Adria Tour 2020: i biglietti sono andati a ruba in pochi minuti! Evento non a porte chiuse

Oggi ci sarà la tanto attesa videoconferenza sulla possibile ripresa dei circuiti ATP e WTA, intanto il tennis dal prossimo fine settimana riparte anche nei Paesi balcanici, con l’Adria Tour 2020, manifestazione a tappe voluta fortemente dal serbo Novak Djokovic: prologo il 12 giugno con un doppio misto d’esibizione che vedrà protagonisti anche lo stesso Djokovic e l’ex collega Jelena Jankovic. Seguiranno poi quattro tappe, delle quali la prima si terrà il  13 e 14 giugno a Belgrado (Serbia).

La due giorni di sfide serba vedrà al via dieci protagonisti, ovvero i croati Marin Cilic e Borna Coric, i serbi Novak Djokovic, Dusan Lajovic, Filip Krajinovic e Viktor Troicki, l’austriaco Dominic Thiem, il tedesco Alexander Zverev, il bulgaro Grigor Dimitrov ed il bosniaco Damir Dzumhur. Non si tratterà di un evento a porte chiuse: il 3 giugno sono stati messi a disposizione i primi 1000 tagliandi per l’evento, che sono andati letteralmente polverizzati in appena sette minuti, tanto da spingere gli organizzatori a metterne in vendita altri 1000 a partire da venerdì 5 giugno.

Questo l’annuncio su Instagram degli organizzatori: “I primi 1000 biglietti per l’evento sportivo di beneficenza “Adria Tour” sono stati esauriti nel tempo record di sette minuti! Secondo la compagnia Ticket Vision, che stava vendendo ufficialmente i biglietti sul loro sito web e ai botteghini, l’interesse del pubblico per il torneo, che si terrà a Belgrado dal 12 al 14 giugno, è stato incredibile. Per tutti coloro che non sono riusciti ad ottenere i biglietti, abbiamo una buona notizia: venerdì abbiamo deciso di rilasciare altri 1000 biglietti, nel rispetto delle misure di sicurezza raccomandate e della distanza sociale appropriata di almeno un metro tra gli spettatori“.

IL POST SU INSTAGRAM DEGLI ORGANIZZATORI

View this post on Instagram

First 1.000 tickets for the charity sports event "Adria Tour" have been sold out in seven record minutes! ⠀ According to the company Ticket Vision, which was officially selling the tickets on their website and at box offices, the public interest for the tournament, which will be held in Belgrade from June 12th to 14th, was incredible. ⠀ For all those who did not manage to get the tickets, we have good news – we have decided to release another 1,000 tickets on Friday, while respecting the recommended measures of safety and appropriate social distance of at least one meter between spectators. ⠀ *** ⠀ Prvih 1.000 ulaznica za humanitarni sportski događaj "Adria Tour", koliko je danas pušteno u prodaju, rasprodatо je za rekordnih sedam minuta! ⠀ Prema podacima kompanije Ticket Vision, na čijem sajtu i blagajnama su se mogle nabaviti karte, interesovanje za turnir u Beogradu od 12. do 14. juna je bilo nezapamćeno. ⠀ Za sve one koji nisu uspeli da dođu do željenih karata imamo lepu vest –  u petak puštamo  u prodaju još 1.000 ulaznica, naravno uz poštovanje mera bezbednosti i preporuka o udaljenosti od minimum jednog metra između gledalaca. ⠀

A post shared by Adria Tour (@adriatourofficial) on

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ultimate Tennis Showdown 2020: novità sulle regole, tempi in stile basket NBA

Ciclismo, UAE Team Emirates: svelate le selezioni dei big per i Grandi Giri. Fabio Aru tra Tour e Vuelta