Show Player

Basket, Final Four Supercoppa Italiana 2020: le semifinaliste ai raggi X. Milano favorita, ma occhio alle sorprese



Si disputano venerdì le due semifinali della Supercoppa Italiana 2020 e la Final Four di Bologna promette spettacolo. A qualificarsi sono state, infatti, le favorite della vigilia, l’Olimpia Milano, la Virtus Bologna, la Reyer Venezia e la Dinamo Sassari. Ma le quattro squadre arrivano al penultimo appuntamento del torneo con certezze e dubbi ben diversi.

Si parte alle 18.00 con la sfida tra l’Olimpia Milano e la Reyer Venezia. La squadra di Ettore Messina è la favorita d’obbligo per la vittoria finale ed è stata l’unica formazione a chiudere la prima fase a punteggio pieno, con sei vittorie su sei. Non solo, perché l’Olimpia ha chiuso con una media di 96 punti segnati, mentre in difesa è stata la seconda migliore, con 24 punti di vantaggio medio. Milano ha trovato in Kevin Punter un marcatore micidiale, ma l’arma di Messina è la rosa, con la panchina che garantisce punti pesanti e permette al tecnico meneghino di far girare la rotazione costantemente, dando minutaggio e tutti i giocatori e preservando giocatori come Rodriguez che, così, quest’anno colpiscono in maniera più chirurgica rispetto a un anno fa.

Loading...
Loading...

Avversaria di Milano è la Reyer Venezia, il cui accesso alle Final Four è stato ben più difficile. Quattro vittorie, ma il passaggio del turno arrivato solo alla sirena dell’ultima sfida con Trento. Per la squadra di De Raffaele qualche buono sprazzo, ma anche molti dubbi. I ko con Trieste e Treviso sono campanelli d’allarme, mentre per i veneti è fondamentale che giri Mitchell Watt, mentre in questa prima fase di stagione hanno dato un contributo importante il solito Stefano Tonut, così come Austin Daye e Jeremy Chappell. La rimonta di Trento nell’ultimo match, però, significa che Venezia non può mai alzare il piede dall’acceleratore e contro un’armata come Milano la Reyer è chiamata a giocare al 100% per 40 minuti se vuole restare in partita.

La seconda semifinale, alle 20.45, vede di fronte la Virtus Bologna e la Dinamo Sassari. I padroni di casa arrivano all’appuntamento con cinque vittorie all’attivo, ma non sempre le vittorie sono state così nette e facili da far sorridere Sasha Djordjevic, che sicuramente si aspettava di più dalla sua squadra. Se le V Nere possono già fare pieno affidamento su Milos Teodosic e hanno i punti garantiti di Kyle Weems, per fare il salto di qualità che in questa prima fase della Supercoppa non si è visto serve che facciano il salto di qualità uno spesso impalpabile Stefan Markovic e il tanto atteso Amar Alibegovic che, se entrano bene nelle rotazioni di Djordjevic, possono risolvere i problemi visto sino a ora in casa Virtus Bologna.

Infine, la quarta semifinalista è la Dinamo Sassari, squadra sin qui abbastanza indecifrabile. I ragazzi di Pozzecco, infatti, hanno dato l’impressione di poter dominare il proprio girone, ma si sono concessi troppi passaggi a vuoto che hanno rischiato seriamente di compromettere il passaggio del turno. Il quarto quarto contro Brindisi che è costato il ko per 1 punto e il finale di match con Pesaro all’ultima giornata sono stati brutti passi falsi, ma anche il terzo quarto nella prima sfida con i marchigiani e il secondo con Brindisi hanno visto Sassari faticare a riprendere in mano la partita quando gli errori iniziano ad accumularsi. Certo, le percentuali da tre punti di Spissu, Bendzius e Kruslin sono un’arma micidiale per Pozzecco, ma il tecnico sardo sa che non sono permessi blackout e che oltre all’attacco serve una difesa perfetta per fermare la Virtus Bologna.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI BASKET

duccio.fumero@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credits: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top