NASCAR Truck Series, Kyle Busch detta il passo in Texas

Dominio assoluto per il Kyle Busch Motorsport in Texas nella prova valida per la NASCAR Truck Series, la ‘F3’ della seguitissima serie americana. Il padrone del Team, detentore del record di affermazioni nella categoria, aggiunge una nuova coppa alla bacheca, la terza in questa stagione nella Truck Series.

La prima fase dell’ottavo appuntamento della stagione è stata letteralmente dominata dal Kyle Busch Motorsport. Il numero uno della squadra, a bordo di una Toyota Tundra #51, ha risalito il gruppo nei primi giri ed ha vinto con estrema semplicità la Stage 1. Il due volte campione della Cup Series ha gestito il primato anche nel secondo segmento dell’evento. Busch, squalificato nella corsa dell’Xfinity Series di sabato sera, ha mantenuto il comando delle operazioni per gran parte della Stage 2.

Intorno alla metà del secondo terzo di gara, Christian Eckes, compagno di box di Kyle, ha conquistato la prima piazza ed ha controllato per alcuni passaggi la corsa. Successivamente è stato Brett Moffitt (GMS Racing) a salire in cima alla graduatoria ed a prendersi il secondo ‘traguardo volante’ di giornata. Matt Crafton (ThorSport Racing) ha chiuso secondo davanti a Tyler Ankrum (GMS Racing), Ben Rhodes (ThorSport Racing) e Zane Smith (GMS Racing).

La coppia del Kyle Busch Motorsport ha imposto un ritmo impressionante nella Final Stage e non ha dato spazio ai rivali. Busch ha sfruttato tutta la sua esperienza per vincere per la terza volta in questo 2020. Eckers e Crafton hanno completato la Top3, davanti a Stewart Friesen (Friesen Racing) e Brett Moffitt (GMS Racing).

Prossima corsa in Kansas tra sette giorni.

LA CLASSIFICA DELLA GARA DELLA NASCAR TRUCK SERIES IN TEXAS

  1. Kyle Busch (Toyota)
  2. Christian Eckers (Toyota)
  3. Matt Crafton (Ford)
  4. Stewart Friesen (Toyota)
  5. Brett Moffitt (Chevrolet)

 

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI GRATIS ALLA NEWSLETTER DI OA SPORT

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, GP Spagna 2020: risultati e classifica warm-up. Marc Marquez su Morbidelli, decimo Valentino Rossi

NBA 2020, partite con quarti da 10 minuti invece di 12 nella settimana di preparazione verso la ripresa