F1, la Renault e la McLaren minacciano la Red Bull per qualifiche e la gara? Max Verstappen deve preoccuparsi

Una “Monza 2” per Red Bull? Chissà, vedremo. Di fatto, c’è un dato abbastanza evidente al termine della prima giornata delle prove libere del GP di Russia, round del Mondiale 2020 di F1. Renault e McLaren vanno forte e Daniel Ricciardo oggi può gonfiare il petto. L’australiano ha centrato due top-3 nel day-1 russo e ai nostalgici è sembrato nuovamente in versione “Dan-attack” quando correva per il team di Milton Keynes.

La monoposto anglo-francese aveva già fatto vedere a Spa e a Monza di andare molto forte su tracciati dove l’efficienza aerodinamica la fa da padrona. Sul circuito di Sochi, specie nei primi due settori della pista, questo aspetto è fondamentale per la massimizzazione della prestazione e quindi non stupisce più di tanto il riscontro di Ricciardo che può candidarsi a un ruolo di primattore in vista di quel che sarà per il time-attack di domani e forse anche per la gara domenicale.


Team cliente Renault e con un ottimo telaio, anche la citata McLaren ha mostrato forti segnali di vitalità. Dopo un fine settimana al Mugello non fortunatissimo, la monoposto di Woking sembra aver ritrovato il proprio smalto e quanto messo in mostra dal britannico Lando Norris e dallo spagnolo Carlos Sainz non è cosa da poco. Per quanto concerne l’iberico, il ricordo dell’amaro secondo posto di Monza è ancora ben presente e quindi, alle spalle delle inarrivabili Mercedes, la situazione è decisamente aperta.

Pertanto, Max Verstappen dovrà preoccuparsi perché, al di là delle Frecce Nere di un altro pianeta, ci sono altri team che spingono molto forte, introducendo del materiale decisamente interessante dal punto di vista aerodinamico. Spiace che in questo club non sia presente la Ferrari, che pare aver scelto un altro approccio in questa seconda parte del 2020 nella quale i risultati difficilmente potranno arrivare. Tornando a Red Bull, il target resta il terzo posto, ma per l’appunto il tulipano non avrà vita facile, ricordando poi quanto accade in terra brianzola.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DELLA F1

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Daniel Ricciardo Lando Norris Mondiale F1 2020

ultimo aggiornamento: 25-09-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Filippo Ganna, il muro dei 4′ su pista e il sogno del Record dell’Ora. Obiettivi possibili?

Giro d’Italia 2020, quindicesima tappa Base Aerea Rivolto-Piancavallo: percorso e altimetria