F1, GP Stiria 2020: Sebastian Vettel e la necessità di cambiare rotta a Spielberg

Neanche il tempo di respirare, che è subito il momento di calarsi nell’abitacolo, chiudere il casco e girare in pista. I piloti di F1 sono pronti per il 2° round del Mondiale 2020 sul tracciato del Red Bull. Nel secondo atto stagione, sempre sulla pista in Stiria, non è forzato parlare di esame per il tedesco della Ferrari Sebastian Vettel.

Il quattro volte campione del mondo è reduce da una prestazione negativa sia nelle qualifiche che in gara, con un testacoda nelle fasi concitate che sicuramente avrebbe preferito evitare. Tante, quindi, le correzioni da apportare in vista di questo weekend e probabilmente è anche meglio per Seb tornare subito a gareggiare per dimenticare in fretta la prima uscita austriaca e dare un colore diverso a questo 2020.

Un’annata che, al di là della pandemia che ha sconvolto i piani di tutti, è stata all’insegna delle delusioni per lui, considerando la chiusura del rapporto con la Ferrari al termine di questo campionato. Una decisione presa dal Cavallino Rampante in maniera perentoria, senza alcuna proposta di rinnovo, come invece si sarebbe aspettato il teutonico. In sostanza, Vettel è stato messo alla porta e il red carpet a Maranello sarà per il monegasco Charles Leclerc, autore di una prima gara di pregevole fattura (secondo).

Per questo il decimo posto del 33enne nativo di Heppenheim stride assai, nel confronto con il team-mate. Va detto che la vettura di Sebastian era, guardando le immagini, ancor più inguidabile di quella di Charles, probabilmente per una scelta d’assetto errata. Tuttavia, già da questo fine settimana, il tedesco dovrà dare delle risposte diverse a se stesso e alla squadra, per non rafforzare le convinzioni di chi lo vede ormai come un pilota alla deriva e non con la concentrazione adeguata.

Ferrari, per l’occasione, dovrebbe anticipare una parte dello step evolutivo previsto per il round di Budapest (17-19 luglio) proprio per cercare di dare un mano ai piloti in termini di guida, viste le problematiche emerse nel corso dell’esordio iridato. Non resta che aspettare…

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DELLA F1

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Remco Evenepoel difenderà il titolo a cronometro agli Europei di Plouay 2020

F1, GP Stiria 2020: George Russell monta una nuova power unit sulla Williams. Allarme per Mercedes?