Basket, Serie A 2020-2021: la Virtus Bologna torna a vincere a Varese, Reggio Emilia schianta Trieste a cavallo tra gli ultimi due quarti

Torna a vincere la Virtus Bologna in uno dei due anticipi della quinta giornata di Serie A 2020-2021, e lo fa in quel di Varese, dove l’Openjobmetis di Massimo Bulleri lotta, ma cede agli uomini di Sasha Djordjevic. Reggio Emilia non fa passare Brescia dalle parti dell’Unipol Arena, con un violento parziale a cavallo tra gli ultimi due quarti di 24-1 e un Tomas Kyzlink sempre più a suo agio negli schemi di coach Antimo Martino.

OPENJOBMETIS VARESE-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 73-85 (23-29, 39-53, 60-68)
I primi minuti si possono riassumere in un solo sostanziale modo: Luis Scola contro tutti. Dei nove punti nel quarto d’apertura, sono suoi sette dei primi 10 di Varese, che tiene così il passo delle V nere in questa fase. Teodosic, in quella che è una serata a punteggio alto, prova a caricarsi i suoi sulle spalle, anche con l’assist per la tripla di Pajola che chiude il primo quarto sul 23-29. Con Scola in panchina, l’Openjobmetis non può reggere a lungo, e infatti dal parziale di 5-0 firmato Strautins-Jakovics nasce l’allungo virtussino, un 2-16 nel quale a dare la zampata più importante è Gamble, incontenibile sotto canestro, mentre Abass prova a rimettersi in fiducia dopo un inizio di campionato molto difficile. All’intervallo è 39-53. Varese prova anche a tornare sotto, con uno Scola sempre difficile da marcare e Douglas che gli da una mano, ma le V nere controllano in buona misura con Hunter. Giovanni De Nicolao firma il -8 (56-64), poi l’Openjobmetis spreca un paio di occasioni per ridurre ancora, ma a fine terzo quarto la partita rimane aperta (60-68). Jakovics piazza la tripla del -5 Varese (63-68), ma avvertito il pericolo la squadra di Djordjevic preme di nuovo sull’acceleratore, approfittando dei quattro falli di Scola, ed è il trio Markovic-Teodosic-Gamble a mettersi al lavoro per ridare 10 e più lunghezze di vantaggio agli ospiti. Finisce 73-85, la Virtus torna a vincere dopo le due perse di fila in casa. Per Gamble, oltre ai 13 punti, anche 12 rimbalzi per una doppia doppia d’autore.
TOP SCORER
VARESE – Scola 23, Jakovics 13, Douglas 10
BOLOGNA – Teodosic 21, Gamble 13, Hunter 12

UNAHOTELS REGGIO EMILIA-GERMANI BRESCIA 83-67 (19-20, 45-44, 62-57)
Buona dose di equilibrio nei primi minuti, con Reggio Emilia che si lascia guidare da Kyzlink, mentre Brescia riesce ad avere qualcosa un po’ da tutti. Il primo allungo reggiano è opera di Johnson, che dal 7-7 piazza sei dei successivi otto punti e porta i suoi sul 15-9. La Germani, che qualcosa da farsi perdonare in chiave europea ce l’ha, si lascia guidare dal trio Moss-Vitali-Burns per il parziale di 2-11 che ribalta tutto. Baldi Rossi realizza il 19-20, con l’incertezza che torna a regnare sovrana. Ristic prova a ridare respiro agli ospiti con quattro punti di fila (24-28), ma Diouf ed Elegar prima e Taylor (5 di fila) poi riportano avanti i padroni di casa (33-30). La sfida si trasforma in una battaglia tra la coppia Kyzlink-Johnson e il solo Ristic, con il risultato che si torna negli spogliatoi sul 45-44. Brescia trova l’allungo nel terzo quarto fino al 49-56, con tanta difesa e un ottimo Brian Sacchetti, ma con le stesse armi l’Unahotels recupera, pareggia con la tripla di Candi del 56-56 e sorpassa, con la coppia Baldi Rossi-Kyzlink che mostra un bell’affiatamento per il 62-57 con cui si entra negli ultimi 10 minuti. Il parziale di Reggio Emilia diventa ancor più devastante: 24-1, con Bostic da tre e Diouf in affondata che quasi chiudono il discorso partita. Bortolani e Chery tentano di limitare i danni a buoi già più che scappati: il finale è 83-67. Doppia doppia per Frank Elegar: 11 punti e 14 rimbalzi.
TOP SCORER
REGGIO EMILIA – Kyzlink 20, Bostic 16, Elegar e Johnson 11
BRESCIA – Ristic 14, Chery 10, Sacchetti e Bortolani 9

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lazio-Bologna 2-1, Serie A: Luis Alberto e Immobile firmano la vittoria

Basket femminile, Serie A1 2020-2021: quinta giornata. Imbattute Schio, Venezia e Virtus Bologna