigendo verso il km 0.

13.06 Parlando dei big al via della grande corsa a tappe iberica, spicca su tutti la coppia della Jumbo-Visma formata da Primoz Roglic e Tom Dumoulin, a caccia di un riscatto di squadra dopo la beffa del Tour de France sfumato alla penultima tappa. Ricordiamo poi che Roglic è il vincitore uscente della Vuelta 2019. Contro di loro abbiamo, senza ombra di dubbio, la ‘solita’ Ineos Grenadiers capitanata da Richard Carapaz, in grande spolvero in occasione della Grande Boucle, con Chris Froome, vincitore della Vuelta del 2011 e del 2017, e al suo ultimo appuntamento con le vesti della formazione britannica. L’anno prossimo militerà per la Israel Start-Up Nation.

13.03 Ecco il profilo della prima tappa della Vuelta a España 2020:

13.00 Soffermandoci in particolar modo sulla tappa odierna, il gruppo si troverà di fronte ad una frazione inaugurale davvero impegnativa di 173 chilometri con partenza da Irun, alle porte di San Sebastian, e il traguardo posto in quota all’Alto de Arrate.

12.56 Saranno diciotto le tappe che i corridori dovranno affrontare dai Paesi Baschi fino alla Comunidad de Madrid, per una Vuelta che è stata costretta a rinunciare alle sue prime tre frazioni che si sarebbero dovute disputare nei Paesi Bassi, ma che sono state poi cancellate per ovvi motivi legati all’emergenza sanitaria in atto.

12.53 Finalmente ci siamo, anche il terzo grande giro di questa tormentata stagione sta per prendere il via. Il tutto sotto la morsa di una pandemia globale che non accenna a svanire. Ma tra dubbi e incertezze, la Vuelta è pronta a regalare un po’ di spensieratezza a tutto il popolo iberico, in un momento tremendamente difficile per tutti quanti.

12.50 Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della prima tappa della Vuelta a España 2020!

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della prima tappa della Vuelta a España 2020, 173 km da Irun ad Arrate Eibar. La corsa a tappe in terra iberica incomincia con il botto, si inizia subito con un’impegnativa frazione di montagna. Dopo i GPM di terza categoria (Puerto de Udana, Alto de Kanpazar, Alto de Elgeta), bisognerà scalare il durissimo Alto de Arrate (570 metri s.l.m.). Si tratta di un prima categoria di 5,3 km al 7,7% di pendenza media con il tratto centrale di 3 km costantemente in doppia cifra (punte del 13%). Dalla cima mancheranno 2,5 km pianeggianti per giungere al traguardo.

La classifica generale assumerà subito una fisionomia ben delineata, i big si daranno grandissima battaglia e vedremo subito i primi distacchi. I grandi favoriti della vigilia sono pronti a un avvincente testa a testa. Lo sloveno Primoz Roglic vuole subito riscattarsi dopo lo smacco subito al Tour de France. Il capitano della Jumbo-Visma, vincitore lo scorso anno, cercherà il bis alla Vuelta ed è pronto a fronteggiare l’olandese Tom Dumoulin (suo compagno di squadra, che già lo aveva supportato alla Grane Boucle), l’ecuadoriano Richard Carapaz (vincitore del Giro d’Italia 2019), il russo Aleksandr Vlasov, l’infinito spagnolo Alejandro Valverde e il britannico Chris Froome, vincitore di quattro Tour de France e alla sua ultima recita con la casacca del Team Ineos (sarà compagno di Carapaz). L’Italia si affiderà soprattutto a Davide Formolo e ad Andrea Bagioli per la classifica generale.

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE della prima tappa della Vuelta di Spagna 2020: cronaca in tempo reale, minuto dopo minuto, chilometro dopo chilometro, per non perdersi davvero nulla. Si inizia alle ore 12.50 e si andrà avanti fino a dopo le ore 17.00. Buon divertimento a tutti.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top