Show Player

Giro d’Italia 2020: i partecipanti sicuri, gli incerti e gli assenti. Nibali sfida Carapaz ed Evenepoel



Mancano poco più di quattro mesi al Giro d’Italia, in programma dal 3 al 25 ottobre (queste sono le date ufficiali ma potrebbe esserci l’anticipo di una settimana in caso di slittamento dei Mondiali). Negli ultimi giorni sono giunte delle conferme importanti riguardo alla partecipazione di alcuni big. Vincenzo Nibali sarà sicuramente al via della Corsa Rosa: lo Squalo andrà a caccia del terzo sigillo nella manifestazione dopo quelli ottenuti nel 2013 e nel 2016, punterà a trionfare a quasi 36 anni diventando così il vincitore più anziano di tutti i tempi. Il siciliano ha tutte le carte in regola per fare bene, potrà sfruttare le tante salite previste in un percorso impegnativo (si andrà spesso oltre i 2000 metri s.l.m., con tutte le incognite del caso considerando anche il periodo autunnale) ma se la dovrà vedere con un avversario di lusso ovvero Remco Evenepoel.

Il giovane fuoriclasse belga ha confermato la sua presenza. Il 20enne della Deceuninck-QuickStep rinuncerà dunque alle Classiche del Nord che si svolgeranno in contemporanea al Giro d’Italia e si concentrerà sulla Corsa Rosa: il Campione d’Europa a cronometro proverà a sfruttare le prove contro il tempo e poi in salita potrà difendersi, è vero che non ha esperienza sulle tre settimane ma il suo talento è davvero infinito e indubbiamente sarà tra i grandi favorite della vigilia.

Loading...
Loading...

Gli altri due principali pretendenti alla maglia rosa dovrebbero essere l’ecuadoriano Richard Carapaz (detentore del Trofeo Senza Fine) e Jakob Fuglsang, micidiale danese che può davvero esprimersi al meglio in ogni contesto. Da parte di Team Ineos e di Team Astana si attendono delle conferme che dovrebbero arrivare nelle prossime settimane. Sicuramente si chiamano fuori tutti gli altri big delle corse a tappe perché si concentreranno sul Tour de France (29 agosto-20 settembre): Egan Bernal, Chris Froome, Geraint Thomas, Tom Dumoulin, Primoz Roglic, Nairo Quintana, i fratelli Yates (anche se Simon potrebbe fare un pensierino sulla Corsa Rosa), Romain Bardet e anche il nostro Fabio Aru.

Attenzione a Giulio Ciccone, compagno di Vincenzo Nibali ma anche possibile mina vagante. Al via del Giro d’Italia potrebbero esserci Wilco Kelderman (Sunweb), Rafal Majka (Bora-hansgrohe), George Bennett (Jumbo-Visma), Tejay Van Garderen (EF Education First) e Davide Formolo (UAE Team Emirates) ma anche Hugh Carthy (EF Education First), Damiano Caruso (Bahrain-Merida), Domenico Pozzovivo (NTT), Patrick Konrad (Bora-hansgrohe) e Ilnur Zakarin (CCC). Da capire cosa farà Peter Sagan vista la concomitanza delle Classiche, anche Elia Viviani deve sciogliere alcuni dubbi e lo stesso discorso vale per il cronoman Victor Campenaerts o per altri velocisti come Dylan Groenewegen, Caleb Ewan, Alexander Kristoff.

POSSIBILI PARTECIPANTI GIRO D’ITALIA 2020:

SICURI: Vincenzo Nibali, Remco Evenepoel, Richard Carapaz, Jakob Fuglsang, Giulio Ciccone

PROBABILI: Wilco Kelderman, Rafal Majka, Davide Formolo, Damiano Caruso, Domenico Pozzovivo, Ilnur Zakarin, George Bennett, Tejay Van Garderen

IN FASE DI VALUTAZIONE: Peter Sagan, Elia Viviani, Victor Campenaerts, Dylan Groenewegen, Caleb Ewan, Alexander Kristoff

ASSENTI: Egan Bernal, Chris Froome, Geraint Thomas, Tom Dumoulin, Primoz Roglic, Nairo Quintana, i fratelli Yates (anche se Simon potrebbe fare un pensierino sulla Corsa Rosa), Romain Bardet, Fabio Aru

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Trek

Loading...

Lascia un commento

scroll to top