F1, la Ferrari ha un grande futuro. La dichiarazione di Elkann e i possibili scenari per Maranello

“La Ferrari è passione, mille gran premi è un traguardo che nessuno ha raggiunto. Siamo felici e fiduciosi. La Ferrari non è solo passato ma anche futuro, un gran futuro”. Parole di John Elkann, Presidente della Scuderia di Maranello, alla vigilia del GP di Toscana andato in scena oggi pomeriggio al Mugello. Il numero 1 del Cavallino Rampante ha commentato in questo modo il momento difficile delle Rosse: “Abbiamo avuto momenti belli, e momenti difficili. Oggi siamo in un momento difficile, è importante ripartire e guardare oltre e su questo siamo impegnati“.

La Ferrari è reduce da tre fine settimana da incubo: 13° e 14° posto a Spa-Francorchamps, doppio ritiro a Monza, ottava e decima posizione al Mugello. I risultati non arrivano a causa di una monoposto oggettivamente lacunosa e con un’infinità di limiti tecnici, caratterizzata da un motore poco potente, da una scarsa capacità di gestire gli pneumatici, da un’aerodinamica fallace sotto ogni punto di vista. Il progetto completamente sbagliato non ha però smosso i vertici aziendali e si è proseguito su questa strada, cercando di guardare al futuro. Ma qual è questo futuro?

John Elkann ha parlato di un grande futuro e di essere fiducioso, ma questa Ferrari sta attraversando un momento nero ed è oggettivamente in crisi, anche se il team principal Mattia Binotto non la vede in questo modo. Al momento si vedono soltanto grandi nubi all’orizzonte ed è molto difficile essere pessimisti: nel 2021 il regolamento sarà lo stesso di quest’anno ed è complicato pensare a grandi stravolgimenti, nel 2022 subentreranno le nuove regole e non bisognerà farsi trovare impreparati. Ammesso che questa Ferrari riesca ancora a essere competitiva in F1, visto che non si vince il Mondiale piloti addirittura dal 2007 e non è facile sognare in grande nell’immediato.

Un grande futuro dell’azienda è sicuramente certo: stiamo parlando di un brand storico, che affascina in tutto il mondo e il settore delle vendite delle vetture da strada sta andando molto bene. E se ci fossero altre avventure nel motorsport? Magari la 24 Ore di Le Mans e la Indy, per cercare di trovare nuovi stimoli rispetto a una Formula Uno dove al momento si annaspa senza vedere la luce in fondo al tunnel. E Charles Leclerc sta iniziando a scalpitare…

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI F1

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tour de France 2020, Nairo Quintana: “Sapevo che sarebbe stato difficile, ho pagato la caduta”

Canoa velocità, Campionati Italiani 2020: nei 5000 metri titoli per Carlo Tacchini e Susanna Cicali