Tour de France, la tappa di oggi Le Teil-Mont Aigoual: percorso, favoriti, altimetria. Il Col de la Lusette può fare male

Si torna a salire oggi al Tour de France con la sesta frazione, la Le Teil-Mont Aigoual di 191 chilometri. Dopo un giorno dedicato agli sprinter, toccherà nuovamente agli uomini di classifica darsi battaglia, in una frazione più dura rispetto a quella di martedì con arrivo a Orcieres Merlette. Non capiremo certo qua chi vincerà il Tour, ma potrebbe essere l’occasione per vedere un po’ di scrematura tra i favoriti per il successo finale.

CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLA TAPPA DI OGGI DEL TOUR DE FRANCE DALLE 12.00: C’E’ IL COL DE LA LUSETTE!

IL PERCORSO

La frazione presenta un percorso totalmente pianeggiante per oltre 140 chilometri. Al chilometro 125, inoltre, è situato il traguardo volante di giornata. Al chilometro 145, invece, il plotone affronterà il primo GPM, un terza categoria, il Cap de Cost (2,1 km al 6,3%). Subito dopo toccherà a un altro terza categoria: il Col de Mourèzes (6,1 km al 4,8%). In seguito allo scollinamento, inizierà l’erta più dura di giornata, ovvero il Col de la Lusette, un prima categoria di 11,7 chilometri al 7,3%. Superata quest’asperità, mancheranno 14,5 chilometri al traguardo, di cui gli ultimi 8,3, che portano in vetta al Mont Aigoual, sono tutti in salita e hanno una pendenza media del 4,3%.

ALTIMETRIA


I FAVORITI

E’ quasi impossibile vedere un corridore staccare tutti su un erta come quella che porta al traguardo. La gara potrebbe decidersi nell’ultimo chilometro, verosimilmente con uno sprint che vedrebbe favoriti Primoz Roglic, Tadej Pogacar e, se sta meglio rispetto a un paio di giorni fa, Thibaut Pinot. Il successo, però, potrebbe andare anche a un outsider che riesce a sorprendere i più forti con un allungo, come ad esempio Mikel Landa, Miguel Angel Lopez, Romain Bardet o il Guillaume Martin in formissima ammirato in queste ultime settimane. Difficile che su un arrivo così possa trionfare Egan Bernal, dato che un suo scatto verrebbe certamente tamponato dai più forti. Tom Dumoulin, invece, potrebbe sfruttare la superiorità numerica per piazzare un allungo quando gli altri non se lo aspettano, mentre Nairo Quintana avrebbe la classe per estrarre qualche coniglio dal cilindro. Non va scartata nemmeno l’ipotesi fuga, dato che fuori classifica ci sono già buoni scalatori come Warren Barguil o Marc Soler.

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, svelata l’entry list del Roland Garros 2020: tornano Fabio Fognini e Rafael Nadal al maschile, cast stellare anche tra le donne

Tour de France 2020: il borsino della tappa di oggi (3 settembre). Le stellette dei favoriti