NBA Playoff 2020: i Los Angeles Lakers battono ancora gli Houston Rockets e volano sul 3-1

Soltanto una la partita dei Play-offs NBA 2020 che si è disputata nella notte di Orlando: nella semifinale della Western Conference i Los Angeles Lakers colgono il terzo successo consecutivo contro gli Houston Rockets e volano sul 3-1 nella serie, regalandosi la possibilità di sbrigare la pratica già nella gara-5 in programma sabato.

HOUSTON ROCKETS – LOS ANGELES LAKERS 100-110 (22-26, 19-31, 29-29, 30-24) [1-3 nella serie]

La sconfitta di gara-1 sembra ormai ampiamente dimenticata: i Los Angeles Lakers piegano gli Houston Rockets con il punteggio di 110-100 e prendono saldamente in mano la serie, che ora li vede comandare per 3-1. Una partita che si decide già nel primo tempo, complice una partenza davvero molle dei texani che mancano completamente l’approccio a livello mentale: la franchigia californiana ne approfitta e arriva all’intervallo con un vantaggio di 16 punti, costruito perlopiù durante il secondo quarto. La reazione della squadra allenata da Mike D’Antoni è tardiva e giunge solamente nell’ultimo periodo, in concomitanza con un rilassamento troppo anticipato dei giallo-viola: inutile il parziale di 18-2 che serve solamente a rendere meno amaro il passivo.

L’MVP del match è senza dubbio Anthony Davis, che sfrutta la mancanza di un lungo in grado di contrastarlo nei Rockets e mette in enorme difficoltà la difesa biancorossa: il suo bottino parla di una pesante doppia doppia da 29 punti (10/18 al tiro dal campo) e 12 rimbalzi. Sfiorano la tripla doppia LeBron James, autore di 16 punti, 15 rimbalzi e 9 assist, e un ormai ritrovato Rajon Rondo, che chiude con 11 punti, 10 rimbalzi e 8 assist. Bene anche Alex Caruso (16 punti) che firma la tripla che, sostanzialmente, manda i titoli di coda alla sfida. Per i Rockets non paga la strategia del quintetto piccolo: statisticamente il migliore è Russell Westbrook, che segna 25 punti (ma 10 dei quali nell’ultimo quarto, a giochi ormai fatti), mentre James Harden tira con un bassissimo 2/11 dal campo e delude soprattutto dal punto di vista caratteriale, nonostante una doppia doppia da 21 punti e 10 assist.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golf, un redivivo Russell Knox chiude il primo giro del Safeway Open 2020 in testa. Difficoltà per Mickelson e Spieth

US Open 2020, Naomi Osaka: “La partita è stata davvero intensa, ora sotto con la finale…”