Barcellona-Napoli: precedenti, numeri e curiosità. I blaugrana imbattuti in casa in Champions League da 7 anni

Il Napoli è chiamato all’impresa per superare gli ottavi di Champions League: dovrà battere in trasferta il Barcellona o pareggiare mettendo a referto almeno due gol. Una situazione di certo non facile per i ragazzi di Gennaro Gattuso che però nelle ultime giornate hanno trovato la propria identità. Discorso diverso per i blaugrana fermi da diverse settimane, l’ultimo match di campionato è datato 19 luglio, con una profonda spaccatura tra la squadra e l’allenatore Quique Setién.

L’unico precedente tra le due squadre in gara ufficiale è quello della partita d’andata finita 1-1, non fanno testo le quattro amichevoli disputate con tre vittorie del Barcellona e una degli azzurri. I blaugrana hanno un ottimo score contro le italiane nelle competizioni europee, in 57 incontri hanno trionfato per 28 volte con 22 pareggi e 11 sconfitte ma solo 2 nei match giocati in casa. Nei 15 precedenti del Napoli contro le squadre spagnole i partenopei hanno raccolto 4 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte.

Il dato che salta immediatamente all’occhio, e che rende al meglio l’idea di quanto sia complicata l’impresa dei ragazzi di Gattuso, è relativo alle partite giocate al Camp Nou dai blaugrana in Champions League: i catalani sono imbattuti da 7 anni. Il Barcellona ha concluso il Gruppo F al primo posto con 14 punti, quattro in più del Borussia Dortmund. Il Napoli è arrivato secondo nel Gruppo E con 12 punti, uno in meno del Liverpool, totalizzando in trasferta 5 punti.

L’incognita maggiore sarà legata, ovviamente, alla condizione fisica delle due squadre. Se gli azzurri sono sicuri di avere il ritmo partita nelle gambe, potrebbero pagare un po’ di stanchezza visti i tanti impegni ravvicinati dei giorni scorsi. Per quanto riguarda il blaugrana bisognerà capire come hanno reagito i muscoli a questi quasi venti giorni di stop.


E’ lapalissiano sottolineare come il Napoli abbia bisogno di un’impresa per staccare il biglietto per le Final Eight. I ragazzi di Gattuso, però, potrebbero stupire il mondo, a patto di riuscire a frenare l’estro del tridente blaugrana composto da Messi, Suarez e Griezmann, sperando nel recupero lampo di capitan Insigne.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO

salvatore.serio@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Enrico Cardile: “Ferrari ora non può vincere un Gran Premio. Obiettivo fare più punti possibili”

F1, GP 70° Anniversario: Robert Kubica guiderà l’Alfa Romeo nelle prove libere 1, sostituirà Giovinazzi