LIVE F1, GP Toscana 2020 in DIRETTA: ordine d’arrivo e classifiche. Hamilton vince, due Ferrari a punti



CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

CRONACA GP TOSCANA

Loading...
Loading...

ORDINE D’ARRIVO GP TOSCANA 

CHARLES LECLERC: “FACEVO FATICA CON LA MACCHINA. MOMENTO DIFFICILE”

MATTIA BINOTTO: “NON CI SONO SPIEGAZIONI, ABBIAMO UN PROBLEMA DI BASE”

SEBASTIAN VETTEL: “HO LOTTATO, MA NON SONO SODDISFATTO DEL RISULTATO”

LA CLASSIFICA PILOTI AGGIORNATA

LA CLASSIFICA COSTRUTTORI AGGIORNATA

LEWIS HAMILTON: “90 VITTORIE SONO QUALCOSA DI INCREDIBILE”

VIDEO MAXI-INCIDENTE NELLE RETROVIE E LUNGHISSIMA BANDIERA ROSSA

Grazie per averci seguito e un saluto dalla redazione di OA Sport!

Di seguito l’ordine d’arrivo:

1 Lewis HAMILTON MercedesLEADER 5
2 Valtteri BOTTAS Mercedes+4.880 5
3 Alexander ALBON Red Bull Racing+8.064 5
4 Daniel RICCIARDO Renault+10.417 5
5 Sergio PEREZ Racing Point+15.650 5
6 Lando NORRIS McLaren+18.883 5
7 Daniil KVYAT AlphaTauri+21.756 5
8 Charles LECLERC Ferrari+28.345 5
9 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+29.770 6
10 Sebastian VETTEL Ferrari+29.983 6
11 George RUSSELL Williams+32.404 5
12 Romain GROSJEAN Haas F1 Team+42.036 5

Vince Lewis Hamilton la 90ma gara in carriera nel Circus rafforzando la propria leadership in questo Mondiale 2020 di F1. Bottas e Albon sono sul podio. Leclerc chiude in ottava posizione, tenendo conto della penalità di Raikkonen (nono) e Vettel decimo. Una gara durissima e molto caotica con 3 SC e due sospensioni per gli incidenti.

58° giro/59: Hamilton gestisce come vuole la situazione, con Bottas che vede salire il suo margine su Bottas a 1″951. Raikkonen spinge alla grandissima per conquistarsi la zona punti. Lewis: 1’18″843, mette d’accordo tutti con questo super giro.

57°giro/59: Tutti spingono al massimo e Bottas vinco ad Hamilton con 1″231 di svantaggio.

56° giro/59: Si spinge alla grande in questa fase, vista la terza ripartenza. Raikkonen sta cercando di accumulare 5″ con Vettel per tenerselo dietro, tenendo conto della penalità di 5″.

55° giro/59: Si spinge a tutta in questa fase con Vettel che rema con la sua Ferrari per tenersi dietro la Williams, mentre Hamilton e Bottas sono separati da 1″608.

54°giro/59: Situazione critica per Vettel, tallonato da Russell e questo la dice lunga sulle problematiche della Ferrari.

53°giro/59: Bottas fa un super giro veloce e si avvicina a Hamilton (+1″501), mentre Russell è alle spalle di Vettel e potrebbe sorpassarlo, in lotta per il decimo posto.

52° giro/59: Hamilton scappa con Bottas a 1″435, mentre Albon potrebbe accontentarsi della terza piazza. Leclerc e Vettel alle spalle di Raikkonen.

51° giro/59: Albon va fortissimo in questa fase e va a prendere Bottas (secondo). Leclerc si avvicina Raikkonen per prendersi l’ottava posizione in pista.

50° giro/59: Ricciardo in difficoltà e in un colpo solo perde la posizione da Bottas e da Albon che sale in terza posizione.

49° giro/59: Con questa penalità Kimi rischia di finire fuori la zona punti. Leclerc, nel frattempo, supera Grosjean (virtualmente ottavo) e Vettel 10°, tenendo conto della penalizzazione citata. Raikkonen, ha ricevuto una penalità di 5 secondi per aver superato la riga di ingresso in pit lane.

48° giro/59: Penalità per Raikkonen! 5 secondi.

1 Lewis HAMILTON MercedesLEADER 5
2 Valtteri BOTTAS Mercedes+1.094 5
3 Daniel RICCIARDO Renault+2.339 5
4 Alexander ALBON Red Bull Racing+2.836 5
5 Sergio PEREZ Racing Point+4.265 5
6 Lando NORRIS McLaren+6.089 5
7 Daniil KVYAT AlphaTauri+6.889 5
8 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+8.164 6
9 Romain GROSJEAN Haas F1 Team+9.257 5
10 Charles LECLERC Ferrari+9.762 5
11 Sebastian VETTEL Ferrari+10.923 6

47° giro/59: Partito benissimo Ricciardo, che attacca anche Hamilton! Lewis tiene la testa della corsa, seguito da Ricciardo, Bottas, Albon e Perez. Partite malissimo le due Ferrari.

17.14: Si schiereranno in griglia con questa disposizione:

1 Lewis HAMILTON MercedesLEADER 5
2 Daniel RICCIARDO Renault+0.279 5
3 Valtteri BOTTAS Mercedes+0.423 5
4 Alexander ALBON Red Bull Racing+0.600 5
5 Sergio PEREZ Racing Point+0.773 5
6 Lando NORRIS McLaren+1.105 5
7 Daniil KVYAT AlphaTauri+1.267 5
8 Charles LECLERC Ferrari+1.516 5
9 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+1.521 6
10 Sebastian VETTEL Ferrari+1.768 5
11 George RUSSELL Williams+0.908 6
12 Romain GROSJEAN Haas F1 Team+0.998 5

17.13: ATTENZIONE! Arriva la comunicazione: la partenza avverrà sulla griglia.

17.12: In realtà non c’è ancora comunicazione da parte della Direzione Gara.

17.10: Ci sarà la ripartenza con Safety Car.

17.09: Quando abbiamo percorso 46 dei 59 giri previsti, abbiamo questa classifica: Hamilton, Bottas, Ricciardo, Albon, Perez, Norris, Kvyat, Leclerc, Russell, Vettel, Raikkonen e Grosjean.

17.03: Sono arrivate indicazioni dalla Race Direction: alle 17:12 riprenderà la gara.

45°giro/59: L’incidente potrebbe essere causato dal cedimento della gomma posteriore della Racing Point di Perez, che lo molla in percorrenza dell’Arrabbiata 2. Lance colpisce lateralmente le barriere, ma abbandona la monoposto sulle sue gambe.

45°giro/59: 12 piloti rimasti in gara, ora vedremo se si terminerà la corsa ora o meno. Siamo al limite delle 2 ore di durata e abbiamo superati il 75% della distanza minima prevista. Potrebbe fermarsi qui tutto.

45°giro/59: ATTENZIONE! Bandiera rossa da parte della Race Direction e da capire se la gara riprenderà…

45°giro/59: Foratura per Stroll che quindi non ha potuto fare molto in questo caso è andato contro le barriere.

45°giro/59: Rientrato ai box anche Vettel montando le gomme morbide e rientrando in decima posizione.

44° giro/59: ATTENZIONE! Fuori Stroll nella zona delle Arrabbiate e Safety Car. Rientrano ai box Bottas e Albon. Vettel e Leclerc in nona e decima piazza.

43° giro/59: Grande lotta per la terza posizione con Ricciardo, Stroll e Albon in lizza e su un ritmo notevolissimo. Leclerc a 1″146 da Vettel (decimo).

42°giro/59: Hamilton e Bottas separati da 5″859, mentre Leclerc si avvicina a Vettel. Lotta Ferrari per la decima posizione…

41° giro/59: Grande lotta per il terzo posto: Ricciardo, Stroll e Albon racchiusi in quattro secondi. Mentre dai box, a Hamilton hanno detto di rimanere lontani dai cordoli.

40°giro/59: Di seguito la classifica mondiale:

1 Lewis HAMILTON MercedesLEADER 3
2 Valtteri BOTTAS Mercedes+6.386 3
3 Daniel RICCIARDO Renault+23.185 3
4 Lance STROLL Racing Point+24.995 3
5 Alexander ALBON Red Bull Racing+26.284 3
6 Sergio PEREZ Racing Point+38.071 3
7 Lando NORRIS McLaren+42.059 3
8 Daniil KVYAT AlphaTauri+51.850 3
9 George RUSSELL Williams+64.805 3
10 Sebastian VETTEL Ferrari+68.745 4
11 Charles LECLERC Ferrari+71.649 4
12 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+80.642 4
13 Romain GROSJEAN Haas F1 Team1 L 3
14 Esteban OCON Renault– 2
15 Nicholas LATIFI Williams– – –
16 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team– – –
17 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing– 1
18 Carlos SAINZ McLaren– 1
19 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing– – –
20 Pierre GASLY AlphaTauri– – –

39° giro/59: Ferrari in crisi nera in questo GP, Vettel che è in decima posizione davanti a Leclerc, costretto a una nuova sosta, montando le gomme medie. Albon fa il giro veloce, per tentare l’attacco a Stroll.

38°giro/59: Davanti Hamilton e Bottas fanno un altro sport girando in 1’22″0, mentre Leclerc rientra ancora una volta ai box montando le gomme medie. Leclerc ora è 11° alle spalle di Vettel. Situazione davvero imbarazzante.

37° giro/59: Hamilton e Bottas comandano sempre, mentre Ricciardo sta spingendo tantissimo con la Renault (terzo). Leclerc in sofferenza in ottava piazza e Vettel 11°.

36°giro/59: Bottas si avvicina a Hamilton con 6″477 di distacco. Ricciardo è terzo, davanti a Stroll, Albon, Perez, Norris, Leclerc, Kvyat e Russell. Vettel 11°.

35°giro/59: Di seguito l’ordine della classifica aggiornato:

1 Lewis HAMILTON MercedesLEADER 3
2 Valtteri BOTTAS Mercedes+6.709 3
3 Daniel RICCIARDO Renault+19.994 3
4 Lance STROLL Racing Point+22.297 3
5 Alexander ALBON Red Bull Racing+26.235 3
6 Sergio PEREZ Racing Point+33.393 3
7 Lando NORRIS McLaren+38.069 3
8 Charles LECLERC Ferrari+41.271 3
9 Daniil KVYAT AlphaTauri+43.856 3
10 George RUSSELL Williams+53.150 3
11 Sebastian VETTEL Ferrari+57.889 4
12 Romain GROSJEAN Haas F1 Team+71.205 4
13 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+71.747 3
14 Esteban OCON Renault– 2
15 Nicholas LATIFI Williams– – –
16 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team– – –
17 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing– 1
18 Carlos SAINZ McLaren– 1
19 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing– – –
20 Pierre GASLY AlphaTauri– – –

34°giro/59: Leclerc ancora sverniciato in rettilineo da Norris e ottava piazza per lui. Bottas fa il giro più veloce della gara nel frattempo a 7″6 da Hamilton.

33° giro/59: Rientra anche Lewis Hamilton e hard per lui. Pit-stop senza problemi e Lewis sempre davanti con comodità. Si ferma anche Albon che rientra in quinta posizione con gomme medie davanti a Perez.

32°giro/59: Rientra ai box Bottas, montando le gomme hard, rientrando in pista alle spalle di Albon in terza posizione. Leclerc è settimo, ma sta arrivando Norris che sta arrivando come una furia alle spalle di Charles.

31°giro/59: In questo grande caos, Perez si riprende la posizione su Leclerc: sesto il messicano e settimo Leclerc. Undicesimo Vettel, mentre Bottas (secondo) in difficoltà con le gomme.

30°giro/59: Norris, Kvyat e Russell rientrano ai box.

29°giro/59: Rientrano ai box Perez e Vettel: il messicano monta le gomme medie e torna in pista alle spalle di Leclerc. Vettel con le dure in 11ma posizione.

29°giro/59: Pit-stop letargico di Raikkonen che rientra in pista in 13ma posizione, con Leclerc che sale in 11ma posizione. Vola Ricciardo con le gomme medie, che si avvicina a Kvyat.

28°giro/59: Lando Norris sale in quinta posizione, superando Perez, mentre si ferma Ricciardo, rientrando in ottava posizione.

27°giro/59: Hamilton porta il proprio margine su Bottas a 2″201, mentre Ricciardo è a 1″001 da Stroll (terzo). Leclerc si avvicina a Raikkonen (+4″313) in dodicesima posizione.

26°giro/59: Leclerc prova a ricostruire la sua gara superando Grosjean per salire in 12ma posizione. Hamilton e Bottas davanti e separati da 2″039. Charles a 6″00 da Raikkonen.

25°giro/59: Hamilton e Bottas comandano separati da 1″843, Stroll a 15″238 tallonato da Ricciardo. Leclerc è a 1″4 da Grosjean in 13ma posizione.

24°giro/59: Davanti Hamilton comanda con 1″864 su Bottas, mentre Stroll 3° deve guardarsi da Ricciardo. Vettel è decimo e Leclerc 13° costretto alla sosta.

23°giro/59: Di seguito la classifica aggiornata:

1 Lewis HAMILTON MercedesLEADER 2
2 Valtteri BOTTAS Mercedes+2.072 2
3 Lance STROLL Racing Point+14.384 2
4 Daniel RICCIARDO Renault+15.354 2
5 Alexander ALBON Red Bull Racing+17.905 2
6 Sergio PEREZ Racing Point+23.687 2
7 Lando NORRIS McLaren+25.257 2
8 Daniil KVYAT AlphaTauri+27.654 2
9 George RUSSELL Williams+35.067 2
10 Sebastian VETTEL Ferrari+37.053 3
11 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+38.948 3
12 Romain GROSJEAN Haas F1 Team+45.273 2
13 Charles LECLERC Ferrari+48.050 3
14 Esteban OCON Renault– 2
15 Nicholas LATIFI Williams– – –
16 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team– – –
17 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing– 1
18 Carlos SAINZ McLaren– 1
19 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing– – –
20 Pierre GASLY AlphaTauri– – –

22°giro/59: La Ferrari di Leclerc rientra ai box, montando le gomme hard e sperando di essere premiato con questa strategia.

21° giro/59: Ci prova a resistere Leclerc, ma la macchina non lo supporta. Un momento davvero difficile e ora è Perez a prendersi la sesta posizione.

20°giro/59: Momento sconfortante per Charles che per la terza volta deve fare i conti con una SF1000 davvero piantata in rettilineo, Albon sale in quinta posizione. Hamilton e Bottas scappano via, mentre Vettel è 11°.

19°giro/59: Leclerc purtroppo non può nulla. Come prima viene sverniciato in rettilineo dalla Renault di Ricciardo e ora è quinto. Purtroppo non si pososno fare i miracoli con questa macchina…

18°giro/59: I tempi di Leclerc sono lenti, sull’1’24”, perdendo più di un secondo dalla Mercedes. Eccolo il sorpasso purtroppo di Stroll che svernicia la Rossa.

17°giro/59: Hamilton e Bottas separati da poco più di un secondo, mentre Leclerc deve sempre guardarsi da uno Stroll molto incisivo. Perez in difficoltà con Albon vicino in settima posizione.

16°giro/59: Stroll molto minaccioso su Leclerc che deve fare gli straordinari per tenersi dietro la Racing Point. Vettel ora è 11° davanti a Raikkonen. Bottas si avvicina a Hamilton con 1″332 di gap.

15°giro/59: Hamilton e Vettel scappano via, mentre Leclerc è molto lento in questo momento. Grande sorpasso di Ricciardo alla staccata della San Donato e quinta piazza conquistata.

14° giro/59: Hamilton e Bottas scappano via, separati da 1″765. Leclerc deve guardare negli specchietti perché Stroll è molto minaccioso. Vettel attaccato a Raikkonen.

13°giro/59: Hamilton e Bottas seperati da 1″570, mentre Leclerc deve guardarsi da Stroll che sotto il secondo e potrebbe prendere la scia con il DRS. Vettel è 12° dietro a Raikkonen.

12°giro/59: Hamilton può già vantare 2″029 su Bottas, mentre Leclerc è terzo a 6″033, con 1″122 di margine su Stroll.

11°giro/59: Troppo poco deciso Bottas in questa ripartenza e bravissimo Hamilton a prendersi la vetta. Ora Leclerc deve resistere a chi lo insegue.

10°giro/59: SI RIPARTE! Hamilton supera all’esterno di curva 1 Bottas! Leclerc è terzo davanti a Stroll, Perez, Ricciardo e Albon.

9°giro/59: Tra i top10, gli unici piloti su gomma Medium sono i piloti Mercedes per smarcarsi dal 1° pit-stop.

9°giro/59: Le auto ripartiranno dalla griglia di partenza. Bottas monta gomma Medium nuova.

9°giro/59: I piloti abbandonano la pit lane per andare a schierarsi. Sono già 9 i giri completati, me mancano 50 per questo GP.

15.54: 261 orari la velocità d’impatto di Giovinazzi nell’incidente che ha coinvolto anche Sainz, Latifi e Magnussen. Non ci sarà come detto anche Ocon.

15.53: “Io, Latifi, Magnussen eravamo full gas. Ad un certo punto ho visto Kevin inchiodare. Ho cercato di evitarlo, ma eravamo troppo vicini. Siamo stati fortunati: stavolta stiamo tutti bene… Sicuramente c’è qualcosa da rivedere nelle ripartenze dietro la safety. Non so se ha accelerato prima ho dopo, è da rivedere e cambiare tutto perché è pericoloso” commenta Antonio Giovinazzi, protagonista del secondo incidente del GP di Toscana.

15.52: Non riprenderà Ocon per i danni subiti sulla sua Renault.

15.50: Vi riportiamo alcune testimonianze, come Sainz:“Solo un colpo alla mano, a 290 orari è normale e non si può stare al cento per cento. Ma sto bene ed è stata una situazione pericolosa. Ho fatto una bella partenza ma mi sono toccato con una Racing e sono andato in testacoda”.

9°giro/59: La gara ripartirà alle 15.55.

9°giro/59: L’unico a non essere sceso dalla monoposto è Valtteri Bottas, mentre gli altri piloti stanno chiaccherando di persona con gli ingegneri e con il muretto.

9°giro/59: I piloti sono tutti in attesa di sapere quando si ripartirà. Leclerc è fuori dal proprio abitacolo.

9°giro/59: Sono 14 i piloti rimasti in gara dopo quest’avvio convulso.

9°giro/59: I piloti riportano le auto ai box, nell’attesa di sistemare i detriti ed i rottami dell’incidente di pochi minuti fa.

9°giro/59: Di seguito la classifica aggiornata:

1 Valtteri BOTTAS MercedesLEADER 2
2 Lewis HAMILTON Mercedes+1.173 2
3 Charles LECLERC Ferrari+2.839 2
4 Alexander ALBON Red Bull Racing+4.309 2
5 Lance STROLL Racing Point+5.159 2
6 Daniel RICCIARDO Renault+6.357 2
7 Sergio PEREZ Racing Point+8.088 2
8 Lando NORRIS McLaren+8.988 2
9 Daniil KVYAT AlphaTauri+10.627 2
10 Esteban OCON Renault+11.921 2
11 George RUSSELL Williams+13.983 2
12 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+15.803 3
13 Sebastian VETTEL Ferrari+17.313 3
14 Romain GROSJEAN Haas F1 Team+18.604 2
15 Nicholas LATIFI Williams– – –
16 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team– – –
17 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing– 1
18 Carlos SAINZ McLaren– 1
19 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing– – –
20 Pierre GASLY AlphaTauri– – –

9°giro/59: Una situazione nella quale chi era dietro si è ritrovato un muro di macchine davanti, non comprendendo che Magnussen fosse ancora piantato. Un incidente davvero incredibile e per fortuna senza conseguenze.

9°giro/59: Il tutto è nato a seguito della decisione di Bottas, che ha aspettato fino all’ultimo per tirare la frustata per dare la ripartenza.

9°giro/59: La Direzione Gara impone il regime di bandiera rossa per l’incidente, le macchine rientrano ai box.

8°giro/59: Alla ripartenza si scontrano la Haas di Magnussen, la McLaren di Sainz e l’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi.

8°giro/59: Nuovo incidente dunque e Safety Car! Incredibile questo GP.

7°giro/59: SI RIPARTE, MA CHE INCIDENTE!!!! Tante macchina coinvolte in rettilineo, perché Bottas ha giocato un po’ troppo in rettilineo, creando il caos.

7°giro/59: Al momento nessuno ha montato la gomma Hard. Tutti su gomma Soft tranne Kvyat, Grosjean, Raikkonen, Vettel.

7°giro/59: Non sappiamo ancora quando riprenderà la gara, visto il persistere del regime di Safety Car.

6°giro/59: Vedremo Leclerc che cosa farà in questa posizione che di sicuro non ci si aspettava.

5°giro/59: Evidentemente non sono stati risolti i problemi alla power unit dell’olandese, che già a pochi metri dal via si è lamentato via radio con un rabbioso “no power!”.

4°giro/59: Di seguito la classifica:

1 Valtteri BOTTAS MercedesLEADER – –
2 Lewis HAMILTON Mercedes+0.983 – –
3 Charles LECLERC Ferrari+1.891 – –
4 Alexander ALBON Red Bull Racing+3.422 – –
5 Lance STROLL Racing Point+5.331 – –
6 Daniel RICCIARDO Renault+5.847 – –
7 Sergio PEREZ Racing Point+6.836 – –
8 Lando NORRIS McLaren+8.105 – –
9 Daniil KVYAT AlphaTauri+9.837 – –
10 Esteban OCON Renault+12.251 – –
11 George RUSSELL Williams+14.320 – –
12 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team+15.191 – –
13 Nicholas LATIFI Williams+15.744 – –
14 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing+18.021 – –
15 Carlos SAINZ McLaren+18.708 – –
16 Romain GROSJEAN Haas F1 Team+20.704 – –
17 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+21.219 1
18 Sebastian VETTEL Ferrari+22.418 1
19 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing– – –
20 Pierre GASLY AlphaTauri– – –

3°giro/59: Verstappen, autore di una partenza disastrosa, deve già abbandonare le speranze di una lotta per un GP nel quale avrebbe potuto fare bene, stando almeno alle simulazioni del passo-gara.

2°giro/59: Out Verstappen e Gasly, a scatenare il tutto contatto tra Raikkonen e l’AlphaTauri di Pierre. A rimanere coinvolti con le conseguenze peggiori sono stati proprio Gasly e Verstappen, entrambi fuori dalla corsa.

1°giro/59:  Insabbiato Verstappen in curva 2! Contatto tra Sainz e una Racing Point, ad avere la peggio è anche Vettel che riporta dei danni all’ala anteriore.

1°giro/59:  Parte benissimo Bottas, si pianta Hamilton! Terzo Leclerc!

PARTITI!!!!!!!

15.10: VIA AL GIRO DI RICOGNIZIONE!

15.09: Tutto risolto sulla macchina di Verstappen, nessun problema particolare per lui.

15.08: Secondo Pirelli, la strategia più rapida è su due soste: si parte con gomma Soft per passare alla Medium dopo 19 giri. Dopo altri 21 giri sulla Medium, si termina la gara sulla Soft.

15.07: Volti tesi in griglia di partenza, tra 3′ si parte.

15.06: “Non c’è niente di peggio che dare speranze che uno non può raggiungere. Per quest’anno, la nostra realtà è tra il quarto e sesto posto. Dobbiamo progredire per l’anno prossimo, ma progredire non significa vincere. Dobbiamo accettare questa realtà. Molto difficile, ma è l’unico modo con il quale uno riesce ad andare oltre. Ci sono tante ragioni per le quali siamo qui, ma come Ferrari sono scuse che non amiamo avere. La nostra realtà è quella di oggi e solo prendendone coscienza abbiamo la possibilità di progredire. Ci vuole tempo, abbiamo davanti a noi una stagione difficile quest’anno, difficile l’anno prossimo e abbiamo la possibilità di ripartire nel 2022 con basi nuove“. Così commenta John Elkann, Presidente Ferrari.

15.05: ATTENZIONE! I meccanici Red Bull continuano a lavorare alacremente alla power uniti della monoposto di Verstappen. Concreto il rischio di problemi seri per il pilota olandese

15.04: Appare chiaro che il via sarà molto importante su di un tracciato dove il sorpasso non sarà affatto facile.

15.01: La chiave, soprattutto, sarà la gestione del posteriore con un degrado delle gomme che potrebbe essere un fattore discriminante.

14.58: La strategia a due soste è quella più veloce, ma la gestione delle soft sarà la chiave di lettura di questa gara al Mugello. Il degrado delle mescole farà la differenza, quindi.

14.55: Presente tutta la dirigenza Ferrari, con una speciale cerimonia area con paracadutista e bandiera della Rossa al seguito.

14.51: Si prospetta una gara molto dura per via delle temperature e non solo per le caratteristiche del tracciato.

14.48: Il Mugello, infatti, è proprietà della Scuderia di Maranello dalla fine degli anni ’80. Purtroppo la ricorrenza cade in una stagione in cui le Rosse non sono competitive ai massimi livelli. Cionondimeno Charles Leclerc, sfruttando anche una circostanza favorevole, ha issato la sua monoposto al 5° posto in griglia.

14.45: Quest’oggi all’autodromo del Mugello andrà in scena il Gran Premio di Toscana Ferrari 1000, nono atto del Mondiale di Formula Uno 2020. L’appuntamento non era previsto nel calendario originale, ma complice lo stravolgimento generato dalla pandemia di Covid-19, è stato aggiunto cammin facendo allo scopo di permettere al Cavallino Rampante di festeggiare il proprio 1000° Gran Premio in una pista letteralmente “di casa”.

14.42: Il meteo non dovrebbe essere un fattore, in quanto è previsto bel tempo per tutta la giornata. Al contrario, attenzione alle safety car. La pista del Mugello è “vecchia scuola”, con molte vie di fuga in ghiaia e muretti relativamente vicini al tracciato. Di conseguenza tra venerdì e sabato si è visto come gli errori di guida potrebbero essere pagati a caro prezzo. Allo scopo di recuperare le eventuali monoposto incidentate, non è quindi escluso di vedere la vettura di sicurezza entrare in azione, rimescolando le carte come avvenuto a Monza.

14.39: L’unico reale punto in cui sopravanzare un avversario potrebbe essere la curva di San Donato, al termine del lunghissimo rettilineo di 1.141 metri. Una minoranza di addetti ai lavori ritiene, invece, che la situazione potrebbe essere differente e ci possa essere più azione. Vedremo se sarà così, anche perché potrebbero presentarsi elementi di disturbo.

14.36: In qualifica Hamilton, Bottas e Verstappen hanno occupato le prime tre posizioni e promettono di fare altrettanto quest’oggi. La doppietta Mercedes non è scontata, perché nelle prove libere, l’olandese ha dimostrato di poter pensare di insidiare le Mercedes sul passo. Sarà fondamentale la partenza, in quanto molti osservatori ritengono il Mugello una pista dove sorpassare è molto difficile.

14.33: In casa Ferrari, non vi sono novità miracolose perché non ci saranno. Il deficit di potenza è troppo grande e la vettura, per ritrovare competitività, deve essere completamente stravolta. Per riuscire a migliorare nel breve termine serve carico aerodinamico senza andare ad incrementare sensibilmente la resistenza all’avanzamento. Non servirà per garantire performance ma la SF1000 scenderà in pista con una livrea particolare per festeggiare i 1000 Gp in Formula 1. Al Mugello, infatti, Leclerc e Vettel scenderanno in pista con una livrea con il Rosso pantone per ricordare la tonalità usata nel GP di Monaco del 1950.

14.30: “È un circuito spettacolare e molto veloce, decisamente impegnativo sui pneumatici: per questo motivo abbiamo nominato le tre mescole più dure della gamma. Come sempre per i nuovi circuiti, anche il Mugello rappresenta un po’ un’incognita per la maggior parte di piloti e Team, il che significa avere carta bianca per le strategie. Le prove libere saranno quindi cruciali per ottenere il maggior numero di dati possibili, e con tutta probabilità vedremo i Team dividere i propri programmi per acquisire quante più informazioni necessarie con tutte e tre le mescole […]”, le parole di Mario Isola.

14.27: Pirelli per questo primo Gp del Mugello porterà in pista le tre mescole più dure: C1 Bianche, C2 Medie e C3 Soft. Questa scelta è stata fatta perché la pista è nuova e quindi non si hanno dati degli scorsi anni ma anche per le caratteristiche del tracciato che metteranno a dura prova gli pneumatici.

14.24: Sarà fondamentale la parte ibrida, in special modo MGU-H, avrà un’importanza fondamentale per essere competitivi in qualifica e gara. Essendoci poche frenate molto violente  il recupero di energia tramite MGU-K sarà piuttosto basso mentre MGU-H potrà recuperare parecchia energia grazie ai tratti veloci dove il motore lavora a piena potenza.

14.21: La lotta per la vittoria riguarderà, verosimilmente, altri protagonisti. La graduatoria iridata vede al comando Lewis Hamilton con 164 punti, seguito da Valtteri Bottas a 117 e Max Verstappen a 110. Tutti e tre saranno sicuramente vogliosi di riscatto dopo la prestazione di Monza. Il britannico ha visto sfumare una vittoria ormai acquisita a causa di una penalità rimediata per aver effettuato il suo pit-stop quando la corsia dei box era chiusa, il finlandese è reduce da un anonimo quinto posto, mentre l’olandese è stato costretto al ritiro da un problema sulla power unit.

14.18: La Rossa festeggia qui il 1000° GP della storia e la livrea a tema è stata molto apprezzata, ma le prestazioni sulla pista non invitano all’ottimismo. La SF1000 ha sempre gli stessi problemi sia in termini di velocità massima che di carico aerodinamico e i piloti Charles Leclerc e Sebastian Vettel dovranno limitare i danni. Il tedesco, tra l’altro, ha annunciato alla vigilia di questo weekend di accasarsi l’anno venturo all’Aston Martin, un cambiamento importante per la sua carriera, dopo aver riflettuto sul da farsi e valutato anche il ritiro dalle competizioni.

14.15: Tra le caratteristiche più importanti di questo layout vi sono i continui dislivelli con una carreggiata stradale piuttosto stretta come i circuiti anni ’80. Si prevedono velocità spaventose alle due “Arrabbiate” percorse in pieno alla velocità di 260/270 km/h. Un tracciato, come detto, piuttosto tecnico: nelle Luco-Poggio Secco-Materassi a inizio giro sarà fondamentale mantenere la massima velocità nel punto di corda e una perfetta traiettoria, mentre le due Biondetti a fine giro avranno una parvenza di chicane, dove sarà fondamentale l’uscita per rilanciarsi al meglio nel giro seguente.

14.12: Il tracciato, di proprietà della Ferrari dal 1988, è tra le più tecniche e spettacolari di questo calendario iridato 2020. Diverse le curve di media- alta velocità con un rettilineo in salita lunghissimo (oltre 1 km) dove le F1 potranno sprigionare la potenza delle power unit.

14.10: Buongiorno e bentrovati alla DIRETTA LIVE del GP di Toscana, nono round del Mondiale 2020 di F1. Sul circuito del Mugello, per la prima volta teatro di un evento nel calendario iridato, assisteremo a un grande spettacolo, su una pista particolarmente impegnativa per piloti e mezzi meccanici.

Il programma del GP ToscanaLa griglia di partenzaLa presentazione della garaLa cronaca delle qualifiche

Buongiorno e bentrovati alla DIRETTA LIVE del GP di Toscana, nono round del Mondiale 2020 di F1. Sul circuito del Mugello, per la prima volta teatro di un evento nel calendario iridato, assisteremo a un grande spettacolo, su una pista particolarmente impegnativa per piloti e mezzi meccanici.

Il tracciato, di proprietà della Ferrari dal 1988, è tra le più tecniche e spettacolari di questo calendario iridato 2020. Diverse le curve di media- alta velocità con un rettilineo in salita lunghissimo (oltre 1 km) dove le F1 potranno sprigionare la potenza delle power unit. Tra le caratteristiche più importanti di questo layout vi sono i continui dislivelli con una carreggiata stradale piuttosto stretta come i circuiti anni ’80. Si prevedono velocità spaventose alle due “Arrabbiate” percorse in pieno alla velocità di 260/270 km/h. Un tracciato, come detto, piuttosto tecnico: nelle Luco-Poggio Secco-Materassi a inizio giro sarà fondamentale mantenere la massima velocità nel punto di corda e una perfetta traiettoria, mentre le due Biondetti a fine giro avranno una parvenza di chicane, dove sarà fondamentale l’uscita per rilanciarsi al meglio nel giro seguente.

La Rossa festeggia qui il 1000° GP della storia e la livrea a tema è stata molto apprezzata, ma le prestazioni sulla pista non invitano all’ottimismo. La SF1000 ha sempre gli stessi problemi sia in termini di velocità massima che di carico aerodinamico e i piloti Charles Leclerc e Sebastian Vettel dovranno limitare i danni. Il tedesco, tra l’altro, ha annunciato alla vigilia di questo weekend di accasarsi l’anno venturo all’Aston Martin, un cambiamento importante per la sua carriera, dopo aver riflettuto sul da farsi e valutato anche il ritiro dalle competizioni.

La lotta per la vittoria riguarderà, verosimilmente, altri protagonisti. La graduatoria iridata vede al comando Lewis Hamilton con 164 punti, seguito da Valtteri Bottas a 117 e Max Verstappen a 110. Tutti e tre saranno sicuramente vogliosi di riscatto dopo la prestazione di Monza. Il britannico ha visto sfumare una vittoria ormai acquisita a causa di una penalità rimediata per aver effettuato il suo pit-stop quando la corsia dei box era chiusa, il finlandese è reduce da un anonimo quinto posto, mentre l’olandese è stato costretto al ritiro da un problema sulla power unit.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE del GP di Toscana, nono round del Mondiale 2020 di F1: cronaca in tempo reale e aggiornamenti costanti. Si comincia alle ore 15.10.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top