Vela, Kieler Woche 2020: Ruggero Tita e Caterina Banti tornano al successo nei Nacra 17, segnali positivi anche nei 49erFX e Laser

La prima manifestazione internazionale di rilievo post-lockdown è andata in archivio a Kiel con delle indicazioni molto positive per la Nazionale Olimpica di vela azzurra. In un contesto di gara estremamente competitivo specialmente in campo europeo, il Bel Paese ha ben figurato portando a casa diversi piazzamenti importanti (alcuni inattesi e sorprendenti) e soprattutto il trionfo nei Nacra 17 di Ruggero Tita e Caterina Banti. I Campioni del Mondo 2018 sono tornati al successo dopo più di un anno di digiuno (l’ultimo risaliva al test event olimpico di Enoshima ad agosto 2019) mettendo in evidenza una superiorità schiacciante rispetto al resto della concorrenza nell’arco delle quattro giornate di gara in Germania.

Sette primi e due terzi posti su dodici regate disputate. Questo è il ruolino di marcia devastante della coppia italiana, che si è assicurata la vetta della graduatoria con una prova di anticipo precedendo sul podio finale gli inglesi John Gimson e Anna Burnet (campioni iridati in carica) ed i padroni di casa tedeschi Paul Kohlhoff e Alica Stuhlemmer. Sesta piazza per la seconda imbarcazione tricolore composta da Vittorio Bissaro e Maelle Frascari, rimasti a soli 6 punti dal podio grazie ad un finale in crescendo nelle ultime due giornate, mentre i giovani Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei hanno pagato a caro prezzo un doppio ritiro (a causa della rottura del bompresso) chiudendo appena fuori dalla top-10, in undicesima posizione assoluta.

Ottime notizie in casa Italia anche nella classe 49erFX (ancora non qualificata per Tokyo), con la notevole prestazione da parte del duo formato dalla 21enne triestina Jana Germani e dalla 19enne gardesana Giorgia Bertuzzi. L’equipaggio azzurro ha sorpreso tutti lottando a lungo per il podio in una flotta estremamente competitiva e concludendo la manifestazione in sesta posizione assoluta, a 8 punti dal terzo posto, anche grazie ad un’ultima giornata meravigliosa (2 volte seconde nella flotta Gold) con vento teso e acqua piatta. Da segnalare infine la notevole prova corale dei laseristi in campo maschile: Alessio Spadoni è 7° grazie ad una buonissima costanza di rendimento e ad un paio di exploit nella flotta Gold, Giovanni Coccoluto chiude 11° dopo essersi issato in terza piazza al termine delle regate di qualificazione, mentre Marco Gallo completa la sua Kieler Woche al tredicesimo posto con soli tre punti di ritardo dalla top-10.

Di seguito le dichiarazioni rilasciate al sito federale dal Direttore Tecnico Michele Marchesini per commentare questo primo test internazionale delle classi olimpiche: “Era la prima regata, inseguita, voluta, una verifica delicatissima dopo la lunga sosta. Possiamo dire di aver lavorato bene durante il lockdown. Sono stati bravi gli atleti, i tecnici, nel gestire lo stop senza fermarsi mai, e abbiamo scelto i tempi e i modi giusti per riprendere gli allenamenti della squadra”. Prossimo appuntamento previsto dal 17 al 20 settembre in quel di Follonica per i Campionati Italiani delle classi olimpiche.

erik.nicolaysen@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina Facebook FIV

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tour de France 2020, il percorso e le tappe della terza settimana. Col de la Loze e la cronometro finale fanno paura

Internazionali d’Italia Roma 2020: Lorenzo Musetti si qualifica per il tabellone principale, battuto Giulio Zeppieri in tre lottati set