Basket: Spagna, Germania e Israele, tre campionati che riprendono nelle loro diverse maniere

Sono tre i campionati che, in Europa, hanno ormai deciso per la ripartenza, con tutti gli altri fermi da tempo e dichiarati conclusi con o senza campioni. Si tratta di quelli di Spagna, Germania e Israele, che però andranno in scena con formule ovviamente ben diverse da quelle normalmente previste.

In Spagna, la Liga ACB, la più acclamata a livello europeo, ripartirà il 17 giugno e avrà la sua conclusione a Valencia. Ci saranno 12 squadre divise in due gruppi da sei: da una parte Barcellona, Tenerife, Bilbao, Baskonia, Malaga e Badalona, dall’altra Real Madrid, Saragozza, Andorra, Valencia, Burgos e Gran Canaria. Ogni squadra giocherà cinque partite con le altre del proprio raggruppamento: si qualificheranno per le semifinali (incrociate) le due migliori: tanto il penultimo atto quanto la finale saranno in gara unica.

In Germania, la Basketball-Bundesliga si rimetterà in marcia a partire dal 6 giugno, con un torneo finale a 10 formazioni. Si giocherà all’Audi Dome di Monaco di Baviera. Il girone A sarà composto da Bayern Monaco, Oldenburg, Gottingen, Ulm e Crailsheim, il girone B vedrà in scena invece Alba Berlino, Bamberg, Francoforte, Rasta Vechta e Ludwigsburg. Dopo una prima fase durata fino al 15 giugno, le ultime classificate dei due raggruppamenti giocheranno un match per il 9° e 10° posto, le altre si sfideranno in una coppia di gare di quarti di finale di “andata e ritorno”, ammesso che il termine abbia un senso in questa fattispecie. Stesso discorso per le semifinali e la finale, con quest’ultima che si celebrerà il 26 e 28 giugno.

In Israele, infine, la Winner League è destinata a riprendere il 20 giugno con un calendario un po’ più articolato. Verrà disputata una 22a giornata per poter definire il quadro delle partecipanti a due raggruppamenti: quello a quattro che poi varrà per la vittoria finale e quello a otto che determinerà le sette che resteranno in prima serie. Al momento Maccabi Tel Aviv, Hapoel Gerusalemme e Maccabi Rishon LeZion sono certi di giocare la fase valevole per il campionato, con il quarto posto conteso tra Hapoel Holon e Maccabi Haifa. Ci saranno poi dei playoff con quarti di finale al meglio delle tre gare e Final Four in sede unica alla fine di luglio. Il Maccabi Tel Aviv era in procinto di non giocare il torneo finale se si fosse portata a conclusione l’Eurolega, causando un problema di conflitti di date che, dato lo stop definitivo alla massima competizione europea, ora non avrà ragion d’essere.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Davide Di Lalla / LivePhotoSport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rugby, Italia: Franco Smith confermato fino al 2024

Tennis, Fabio Fognini si ferma per operarsi: stop di 40 giorni, già pronto a settembre?