Giro d’Italia 2020, decima tappa Lanciano-Tortoreto: percorso e altimetria

Mancano ormai meno di dieci giorni allo start ufficiale del Giro d’Italia 2020, l’appuntamento ciclistico più atteso del Bel Paese. In attesa di vivere insieme le emozioni della 103esima edizione della Corsa Rosa, continuiamo con la nostra rubrica di presentazione delle 21 tappe in programma: qui andiamo ad analizzare la decima frazione, che si correrà martedì 13 ottobre da Lanciano a Tortoreto.

PERCORSO

Sono 177 i chilometri da Lanciano a Tortoreto. La prima parte fino a Francavilla al Mare si svolge lungo la costiera adriatica con alcuni passaggi cittadini piuttosto impegnativi. Archiviata la costa, la corsa si porta a Chieti attraverso diverse salite che culminano con il Muro del Tricalle (fino al 18%) che conduce fino al capoluogo teatino. Si rientra poi sulla costa fino a Giulianova dove è in programma il circuito conclusivo, costituito da circa 40 km e costellato di muri: in particolare, da evidenziare l’ascesa di Colonnella (10% di pendenza media, picchi del 18%) e il muro di Controguerra (punte del 24%).

ALTIMETRIA

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Mondiali 2020 oggi: orari, programma, tv, streaming 24 settembre

Giro d’Italia 2020: l’altimetria delle tappe chiave. Lo Stelvio fa paura, occhio alla cronometro