Tour de France 2020: il borsino della tappa di oggi (12 settembre). Le stellette dei favoriti

La frazione che ci aspetta oggi al Tour de France 2020, la Clermont-Ferrand-Lione, la quattordicesima in programma, è una delle più difficili, in assoluto, da interpretare. Il percorso è duro nella prima parte, ove è presenta anche il Col du Beal (10,2 chilometri al 5,6%), mentre nella seconda non è comunque mai pianeggiante, ma le salite sono decisamente più facili. Sulla carta non è una frazione per velocisti puri, ma strizza l’occhio a gente come Wout Van Aert, Peter Sagan e Greg Van Avermaet che in salita tiene ed è dotata di ottimo spunto veloce.

Bisogna vedere, però, chi ha interesse a tenere chiusa la gara oggi. Molti, anche tra i corridori veloci, cercheranno di andare in fuga al mattino. Questo potrebbe far sì che, alla fine, si avvantaggi un plotone molto nutrito che nessuno ha intenzione di andare a riprendere. In casa Italia diversi sono gli atleti adatti a questo percorso. Spiccano Matteo Trentin, che a Lione vinse nel 2013, e Alberto Bettiol. Oltretutto, sarebbe perfetta, se ricevesse una giornata libera da compiti di gregariato, anche per Sonny Colbrelli.

IL BORSINO DELLA QUATTORDICESIMA TAPPA

*** Wout Van Aert, Greg Van Avermaet
** Peter Sagan, Julian Alaphilippe, Marc Hirschi
* Jaspert Stuyven, Daryl Impey, Luis Leon Sanchez, Alejandro Valverde, Matteo Trentin, Sonny Colbrelli, Michal Kwiatkowski, Oliver Naesen, Alberto Bettiol, Christophe Laporte, Omar Fraile, Alexey Lutsenko, Tiesj Benoot, Soren Kragh Andersen, Quentin Pacher

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

US Open 2020: finale femminile da brividi tra Victoria Azarenka e Naomi Osaka

Internazionali d’Italia Roma 2020: i favoriti del tabellone maschile. Rafael Nadal senza match nelle gambe, Thiem vicino. Incognita Djokovic