Show Player

Pagelle Tour de France 2020, 16esima tappa: Kamna da dieci e lode, altra bocciatura per Alaphilippe



Lennard Kamna conquista la sedicesima tappa del Tour de France con un’azione semplicemente perfetta. Il tedesco è riuscito anche ad avere la meglio anche su un grande Richard Carapaz. Delude, invece, Julian Alaphilippe, stroncato proprio da uno scatto del vincitore del Giro d’Italia 2019. Tra i favoriti Tadej Pogacar e Miguel Angel Lopez hanno provato degli scatti abbastanza velleitari nel finale. Di seguito andiamo a dare i voti ai protagonisti della tappa odierna con le nostre pagelle.

LE PAGELLE DELLA SEDICESIMA TAPPA DEL TOUR DE FRANCE 2020

LENNARD KAMNA (BORA-HANSGROHE) VOTO 10: Perfetto sia di gambe che di testa. Gioca sulla difensiva in salita, risultando l’unico in grado di resistere agli attacchi di Carapaz sul Montée de Saint-Nizier-du-Moucherotte. A pochi metri dallo scollinamento, conscio che il successivo tratto di discesa e falsopiano lo favorisce, scatta e si leva di ruota l’ecuadoriano. Appena la strada smette di salire, il vantaggio tra lui e il vincitore del Giro 2019 si dilata rapidamente e il tedesco diventa imprendibile.

Loading...
Loading...

DANIEL OSS (BORA-HANSGROHE) VOTO 9: Se Kamna è riuscito a inserirsi nella fuga di giornata, gran parte del merito è suo. L’azzurro si dimostra, una volta di più, un gregario eccellente.

RICHARD CAPARAZ (INEOS) VOTO 8,5: Dà spettacolo in salita ove, con i suoi scatti, costringe quasi tutti alla resa, incluso Julian Alaphilippe. Purtroppo per lui, trova sulla sua strada un Kamna semplicemente superiore. Quando la strada si inerpica, ad ogni modo, l’ecuadoriano è sempre uno spettacolo.

SEBASTIAN REICHENBACH (GROUPAMA-FDJ) VOTO 8: E’ l’ultimo a mollare la ruota di Kamna e Carapaz. Conquista un bel terzo posto finale, un risultato da non buttare per un corridore come lui che, sovente, deve lavorare per i capitani.

PAVEL SIVAKOV (TEAM INEOS) VOTO 7,5: Dopo tutti i problemi avuti a inizio Tour, quando sembrava costretto a ritirarsi, fa piacere rivedere il russo brillante. Ancora non è il miglior Sivakov, ma il quarto posto odierno è un risultato che infonde fiducia.

QUENTIN PACHER (B&B HOTELS VITAL CONCEPT) VOTO 7,5: E’ il primo a muoversi sul Montée de Saint-Nizier-du-Moucherotte. Viene ripreso, ma riesce a rimanere con il gruppo di Sivakov e a chiudere la tappa in top-10, davanti anche a un certo Julian Alaphilippe.

SIMON GESCHKE (CCC) VOTO 7: Il veterano tedesco è autore di un’altra ottima prestazione e conclude la tappa con un buon quinto posto.

MATTEO TRENTIN (CCC) VOTO 7: Matteo va in fuga e passa per primo al traguardo volante. La maglia verde resta un obiettivo concreto, anche se difficile da raggiungere.

TIESJ BENOOT (SUNWEB) VOTO 6,5: Tatticamente la sua squadra si muove sempre bene, ma Benoot non ha le gambe di Hirschi o Kragh Andersen e non è riuscito a ripagare la fiducia riposta su di lui oggi dalla Sunweb. Non è quello visto a marzo alla Parigi-Nizza.

TADEJ POGACAR (UAE TEAM EMIRATES) VOTO 6: Ha il merito di voler provare a guadagnare qualcosa sullo strappo finale, ma tatticamente quanto fatto oggi dallo sloveno non aveva grande senso.

MIGUEL ANGEL LOPEZ (ASTANA) VOTO 6: Il suo scatto nel finale è bello, segno di una condizione che c’è. Difficile, però, trovare un senso a quell’azione.

WARREN BARGUIL (ARKEA-SAMSIC) VOTO 5,5: Va in fuga con un compagno, ma non riesce a essere competitivo per il successo di tappa. Non è neanche lontanamente vicino ai livelli del corridore che tre anni fa vinceva due tappe e la maglia a pois.

JULIAN ALAPHILIPPE (DECEUNINCK-QUICK STEP) VOTO 5: Va in fuga ed è molto attivo sul Montée de Saint-Nizier-du-Moucherotte. Dopo aver seguito il primo scatto di Carapaz, però, crolla di colpo. Sembrerebbe essere quasi in calando di condizione rispetto alla prima settimana.

EGAN BERNAL (INEOS) S.V.: Oggi abdica definitivamente mollando subito le ruote del plotone sul Montée de Saint-Nizier-du-Moucherotte e facendo gruppetto coi velocisti. Inutile infierire, il colombiano ormai ha staccato la spina.

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top