Basket, Serie A 2020-2021: Spissu salva la Dinamo Sassari nel mezzogiorno di fuoco, Fortitudo Bologna battuta

Partita intensa e incerta, quella del mezzogiorno di fuoco al PalaSerradimigni: l’anticipo mattiniero della 4a giornata di Serie A lo vince il Banco di Sardegna Sassari, che batte in volata per 89-86 la Fortitudo Lavoropiù Bologna, arrivata ad avere anche otto punti di vantaggio nel finale di terzo quarto. Con percentuali non lontane dal campo, il numero decisivo è quello del 30/33 dalla lunetta per la squadra di Gianmarco Pozzecco contro il 7/11 di quella di Meo Sacchetti, con Bilan e (nel finale) Spissu principali beneficiari. Proprio Marco Spissu chiude da miglior realizzatore dei suoi con 22 punti; doppia doppia per Miro Bilan con 18 e 11 rimbalzi, superano la doppia cifra anche Jason Burnell (15), Eimantas Bendzius e Justin Tillman (12). Per la Lavoropiù 23 di Adrian Banks, 20 di Pietro Aradori, 10 di Todd Withers, ma tanti problemi di falli pur con più rotazioni (Sassari, va ricordato, è ancora senza Stefano Gentile).

Partenza sprint del Banco, che vola sul 10-2 con Bendzius e Burnell in gran spolvero nel giro di tre minuti. La Fortitudo non demorde, ritorna a -3 con Fantinelli e Withers, ed entro la metà del primo quarto si capisce che sono gli attacchi a prevalere sulle difese. A ogni riavvicinamento ospite, i padroni di casa trovano una soluzione per evitare l’aggancio, ora con Spissu in risposta a Happ, ora con Kruslin a replicare a Banks. Proprio quest’ultimo, però, riesce a effettuare l’aggancio a 3’15” dalla chiusura del quarto, con il sorpasso che arriva venti secondi dopo con un bel movimento e gioco da tre punti di Totè. A quel punto gli attacchi si bloccano: per gli ultimi due minuti Bologna non segna più, Sassari trova un gioco da tre punti di Tillman e due di Spissu che chiudono il primo periodo sul 25-23.

Tillman prova a spingere la Dinamo al ritorno in campo, gli risponde la coppia Fantinelli-Banks che rimette in equilibrio la situazione. Le percentuali scendono, ed è in qualche modo anche normale: la Effe riesce ad andare avanti di quattro punti (33-37) poco oltre la metà del terzo quarto, con una circolazione spesso fluida che favorisce le percentuali sia da due che da tre. Bilan tiene a galla Sassari dalla lunetta, per quel che può, poi da un momento di basket non proprio esaltante, dal quale esce meglio la Fortitudo con due schiacciate, una di Fletcher e l’altra di Totè, che da una parte limita Bilan e dall’altra inchioda in testa a Tillman. Aradori riporta i suoi sul +5 con annessa doppia cifra di vantaggio, Fantinelli sbaglia la tripla del +8 sulla sirena e all’intervallo è 38-43.

Sassari riparte a razzo, con le triple di Kruslin e Spissu, che varie difficoltà avevano avuto nel secondo quarto, a portarla sul 44-43. Dopo un paio di liberi di Bilan si riaccende Aradori e firma la parità a quota 46, seguito da Banks per il nuovo vantaggio bolognese. Si continua a non segnare troppo, ma i sorpassi restano innumerevoli, con Aradori guida ospite e la coppia Burnell-Spissu ad alzare la voce per i padroni di casa. Sul 60-58, quando l’equilibrio sembra poter perdurare, arriva l’affondo fortitudino: parziale di 0-10 con schiacciata di Totè, tripla di Banks e cinque di fila di Withers con tiro da tre sulla sirena e ultimi dieci minuti che cominciano sul 60-68.

La Dinamo cerca la risalita con Burnell, Spissu e Bilan, ma la Lavoropiù non rende le cose molto semplici data l’ottima consistenza di Withers, che se non segna fa segnare, cosa di cui Happ si accorge. Aradori firma la tripla del +7 (68-75) a poco più di 5′ dal termine. Sassari non è squadra che si fa intimorire, e con la coppia Burnell-Spissu reagisce e si riporta a un solo possesso di ritardo. A 3′ dalla fine Happ protesta in modo veemente per un fallo su Tillman, e fa tre danni in un colpo solo: quarto fallo, tecnico subito, quinto fallo, uscita dalla partita e tre liberi per il Banco. Per sua fortuna, dopo la gita in lunetta di Spissu, Tillman fa 1/2 (79-80), ma il sorpasso è solo rimandato con un’altra coppia di liberi di Bendzius che lo certifica. La Fortitudo è in confusione, Spissu ruba palla a Whiters che gli vola addosso: antisportivo (che vale solo i due punti dalla lunetta). Lo stesso numero 33 della Effe è costretto a uscire per un problema a una spalla, ma i suoi compagni reggono ancora l’urto: due di Fletcher vicino a canestro, 1/2 di Aradori e 83-83 a 1’20” dal termine. Totè stoppa Spissu, poi fa fallo sulla rimessa su Bilan uscendo anch’egli per falli: 2/2, 85-83 all’ingresso nell’ultimo minuto. Mancinelli replica con un 1/2, Bendzius sbaglia da tre, Bilan prende il rimbalzo in attacco e lascia la sfera a Spissu, sul quale Banks si avventa per fare fallo a 13″6 dalla fine. Il play di Sassari fa 2/2, Banks fa lo stesso e poi commette il quinto fallo di nuovo su Spissu (altro 2/2). Dentro Palumbo e Devecchi sui due fronti, Aradori pesca Mancinelli oltre l’arco, ma il capitano sbaglia la tripla: il Banco torna alla vittoria casalinga.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI-FORTITUDO LAVOROPIU’ BOLOGNA 89-86 (25-23, 38-43, 60-68)

SASSARI – Spissu 22, Bilan 18, Treier, Pusica 4, Kruslin 6, Devecchi, Re ne, Burnell 15, Bendzius 12, Gandini ne, Gentile ne, Tillman 12. All. Pozzecco

BOLOGNA – Banks 23, Aradori 20, Mancinelli 1, Dellosto ne, Fletcher 7, Palumbo, Fantinelli 9, Happ 9, Withers 10, Totè 7, Sabatini. All. Sacchetti

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ginnastica artistica, Serie A: Martina Maggio vince l’all-around, Lara Mori risponde da veterana. E le altre Fate…

Sci alpino: tutti i podi dell’Italia nella storia della Coppa del Mondo di sci alpino dal 1967. La guida anno per anno